Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Viviamo ancora

Di

Editore: Bompiani

3.5
(12)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 452 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000082330 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Bruno Oddera

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Viviamo ancora?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
.
Ordina per
  • 4

    Un racconto poco conosciuto di Cronin , a mio giudizio avvincente ed imperdibile. Paul Mathry vive con la madre vedova, ha una vita ordinata e una fidanzata, Ella, che non ama ma che gli vuole bene.
    ...continua

    Un racconto poco conosciuto di Cronin , a mio giudizio avvincente ed imperdibile. Paul Mathry vive con la madre vedova, ha una vita ordinata e una fidanzata, Ella, che non ama ma che gli vuole bene.
    Un giorno gli viene richiesto il certificato di nascita per un lavoro,e la sua vita cambia drammaticamente:non solo scopre che suo padre non è affatto morto,ma scopre anche che è in prigione da anni per l'omicidio di una ragazza. Paul, dopo un momento di sconcerto,decide di andare a fondo nella faccenda,di conoscere sua padre,di sapere.
    Si rende ben presto conto che quell'uomo è innocente,e decide di riabilitarlo e scoprire il vero assassino.
    Naturalmente, questo gli costa tutto:perde sua madre, perde Ella, perde il lavoro,e si espone anche pericolosamente.
    Solo l'amore di Lena,una cameriera di ristorante dalla storia tragica,lo aiuterà a resistere e a far trionfare le verità.
    Sono un’appassionata di questo autore avendo letto altre sue opere, questa storia mi ha appassionato perche’ oltre ad alcuni colpi di scena e’ un’inno alla speranza e alla rinascita.

    ha scritto il 

  • 0

    il cronin meno conosciuto di viviamo ancora o di "uno strano amore" ha accompagnato tutta la mia adolescenza,isieme alla Cittadella e Le stelle stanno a guardare....come potete non ricordare?

    ha scritto il