Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Vita e morte dell'automobile

La mobilità che viene

Di

Editore: Bollati Boringhieri (I Temi, 165)

4.0
(19)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 176 | Formato: Altri

Isbn-10: 8833917576 | Isbn-13: 9788833917573 | Data di pubblicazione: 

Ti piace Vita e morte dell'automobile?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
L'automobile è da tempo la principale fonte del malessere urbano. Aumenta ledistanze, sospingendoci verso l'hinterland per allontanarci dalla congestione;divora il nostro tempo negli spostamenti e negli ingorghi; rende l'ariairrespirabile; ci assorda con il rumore; contribuisce più di qualsiasi altrafonte all'emissione di gas di serra; grava in misura pesante sui nostriredditi e sui bilanci comunali; è un fattore di isolamento per tutti e didiscriminazione per le persone senza auto o senza patente; distrugge lasocialità, consegnando al traffico e alla sosta strade, piazze e persinomarciapiedi, cioè lo spazio pubblico dell'incontro. Con il trasportoflessibile (servizi a domanda e carsharing) tutto ciò può essere evitato.Informatica e telecomunicazioni consentono già oggi di garantire spostamentiporta-a-porta a costi economici, sociali e ambientali molto inferiori a quelliche si pagano con un'auto privata. Progettare il trasporto flessibile in unasocietà complessa richiede la partecipazione consapevole e negoziata di moltisoggetti: utenti, maestranze, amministrazioni, imprese, enti, associazioni,tecnici, educatori. Si tratta di un modello organizzativo replicabile in moltialtri servizi pubblici, per il quale oltre alle tecnologie occorre costruireun know-how di gestione che potrà costituire un fattore di competitivitàdecisivo per un'economia come la nostra, altrimenti condannata al declino.
Ordina per
  • 4

    Il libro è eccellente e le proposte interessanti. Soprattutto il trasporto pubblico e l'intermodalità sono soluzioni molto stimolanti e attuabili.
    Se c'è un appunto che posso fare, e che fa si che io tolga una stellina dalla valutazione complessiva, è che manca una bibliografia. La trovo una grav ...continua

    Il libro è eccellente e le proposte interessanti. Soprattutto il trasporto pubblico e l'intermodalità sono soluzioni molto stimolanti e attuabili. Se c'è un appunto che posso fare, e che fa si che io tolga una stellina dalla valutazione complessiva, è che manca una bibliografia. La trovo una grave mancanza in un saggio scientifico.

    ha scritto il 

  • 4

    Un testo per ripensare seriamente il ruolo dell'auto privata nella mobilità contemporanea.

    Ricordiamoci che oltre il 90% (qualcuno dice il 99%) dell'energia consumata da un'autovettura serve a muovere la vettura stessa...

    ha scritto il 

  • 5

    Viale è un grande. E' un pensatore estremista antipatico persino agli estremisti ecologisti. Se Torino è pulita e "differenzia" molto di più di tante città lo dobbiamo anche a lui. Il suo cavallo di battaglia rimane però il traffico ma l'auto è solo un pretesto per affrontare il nostro modello di ...continua

    Viale è un grande. E' un pensatore estremista antipatico persino agli estremisti ecologisti. Se Torino è pulita e "differenzia" molto di più di tante città lo dobbiamo anche a lui. Il suo cavallo di battaglia rimane però il traffico ma l'auto è solo un pretesto per affrontare il nostro modello di vita e di consumo. Da leggere per convertirsi agli autobus!

    ha scritto il