Vita breve di Katherine Mansfield

Voto medio di 93
| 18 contributi totali di cui 14 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Vincè
Ha scritto il 18/05/17

il racconto di una vita vissuta come "ossessione di vita"...

Sorel1968
Ha scritto il 08/12/16
Secondo me, è un libro molto furbo. Per conoscere l'autrice è quasi inutile poiché non descrive la formazione né la dimensione culturale in cui si era andata formando. L'autore cerca di descrivere la Mansfield "da dentro", ma per questo occorre una s...Continua
Romina Angelici
Ha scritto il 28/08/15

Leggo biografia e racconti di pari passo ed è un continuo fluire tra vasi comunicanti di realtà e fantasia, vita e arte, fatti e sensazioni.

Anina e...
Ha scritto il 05/12/14
✰✰✰ buono
Sono raccontati soprattutto gli ultimi anni prima della morte di tubercolosi, a 35 anni. Come spesse accade a Citati, di un personaggio dipinge l’atmosfera, il modo di sentire, di esprimersi più che le azioni nude e crude. E della Mansfield pone l’ac...Continua
Monia
Ha scritto il 11/07/14
una solida evanescenza
Leggo per la prima volta Pietro Citati e apprendo che gli è tipica questa anomala forma di biografia narrata. Il risultato è spettacolare: è come fare un giro nella vita di K.M. e vedere quello che ha visto lei, sentire come ha sentito lei. Ci vuole...Continua

Alesya
Ha scritto il Mar 28, 2017, 14:14
La morte, che intravediamo rinchiusa dentro i nostri giorni, non nega la vita: la benedice, l’assolve, la perdona, mentre allarga all’infinito il suo spazio.
Pag. 229
Alesya
Ha scritto il Mar 28, 2017, 14:12
Ma, mentre delirava inebriandosi di parole, sapeva che l’altro sfuggiva al suo abbraccio; e cercava di possederlo da lontano, di incantarlo e ossessionarlo con le parole, sino a farlo suo prigioniero. Non ci riuscì mai. La passione si perse nell’infi...Continua
Pag. 112
Alesya
Ha scritto il Mar 28, 2017, 14:11
Se le consegnava una lettera, la leggeva dal principio alla fine, e poi dalla fine al principio, da sotto in su e poi diagonalmente: la respirava, la mangiava, ne divorava la minima briciola, e si sedeva a parlare con lei. «Ti figuri davvero che io n...Continua
Pag. 106
Alesya
Ha scritto il Mar 28, 2017, 14:11
Gettava le parole sulla carta come se spargesse un mazzo di fiori: le gettava per aria e le accendeva tutte insieme, simili a razzi brillanti che dovevano illuminare per qualche istante l’inferno della sua notte.
Pag. 105

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi