Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Vita di Milarepa

Di

Editore: Luni

4.0
(156)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 320 | Formato: Altri

Isbn-10: 8879841157 | Isbn-13: 9788879841153 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Tascabile economico , Copertina rigida , Paperback

Genere: Biography , Philosophy , Religion & Spirituality

Ti piace Vita di Milarepa?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 2

    Bella la prima parte con la caduta di Milarepa.
    Anche la seconda è molto interessante con le sue prove e mortificazioni.
    L'ultima parte invece, essendo inframezzata continuamente dai canti, è davvero pesante.

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro molto ispirante per il sentiero yogico di meditazione. Grazie alla vita ed all'esempio di questo sublime Buddha si può trarre grande forza e saggezza per proseguire fino alla liberazione ultima dal samsara.

    ha scritto il 

  • 5

    Vita di Milarepa

    La storia straordinaria, e commovente, di uno dei più grandi meditatori della Storia. Accostatosi alla magia nera per vendicare i torti subiti dalla sua famiglia, Milarepa si macchia di terribili misfatti. Solo dopo lunghissimi sforzi, e fatiche indicibili, potrà bere, infine, alla fonte di co ...continua

    La storia straordinaria, e commovente, di uno dei più grandi meditatori della Storia. Accostatosi alla magia nera per vendicare i torti subiti dalla sua famiglia, Milarepa si macchia di terribili misfatti. Solo dopo lunghissimi sforzi, e fatiche indicibili, potrà bere, infine, alla fonte di colui che lo guiderà alla liberazione dalle miserie dell'esistenza ordinaria.

    ha scritto il 

  • 2

    mica fessi questi lama... per insegnare la dottrina si fanno riempire di doni e sfruttano il lavoro dei discepoli.
    sicuramente la mia è una semplificazione, certamente però stregoni,lama e altri intermediari col divino sono sempre stati gli individui più furbi della società, sfruttando gli ...continua

    mica fessi questi lama... per insegnare la dottrina si fanno riempire di doni e sfruttano il lavoro dei discepoli.
    sicuramente la mia è una semplificazione, certamente però stregoni,lama e altri intermediari col divino sono sempre stati gli individui più furbi della società, sfruttando gli altri nel nome della loro presunta spiritualità.

    il libro , comunque, è noioso, pieno di parabole fin troppo esplicite . i predicozzi sul valore della meditazione si sprecano.

    ha scritto il 

  • 4

    Un testo prezioso per chi come me si è avvicinato al mondo della "meditazione"... una storia raccontata com semplice umiltà che fa venir voglia di iniziare subito a rileggerle per cogliere quei passaggi che magari ad una prima lettura sono sfuggiti....

    ha scritto il 

  • 4

    Un uomo.

    Bello e sincero. Milarepa e' più vicino a te di tanti altri. Consolante e anche stimolante, senza giri di parole, semplice e profondo. No perditempo.

    ha scritto il 

  • 4

    La vita di uno dei più famosi e venerati monaci buddhisti tibetani. Bello! Una curiosità: si dice che gli venne dato il soprannome di "Milarepa", ovvero "vestito di tela", per la sua incredibile capacità di resistere al freddo autosprigionando un intenso calore (gtum-mo).

    ha scritto il 

  • 3

    mah ... sarà che sono scettico ma mi ha lasciato indifferente. Scritto in modo assai elementare, una abbondanza di termini derivanti dal buddismo specie nelle note, il racconto ricorda alcune delle miracolose storie che si raccontano sull'India misteriosa.
    Credo si possa fare tranquillament ...continua

    mah ... sarà che sono scettico ma mi ha lasciato indifferente. Scritto in modo assai elementare, una abbondanza di termini derivanti dal buddismo specie nelle note, il racconto ricorda alcune delle miracolose storie che si raccontano sull'India misteriosa.
    Credo si possa fare tranquillamente a meno di leggerlo, tranne che si favoleggi dei lama e dei loro poteri che da spirituali diventano materiali.

    ha scritto il