Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Vita

Premio Strega 2003

By Melania G. Mazzucco

(80)

| Others | 9788802075471

Like Vita ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

238 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Sono cresciuta con i racconti sull'immigrazione, i miei nonni e bisnonni erano emigrati. La prossima volta che vorrò ripassare tutti i luoghi comuni sull'imigrazione del sud lo rileggerò. L'ho trovato brutto, pesante e falso. Non si può analizzare un ...(continue)

    Sono cresciuta con i racconti sull'immigrazione, i miei nonni e bisnonni erano emigrati. La prossima volta che vorrò ripassare tutti i luoghi comuni sull'imigrazione del sud lo rileggerò. L'ho trovato brutto, pesante e falso. Non si può analizzare un fenomeno dando per scontate le sue cause.

    Is this helpful?

    Miriamglserrano said on Oct 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Nel 1903 Vita e Diamante, nove anni lei, dodici lui, sbarcano a New York. Dalla miseria delle campagne del Mezzogiorno vengono catapultati in una metropoli moderna, caotica e ostile. Vita è ribelle, possessiva e indomabile, Diamante taciturno, orgogl ...(continue)

    Nel 1903 Vita e Diamante, nove anni lei, dodici lui, sbarcano a New York. Dalla miseria delle campagne del Mezzogiorno vengono catapultati in una metropoli moderna, caotica e ostile. Vita è ribelle, possessiva e indomabile, Diamante taciturno, orgoglioso e temerario. Li aspettano sopraffazione, violenza e tradimento. Ma anche occasioni di riscatto, la scoperta dell'amicizia e, soprattutto, l'amore. Che si rivelerà piú forte della distanza, della guerra, degli anni. Questo fortunato romanzo, epico e favoloso, commovente e amaro, continua a incantare i lettori di tutto il mondo. Dando voce a un coro di personaggi perduti nella memoria, Melania Mazzucco tesse i fili di una narrazione che è insieme familiare e universale. La storia di tutti quelli che hanno sognato - e sognano - una vita migliore.
    (recensione tratta da www.einaudi.it)

    Is this helpful?

    Mildan said on Sep 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    In parte romanzo in parte ricostruzione della storia di famiglia, ha un buon ritmo e si legge con interesse.

    Is this helpful?

    Cristina Marsi said on Aug 27, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Limbo", contro ogni mia aspettativa visto il contesto del romanzo (la storia di una donna soldato), mi è piaciuto moltissimo.
    Mi sono quindi tuffata in Vita, sperando di ritrovare la stessa capacità di coinvolgimento.

    Parte bene la Mazzucco in que ...(continue)

    "Limbo", contro ogni mia aspettativa visto il contesto del romanzo (la storia di una donna soldato), mi è piaciuto moltissimo.
    Mi sono quindi tuffata in Vita, sperando di ritrovare la stessa capacità di coinvolgimento.

    Parte bene la Mazzucco in questo romanzo, intrecciando i ricordi della propria famiglia con le intenzioni letterarie ma poi si perde. Nella seconda metà del libro infatti, o forse un po' prima, l'esigenza di ricostruire fedelmente la biografia della famiglia Mazzucco prende il sopravvento sull'aspetto narrativo del romanzo e allora il racconto incespica, si ripete, si infila in vicoli ciechi e perde la sua capacità di essere universale e di avvincerti per portanti con sé.
    Ma se la storia finisce con l’annoiare lo stile resta sempre alto ed intrigante.
    A conti fatti, ora, devo solo scegliere il suo prossimo romanzo.

    Is this helpful?

    Melog said on Aug 11, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Rimango con l'amaro in bocca al termine di questa lettura. Mi aspettavo onestamente un qualcosa in più. Se da un lato gli aspetti storici dell'immigrazione italiana negli Stati Uniti sono veramente molto interessanti, dall'altro l'intreccio non mi è ...(continue)

    Rimango con l'amaro in bocca al termine di questa lettura. Mi aspettavo onestamente un qualcosa in più. Se da un lato gli aspetti storici dell'immigrazione italiana negli Stati Uniti sono veramente molto interessanti, dall'altro l'intreccio non mi è piaciuto per niente in particolare la scelta di non seguire una progressione temporale degli eventi.
    Di contro leggere Vita mi ha fatto venire voglia di approfondire quel periodo di inizio 900 e del grande flusso migratorio, non solo italiano, verso gli States.

    Is this helpful?

    Filippo Macchi said on Aug 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    È un romanzo che consiglierei volentieri a tutti quelli che fanno discorsi beceri e idioti sulla situazione dell'Italia di oggi, paese d'immigrazione, e ignorano o dimenticano (più o meno volutamente) che in un passato neanche troppo lontano eravamo ...(continue)

    È un romanzo che consiglierei volentieri a tutti quelli che fanno discorsi beceri e idioti sulla situazione dell'Italia di oggi, paese d'immigrazione, e ignorano o dimenticano (più o meno volutamente) che in un passato neanche troppo lontano eravamo NOI quei poveracci che s'imbarcavano e attraversavano l'oceano allettati da promesse mitiche per trovare un lavoro che desse da mangiare alla propria famiglia. È una riflessione che fa anche l'autrice alla fine e che mi sento di condividere in pieno.
    Vita è un romanzo che tiene poco conto dell'ordine degli eventi e che non definisce quanto sia vero e quanto inventato, ma forse è giusto così. È il recupero della storia particolare dell'autrice e allo stesso tempo un ritratto di un'epoca. Amo molto lo stile della Mazzucco e anche questo romanzo mi è piaciuto davvero tanto.

    Is this helpful?

    Rowena said on Aug 3, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book