Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Volo di notte - Corriere del Sud

Collana '900 capolavori della narrativa contemporanea

Di

Editore: Mondadori - De Agostini

3.9
(23)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 246 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: A000024828 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Copertina morbida e spillati , Tascabile economico

Ti piace Volo di notte - Corriere del Sud?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Se nulla può far sì che l'erba rinnovi il suo splendore...

    L'ho letto da ragazzo. L'ho perso e poi ritrovato.
    Come si fa a dargli meno di 5 stelle?
    Può darsi che non lo rileggerò più.
    Ma ricordo quelle emozioni da ragazzo.
    Ciao, Principe dei Piccoli. ...continua

    L'ho letto da ragazzo. L'ho perso e poi ritrovato.
    Come si fa a dargli meno di 5 stelle?
    Può darsi che non lo rileggerò più.
    Ma ricordo quelle emozioni da ragazzo.
    Ciao, Principe dei Piccoli.

    ha scritto il 

  • 4

    Poetico

    L'autore lo si conosce per >Il piccolo principe> per la sua poetica versione dell'amicizia. Ma anche questi due brevi libri sono coerenti con l'autore, la sua scrittura e la sua sensibilità rispetto a ...continua

    L'autore lo si conosce per >Il piccolo principe> per la sua poetica versione dell'amicizia. Ma anche questi due brevi libri sono coerenti con l'autore, la sua scrittura e la sua sensibilità rispetto ai pensieri, alle aspettative alle preoccupazioni degli esseri umani. Dovrebbe essere letto e pubblicizzato di più.

    ha scritto il 

  • 4

    Shirtlifter - di Steve MacIsaac

    Derek e Michael portano avanti il loro rapporto di coppia in Giappone, dove il secondo lavora per una grossa azienda. Se Michael è convinto di agire per il futuro di entrambi, Derek vive una lacerante ...continua

    Derek e Michael portano avanti il loro rapporto di coppia in Giappone, dove il secondo lavora per una grossa azienda. Se Michael è convinto di agire per il futuro di entrambi, Derek vive una lacerante insoddisfazione che gli rende difficile integrarsi nel paese straniero e far parte veramente dell'ambiente del compagno. Uomini, giovani e maturi, si sfiorano, incrociando le loro vite per attimi che possono durare secoli senza significare nulla. A volte si amano, a volte si perdono, secondo uno schema variegato eppure fatalmente riconoscibile. Tra occidente e oriente, l'universo interiore degli Shirtlifter, parola slang anglosassone che indica gli omosessuali maschi, echeggia una mitologia che sembra incisa nella pietra. Un'esistenza fatta di sussulti, timori, emozioni, epifanie, tormenti e gioie. Come lo è per tutti, così simili eppure così diversi...

    L'ancora giovane casa editrice bolognese Ren Books, specializzata per coraggiosa scelta in fumetti a tematica LGBT, dopo una prima infornata di perle nipponiche, presenta il suo primo autore occidentale. Steve MacIsaac, fumettista canadese finora apparso in Europa solo per i tipi di Bruno Gmunder con il volume Sticky, su sceneggiatura di Dale Lazarov. Shirtlifter presenta MacIsaac nella sua versione di autore completo, in larga parte autobiografico, scrittore e illustratore d'eccezione venerato sulla scena gay bear statunitense. L'edizione italiana di Shirtlifter presenta i primi due numeri di una serie attualmente giunta in America al quarto. Un racconto lungo (Letti disfatti) e una raccolta di dieci novelle più o meno fulminanti, dove l'ampio spettro della vita omosessuale è sviscerato con intelligenza e una capacità di sintesi che potremmo definire ai limiti del virtuosismo. Sicuramente, per Shirlifter, un valore aggiunto è rappresentato dall'attenta descrizione della vita svolta dai gay occidentali nel paese del Sollevante (MacIsaac ha realmente vissuto in Giappone) e delle influenze che cultura e norme straniere possono avere sulle loro esistenze.

    Come scrivono gli stessi editori nella nota d'apertura del volume, commentare Shirtlifter è un'impresa ardua. Troppa è la precisione e l'intensità con cui Steve MacIsaac riesce a fotografare ogni dettaglio di vita, ogni tappa, ogni rito di passaggio dell'uomo omosessuale. Shirtlifter è un'opera parlante, dove una sceneggiatura minimale e tagliente è proposta tramite disegni altrettanto asciutti e privi di fronzoli, e proprio per questo incredibilmente veri ed espressivi. Come le scene di sesso presenti in questi racconti a fumetti. Esplicite, ma descritte in modo distaccato ed essenziale, dettagli di un unico affresco da ammirare in blocco. Sarebbe facile, ma anche scontato, ripetere che il lavoro di Steve MacIsaac si commenta da sé, e chiuderla lì. Eppure ogni opera, per essere visibile, per esistere nelle menti dei suoi potenziali lettori, ha sempre bisogno di essere discussa. Magari rilevando proprio l'incantevole capacità di riassumere in poche pagine e senza alcun artifizio retorico o provocatorio un intero mondo di emozioni, legato a una categoria umana spesso associata all'eccesso e al bizzarro.

    Shirtlifter è un'opera esistenzialista, ed è un'opera d'autore, che pizzica corde nascoste nell'animo dell'essere umano nella sua complessità prima ancora che nell'individuo orientato affettivamente verso il proprio sesso. Steve MacIsaac, con la sua narrazione sintetica e parzialmente autobiografica, individua con grande candore quelli che potremmo definire i nodi nevralgici nell'esistenza di un gay, tessendo racconti dal sapore universale sia pure con una forte caratterizzazione formale. Vicino alla comunità degli orsi, gli omosessuali corpulenti e irsuti spesso attratti dai propri omologhi, MacIsaac la omaggia donando a più personaggi le fattezze a essa gradite. Ma Shirtlifter è lontano anni luce dall'essere un fumetto erotico, intenzionato a titillare i fantasmi della propria categoria d'elezione. E questo a dispetto delle disinvolte nudità villose e delle brevi scene di sesso. L'elemento dell'estetica gay bear si amalgama agli altri ingredienti diventando funzionale al senso di realtà che Shirtlifter trasuda da ogni pagina. Un mondo dove l'omosessuale può essere uno qualunque degli uomini incrociati per strada, a prescindere dalla postura, dagli interessi, e persino dalle sue stesse affermazioni. E' vero che in racconti come In bella vista e Attraverso il confine si accenna a codici e look specifici dell'ambiente gay, ma sempre in un modo molto pratico, su un palcoscenico dove sono del tutto assenti i più diffusi stereotipi.

    Shirtlifter e il suo autore lasciano davvero paralizzati per l'ammirazione. Ammirazione per il linguaggio codificato da quello che si dimostra, pagina dopo pagina, uno scrittore di grande classe in grado di illustrarsi in modo perfettamente coerente. Un must non solo per la comunità omosessuale, ma anche per quanti provano la sincera spinta a confrontarsi e comprendere un angolo di mondo che forse ritengono estraneo, ma che la lettura appassionata e schietta, profondamente umana, offerta da Steve MacIsaac potrebbe fargli apparire molto più familiare.

    [Articolo di Filippo Messina]

    ha scritto il 

  • 4

    Dall'autore del Piccolo Principe,un libro che sussurra poesia.Dall'intreccio dei destini di chi con ardore sorvola le terre e di coloro che invece sulla terra ci rimangono.

    ha scritto il 

  • 4

    Narratore onnisciente che ti fa vedere la storia dai vari punti di vista... ho iniziato "Volo di notte" proprio di notte e devo dire che non è male!
    Vediamo come procede!
    "Volo di notte" racconta in un ...continua

    Narratore onnisciente che ti fa vedere la storia dai vari punti di vista... ho iniziato "Volo di notte" proprio di notte e devo dire che non è male!
    Vediamo come procede!
    "Volo di notte" racconta in un centinaio di pagine una notte di volo sui cieli dell'Argentina. Le ansie di chi vola, di chi aspetta, di chi a un certo punto capisce che è il suo ultimo volo, di chi sa che si deve andare avanti comunque!

    Finalmente mi sono decisa a togliere dal comodino questo libro! Non mi andava di metterlo tra gli "abbandonati" e così ho letto anche "Corriere del Sud"! Anche qui un pilota, un amico, una vita, un'amante, un viaggio senza ritorno.

    ha scritto il 

Ordina per