Vino e pane

Voto medio di 773
| 60 contributi totali di cui 55 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 2 note , 0 video
Elisa (che non...
Ha scritto il 09/12/17
Capolavoro dello scrittore abruzzese che riesce a trovare un equilibrio perfetto tra ambientazione, storia, racconto, ideologia ed etica. Non facile se si pensa che è stato scritto nel 1936 e pubblicato in Italia nel 1955. Silone riesce a mantenere u...Continua
Cianfarania
Ha scritto il 30/10/16

Uno dei capolavori di Silone. In "Vino e pane" semplicità e profondità si fondono perfettamente. I sentimenti sono autentici, i personaggi vivi. E la vicenda, sotto la nitida superficie, ci offre una meticolosa indagine dell'animo umano.

LucBon71(c'è...
Ha scritto il 06/08/16
Un romanzo per scoprire Silone. "Vino e pane", il "Suo"libro...
Silone scrisse questo romanzo nel 1936/'37, durante il periodo dell'esilio in Svizzera. Ma è anche il periodo in cui, la sterzata a destra di Stalin in URSS, con i suoi processi sommari e il naufragare di ogni istanza rivoluzionaria, misero a dura pr...Continua
Lova
Ha scritto il 10/01/16

Antifascista fino al midollo pur senza mai fare i nomi dei colpevoli.
D'altro canto, non ce n'è bisogno.

paolo
Ha scritto il 11/07/15
L'ottimo ricordo di Fontamara (ma forse a questo punto dovrei rileggerlo) mi faceva avere buone aspettative verso quest'altro capitolo di Silone dedicato alla Marsica. Invece mi sono annoiato quanto basta dietro le vicende dell'esule politico Pietro...Continua

Marta7
Ha scritto il Nov 08, 2008, 15:09
A un certo momento una voce rispose da lontano, ma non era una voce umana. Pareva il guaito d'un cane, ma più acuto e prolungato. Probabilmente Cristina lo riconobbe. Era l'urlo del lupo. L'urlo della carnaccia. Il richamo agli altri lupi sparsi sull...Continua
Pag. 292
Marta7
Ha scritto il Nov 08, 2008, 15:05
"Una volta ogni mestiere aveva il suo santo" disse il frate. "Gli scarpari avevano S. Crispino, i sartori S. Omobono, i faleganmi S. Giuseppe. Adesso ogni mestiere ha il suo sindacato. Ma non si sta mica più sicuri di prima. La paura è rimasta."
Pag. 121
Marta7
Ha scritto il Nov 08, 2008, 15:03
La libertà non è una cosa che si possa ricevere in regalo....Si può vivere anche in un paese di dittatura ed essere libero, a una semplice condizione, basta lottare contro la dittatura.
Pag. 43

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Biblioteche...
Ha scritto il Jul 14, 2016, 15:25
853 SIL 3866 Letteratura Italiana
Biblioteca...
Ha scritto il Dec 09, 2015, 09:12
Collocazione : NR 216

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi