Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Vita di Moravia

Di ,

Editore: Bompiani

3.7
(52)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Francese

Isbn-10: 8845259854 | Isbn-13: 9788845259852 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Biography , Fiction & Literature

Ti piace Vita di Moravia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Specchio fedelissimo di una strenua, ininterrotta passione tramutatesi in una fede - si chiami questa passione letteratura o romanzo" (E. Siciliano), Vita di Moravia è una autobiografia in forma di intervista: lo scrittore sollecitato dell'incalzare delle domande di Alain Elkann, lentamente dipana il filo della memoria e rievoca la propria vicenda di letterato, di narratore, sempre attento alla realtà che lo circonda, pronto a tradurre il vissuto nella favola romanzesca. Dagli anni Dieci alla fine degli anni Ottanta - attraverso la rievocazione dell'infanzia e dell'adolescenza difficile, delle prime prove narrative e dei sempre crescenti successi - si delinea la storia di uno scrittore che diviene protagonista della scena letteraria internazionale e testimone tra i più lucidi del nostro tempo. E l'interlocutore non è soltanto un amico, un complice. Alain Elkann entrando nel meccanismo del gioco letterario costringe Moravia ad arrendersi alla narrazione.
Ordina per
  • 0

    INTERVISTA AD ALBERTO MORAVIA: IL TEATRO È UN ROMANZO (di Alessandro Toppi)

    http://www.ilpickwick.it/index.php/letteratura/item/1330-intervista-ad-alberto-moravia-il-teatro-%C3%A8-un-romanzo


    "E i teatri non mi sembrarono mai così belli, a Segeste, a Ostia, a Epidauro, a Delfo, come quando li vidi vuoti e morti; caldi di sole, con le lucertole guizzanti per le piet ...continua

    http://www.ilpickwick.it/index.php/letteratura/item/1330-intervista-ad-alberto-moravia-il-teatro-%C3%A8-un-romanzo

    "E i teatri non mi sembrarono mai così belli, a Segeste, a Ostia, a Epidauro, a Delfo, come quando li vidi vuoti e morti; caldi di sole, con le lucertole guizzanti per le pietre e le erbe fervide d'insetti; deserti di spettatori per tutto il fitto sgretolio dei gradini rovinati; con la campagna distesa e silenziosa là dove, oltre il proscenio, un tempo si erano agitati con visi coperti da maschere i piccoli uomini dalle voci cavernose" e...
    “Cosa sta facendo?”

    La citavo.
    “Lasci stare. Cominciamo”

    ha scritto il 

  • 1

    Leggere - grazie soprattutto alle intuizioni di Paolo Nori, Ermanno Cavazzoni, Daniele Benati - "Vita di Moravia", con il Pincherle intervistato da Alain Elkann (padre di Lapo Elkann) come un libro comico. Perché, si sa, l'umorismo involontario (per usare un eufemismo) in certi casi è il modo mig ...continua

    Leggere - grazie soprattutto alle intuizioni di Paolo Nori, Ermanno Cavazzoni, Daniele Benati - "Vita di Moravia", con il Pincherle intervistato da Alain Elkann (padre di Lapo Elkann) come un libro comico. Perché, si sa, l'umorismo involontario (per usare un eufemismo) in certi casi è il modo migliore per farsi due risate.

    ha scritto il 

  • 0

    Il ricordo di Alberto Moravia a vent’anni dalla scomparsa

    http://www.ilrecensore.com/wp2/2010/09/il-ricordo-di-alberto-moravia-a-ventanni-dalla-scomparsa/


    “Ho sempre avuto l’ambizione di scrivere. Ne avevo, letteralmente, la vocazione”. Così Moravia rispose ad Alain Elkann in “Vita di Moravia“ quando lo scrittore italo-francese gli chiese come av ...continua

    http://www.ilrecensore.com/wp2/2010/09/il-ricordo-di-alberto-moravia-a-ventanni-dalla-scomparsa/

    “Ho sempre avuto l’ambizione di scrivere. Ne avevo, letteralmente, la vocazione”. Così Moravia rispose ad Alain Elkann in “Vita di Moravia“ quando lo scrittore italo-francese gli chiese come aveva iniziato a scrivere.

    ha scritto il 

  • 2

    In fondo ci ha raccontato ciò che voleva lui.

    Pur amando molto Moravia, all'inizio l'ho odiato quel damerino presuntuoso e borghesissimo che andava viaggiando (gratis) per il mondo e che si permetteva di annoiarsi!<br />poi devo confessare l'invidia per "quei tempi" quando tutti conoscevano tutti e tutti erano "la gente giusta". forse ...continua

    Pur amando molto Moravia, all'inizio l'ho odiato quel damerino presuntuoso e borghesissimo che andava viaggiando (gratis) per il mondo e che si permetteva di annoiarsi!<br />poi devo confessare l'invidia per "quei tempi" quando tutti conoscevano tutti e tutti erano "la gente giusta". forse sarà che si era in meno...o era una questione di "cerchia"...<br />poi meno male che è diventato IL Moravia.<br />intelligente la conduzione di Elkann anche se a volte un po' pervasa di piaggeria

    ha scritto il 

  • 5

    Il libro della sua vita e, paradossalmente, il più bel libro di Moravia! Si legge in un baleno, si sorride davanti a fotografie d'epoca scelte con gusto e, alla fine, sorge un dubbio: invidiare più Moravia per una vita così intensa o Elkann per il privilegio della (lunga) intervista? Forse tutti ...continua

    Il libro della sua vita e, paradossalmente, il più bel libro di Moravia! Si legge in un baleno, si sorride davanti a fotografie d'epoca scelte con gusto e, alla fine, sorge un dubbio: invidiare più Moravia per una vita così intensa o Elkann per il privilegio della (lunga) intervista? Forse tutti e due. Unico neo: la solita tendenza moraviana a forzare i fatti per amor di logica (e su questo aveva visto giusto Carlo Emilio Gadda!). Definire la "tubercolosi ossea" che colpisce il giovane Alberto una malattia psicosomatica nata dalla "rivelazione delle cose del sesso e della classe"...francamente mi sembra un'esagerazione.

    ha scritto il