Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Voglio l'America

By Enrico Franceschini

(159)

| Paperback | 9788807702099

Like Voglio l'America ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

40 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Preso in biblioteca Londra 04/10

    Un ottimo libro che da a chi si accinge a fare un'esperienza di vita all'estero un sacco di speranza ed ottimismo utilissimi per partire e superare i primi periodi del distaccamento da casa e dalle proprie abitudini. Consigliatissimo per chi vuole es ...(continue)

    Un ottimo libro che da a chi si accinge a fare un'esperienza di vita all'estero un sacco di speranza ed ottimismo utilissimi per partire e superare i primi periodi del distaccamento da casa e dalle proprie abitudini. Consigliatissimo per chi vuole espatriare!

    Is this helpful?

    Jackson Brien said on Oct 4, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    ..i love new york..

    .. un altro fantastico libro firmato.. Enrico Franceschini..

    Is this helpful?

    iCarletto said on Sep 16, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Non era passato molto tempo da quando ero arrivato negli Usa con il borsone dell'allenamento del basket e la Olivetti portatile, e ora scrivevo sul tentato assassinio del presidente degli Stati Uniti! Non ci potevo credere. Non potevo credere di ess ...(continue)

    "Non era passato molto tempo da quando ero arrivato negli Usa con il borsone dell'allenamento del basket e la Olivetti portatile, e ora scrivevo sul tentato assassinio del presidente degli Stati Uniti! Non ci potevo credere. Non potevo credere di essere preso sul serio da stimati professionisti del settore e da centinaia di migliaia di lettori. Io ero sempre quello di prima. Il ragazzo di provincia, che conosceva il basket, quello sì, che amava Henry Miller, Jack Kerouac e Charles Bukowski, ma non aveva mai studiato molto a scuola e sapeva poco di tutto"

    Voleva l'America, Enrico Franceschini, come da ragazzi si vogliono tante cose. Solo che lui ci ha provato e dopo averci provato non ha mollato. Metteteci fiuto per cogliere le opportunità e certo anche una bella dose di fortuna. Enrico Franceschini l'America se l'è presa. E come. Ragazzo senz'arte nè parte, l'America conosciuta e fantasticata solo sui libri, a New York è sbarcato con mille dollari in tasca, un indirizzo incerto per strappare qualche giorno di ospitalità e una conoscenza dell'inglese da ultimo della classe. Un anno dopo scrive già le sue corrispondenze per l'Espresso, dite poco.

    Storia con lieto fine, quasi fiaba metropolitana, ma storia tutto sommato sincera, che ci racconta di una New York dove tutto era possibile, in quegli anni,tra locali off e spezzatini multietnici. E forse qualcosa ci racconta anche del giornalismo: perché puoi fare il corrispondente dal cuore del mondo anche scopiazzando il New York Times.... ma poi c'è qualcosa in questo mestiere che sfugge, che non si lascia classificare, che resiste al "così lo possono fare tutti", sarà l'amore per la notizia, sarà per la fiammella della curiosità da inseguire sempre, da condividere appena possibile.

    Is this helpful?

    Paolo Ciampi said on Sep 8, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Carino questo libro di Franceschini sui primi mesi della sua avventura americana. Mi sorge solo un dubbio (solo uno, eh): visto che i suoi primi articoli erano perlopiù rimaneggiamenti del New York Times domenicale, non è che anche i suoi trascorsi b ...(continue)

    Carino questo libro di Franceschini sui primi mesi della sua avventura americana. Mi sorge solo un dubbio (solo uno, eh): visto che i suoi primi articoli erano perlopiù rimaneggiamenti del New York Times domenicale, non è che anche i suoi trascorsi bohemmienne siano stati, per così dire, ampiamente coloriti? Che so, i quartieri malfamati, la voglia di donne, il cibo malsano al bar di Bruce Willis...
    Ma che vado a pensare.
    Scherzo; in ogni caso, questo libro è una simpatica cronaca di qualcuno che ha lasciato la sua Bologna e ha rischiato, con la complicità dell'incoscienza giovanile, per buttarsi in ciò che molti sognano ma non avranno mai il coraggio di fare. Bravo.

    Is this helpful?

    Leyla4 said on Apr 2, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "A volte i problemi sono come una manna scesa dal cielo: ti spingono verso decisioni che altrimenti non prenderesti"

    Is this helpful?

    Dani said on Feb 11, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Molto divertenti le peripezie del giovane Enrico nella NY del 1980. Molto simpatico: temo di ricordare soprattutto i racconti più trash della storia, ma comunque mi ha permesso di ridacchiare per qualche ora. Dopo aver letto questo libro e aver senti ...(continue)

    Molto divertenti le peripezie del giovane Enrico nella NY del 1980. Molto simpatico: temo di ricordare soprattutto i racconti più trash della storia, ma comunque mi ha permesso di ridacchiare per qualche ora. Dopo aver letto questo libro e aver sentito l'autore raccontare, durante una presentazione in biblioteca, di sè e di quell'esperienza, seguo Franceschini con ancora maggiore divertimento e interesse su Repubblica e sul suo blog.

    Is this helpful?

    Mapit said on Aug 26, 2010 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (159)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback
  • ISBN-10: 8807702096
  • ISBN-13: 9788807702099
  • Publisher: Feltrinelli
  • Publish date: 2009-06-12
Improve_data of this book