Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Vita di casa

Abitare, mangiare, vestire nell'Europa moderna

Di

Editore: Laterza

3.8
(73)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 334 | Formato: Altri

Isbn-10: 8842080268 | Isbn-13: 9788842080268 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: History , Da consultazione , Social Science

Ti piace Vita di casa?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Rincorrendo la massa stracciata dei senzatetto che vivevano di milleespedienti o i nobili ricchi di ville e palazzi, l'autrice analizza cosavoleva dire avere una dimora o esserne privi, cosa significava mettere sucasa, che rapporto c'era tra casa e famiglia. Poi la curiosità si spinge oltrela soglia delle abitazioni permettendo di scoprire chi preparava il cibo ecosa si mangiava, come si è trasformata la dieta e come si stava a tavola,come ci si riparava dal freddo e ci si faceva belli.
Ordina per
  • 4

    "Vita di casa" è uno dei libri più belli, utili e interessanti che abbia mai letto perché costretta e poi riletto perché affascinata. Finalmente la dimostrazione che la saggistica storica non deve essere necessariamente pomposa, prolissa e pedante: studiare non è mai stato così piacevole.

    ha scritto il 

  • 4

    Potremmo definirlo così: una storia della vita materiale in Europa nel corso dell'età moderna. Fare della "casa" l'oggetto della focalizzazione significa penetrare tra le pieghe della storia sociale, culturale ed economica. Vuol dire affrontare la dimensione sociale della famiglia, l'organizzazio ...continua

    Potremmo definirlo così: una storia della vita materiale in Europa nel corso dell'età moderna. Fare della "casa" l'oggetto della focalizzazione significa penetrare tra le pieghe della storia sociale, culturale ed economica. Vuol dire affrontare la dimensione sociale della famiglia, l'organizzazione dello spazio, il contesto in cui la "casa" si colloca (città o campagna), i consumi alimentari e quindi la cultura del cibo, il costume, i rapporti tra i generi, la sfera del privato. Il tutto, esaminato sul lungo periodo della modernità. La "casa", in questa prospettiva e in tutte le sue implicazioni, registra e restituisce la storia più generale di un continente e di una cultura che dalle estreme propaggini del medioevo bussa alle porte del tempo presente.

    ha scritto il 

  • 5

    Letto 3 volte, ma io non sono normale. Spero che qualcuno lo legga almeno una volta in vita sua. Un libro fantastico, bellissimo. Divertente, utile, avvincente. Un gioiello della saggistica storica per imparare da dove veniamo, da dove vengono i nostri usi e costumi e per scoprire che non siamo c ...continua

    Letto 3 volte, ma io non sono normale. Spero che qualcuno lo legga almeno una volta in vita sua. Un libro fantastico, bellissimo. Divertente, utile, avvincente. Un gioiello della saggistica storica per imparare da dove veniamo, da dove vengono i nostri usi e costumi e per scoprire che non siamo cambiati affatto.

    ha scritto il 

  • 2

    L'argomento è molto interessante, ma si è scelto uno stile di scrittura troppo dispersivo spaziando in tutta l'Europa senza approfondire bene nulla.
    Forse, viste le forti differenze territoriali, sarebbe stato più utile concentrarsi solo in una particolare zona geografica!
    Tono un po' ...continua

    L'argomento è molto interessante, ma si è scelto uno stile di scrittura troppo dispersivo spaziando in tutta l'Europa senza approfondire bene nulla.
    Forse, viste le forti differenze territoriali, sarebbe stato più utile concentrarsi solo in una particolare zona geografica!
    Tono un po' troppo colloquiale.

    ha scritto il 

  • 3

    Devo leggere questo libro per un esame quindi non può risultare assolutamente bello... a meno che non sia un romanzo...ma siccome non lo è. Il mio giudizio sarà sicuramente negativo..

    E' istruttivo ma nulla di più....

    ha scritto il 

  • 4

    Non può mancare...

    ... nella libreria di chi ama la storia. E anche in quella di chi ama le curiosità.
    La Sarti ha scritto un volume agile, immediato, approfondito, curioso, con un buon apparato fotografico e una buona mediazione tra sapere scientifico e divulgazione.

    ha scritto il