Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Vivere l'etnografia

Di

Editore: Seid Editori

3.3
(6)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 8889473118 | Isbn-13: 9788889473115 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: L. Piasere

Genere: Social Science

Ti piace Vivere l'etnografia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    La vita dell'etnografo

    Una raccolta di saggi davvero notevole. Sia per la qualità della scelta sia per la possibilità di far dialogare tra loro i vari saggi. Un'ottima palestra per chi vuole iniziare a problematizzare la ...continua

    Una raccolta di saggi davvero notevole. Sia per la qualità della scelta sia per la possibilità di far dialogare tra loro i vari saggi. Un'ottima palestra per chi vuole iniziare a problematizzare la ricerca etnografica. Toccante l'ultimo saggio. Biografico. Un'etnografia della malattia e del rapporto tra paziente e strutture ospedaliere.

    ha scritto il 

  • 2

    Questo genere di antropologia riflessiva (e soggettiva) contemporanea mi continua a sembrare poco utile oltre che poco interessante. C'è un estratto di Carla Bianco, p. 140, che mi sembra riassumere ...continua

    Questo genere di antropologia riflessiva (e soggettiva) contemporanea mi continua a sembrare poco utile oltre che poco interessante. C'è un estratto di Carla Bianco, p. 140, che mi sembra riassumere bene parte della questione: "Come fare a evitare che la nostra esperienza etnografica assuma caratteristiche così personali da finire con l'essere un'opera unica, magari affascinante, ma senza alcun corredo di standardizzazione e, quindi, non comunicabile per via scientifica? Molta ricerca etnografica, infatti, si trova avvolta e concepita proprio in questo stile di irripetibilità e incomunicabilità scientifica, sebbene, nei casi migliori, sia in grado di offrire letture avvincenti e di buon livello letterario e artistico."

    ha scritto il