Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Wake

By

Publisher: Simon Pulse

3.4
(500)

Language:English | Number of Pages: 224 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian , Spanish

Isbn-10: 1416974474 | Isbn-13: 9781416974475 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , eBook , Others

Category: Fiction & Literature , Romance , Science Fiction & Fantasy

Do you like Wake ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Not all dreams are sweet.For seventeen-year-old Janie, getting sucked into otherpeople's dreams is getting old.
Sorting by
  • 1

    Insulso

    Persino io sarei capace di scrivere una storia più appassionante con personaggi meno piatti...... Non mi è piaciuto neanche un pò. Capisco perchè hanno deciso di non fare uscire il terzo libro della t ...continue

    Persino io sarei capace di scrivere una storia più appassionante con personaggi meno piatti...... Non mi è piaciuto neanche un pò. Capisco perchè hanno deciso di non fare uscire il terzo libro della trilogia, ma per me non ci sarà neanche il secondo.

    said on 

  • 1

    Menudo bodrio...

    He tenido que abandonarlo a la mitad. La narración es de lo más malo que he visto en años. Con demasiadas frases cortas, la autora escribe que da pena, y se explica todavía aún peor. Eso ha hecho que ...continue

    He tenido que abandonarlo a la mitad. La narración es de lo más malo que he visto en años. Con demasiadas frases cortas, la autora escribe que da pena, y se explica todavía aún peor. Eso ha hecho que no consiga engancharme a la historia, la que por otra parte me ha parecido absurda y aburrida a partes iguales. ¿Y qué puedo decir de la prota? Pues que no recuerdo ni como se llama.
    Un libro con un título ideal... "sueña", porque te quedas dormido del aburrimiento.
    No recomendado ni en broma.

    said on 

  • 2

    #odioleserieinterrotte

    Wake. Cronache dell'incubo è il primo volume di una trilogia young adult che come molte altre non avrà un finale in Italia data la mancata pubblicazione del terzo volume.
    La storia ruota attorno a Jan ...continue

    Wake. Cronache dell'incubo è il primo volume di una trilogia young adult che come molte altre non avrà un finale in Italia data la mancata pubblicazione del terzo volume.
    La storia ruota attorno a Janie (è l'unico punto di vista), una ragazza di 17 anni con una madre ubriacona e che si disinteressa completamente di quello che le capita. Soffre di una condizione che non le permette di vivere come le altre ragazze: viene risucchiata senza controllo nei sogni delle persone che si addormentano nelle sue vicinanze. Un giorno finisce nei strani sogni di Cabel Strumheller, un ragazzo con un passato misterioso e da tutti creduto uno spacciatore. I due si avvicineranno e...
    Le vicende sono raccontate sotto forma di cronaca (mai titolo più azzeccato): ore X Janie s'incontra con X segue dialogo, ora X Janie e Carrie vanno a scuola etc. etc.
    Questo tipo di narrazione risulta fredda e non da modo al lettore di essere coinvolto con le vicende narrate ed è difficile perfino provare simpatia per i protagonisti. L'idea che sta alla base della trilogia è intrigante soprattutto per la svolta poliziesca, peccato che il risultato non sia stato all'altezza delle aspettative.
    Altra cosa che mi ha disturbato e non poco, il bere alcolici come fossero acqua fresca da parte degli adolescenti.
    Il libro si legge davvero molto velocemente non solo perché non è molto lungo ma anche perché tutto sommato c'è la curiosità di scoprire dove vuole andare a parare l'autrice.
    Seppur il finale non lascia completamente l'amaro in bocca, purtroppo essendo il primo volume, molte domande rimangono senza risposta nell'attesa dell'uscita del prossimo volume (che io sinceramente non sono interessata a leggere).

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    Troppo breve!

    Ho adorato questo libro. L'ho letto in meno di un giorno (pff, grazie, sono meno di 200 pagine!).
    Adoro questa scrittrice. Non dico che il libro sia perfetto, ma mi sono proprio innamorata di questa s ...continue

    Ho adorato questo libro. L'ho letto in meno di un giorno (pff, grazie, sono meno di 200 pagine!).
    Adoro questa scrittrice. Non dico che il libro sia perfetto, ma mi sono proprio innamorata di questa scrittrice. Mi piace tutto: dall'intenzione dell'autrice di far trasparire un po'... questa decadenza tra gli adolescenti un po' sbandati (che ho sempre trovato e sempre troverò affascinante!) all'idea secondo me sempre meravigliosa di far innamorare i due protagonisti non solo in base all'attrazione fisica e/o mentale, ma soprattutto perché vedano la salvezza negli occhi dell'altro. È una cosa che ben pochi autori riescono a creare, nonostante i tentativi. E, senza dubbio, trasformano una storia d'amore in una poesia! Creando un legame molto più solido, quasi concreto.
    Affascinante.
    Idea originale. Mi aspetto molto dai seguiti (ho già in mano il secondo e soffro già perché dovrò aspettare il terzo - chissà quanto).
    Confesso che per più di metà libro non ci capivo niente o quasi. Inoltre mi ha confuso un po' lo stile della scrittrice, con questa sua passione, o meglio, ossessione per gli orari. Ogni paragrafo o quasi, veniva "interrotto" il flusso del racconto con un orario ben preciso a contrassegnare gli avvenimenti. Quasi come se fosse una specie di pagina di diario.
    Ci sono molte domande senza risposta. O forse sono io che alla fine non c'ho capito un tubo (per capire che in realtà Cabel era un fottuto agente sotto copertura anti-droga, una specie di serpe in seno per gli spacciatori, ci ho perso una vita! E l'ho capito solo quando è stato detto espressamente dai protagonisti - non avevo intuito niente! No, per dire.).
    Nonostante alcuni nodi siano venuti al pettine alla fine nonostante la mia zucca dura, ci sono ancora cose che non capisco.
    Okay. Cabel è un "agente anti-droga". È costretto a recitare una parte per far riuscire il piano e stanare gli spacciatori, i pezzi grossi, i genitori di una certa loro compagna, una insopportabile ragazza pompon che Cabel ha dovuto far innamorare perdutamente di sé. Ci siamo. Cabel sta per mollare tutto pur di non perdere Janie, la quale non sa ovviamene che quel corteggiamento alla ragazza pompon è tutta una finzione e quindi finisce quasi per odiarlo per questo suo "doppiogioco".
    Ma c'è un'altra cosa. Come fa il capo di Cabel a conoscere il segreto degli "acchiappasogni", come vengono chiamati quelli che hanno il potere di Janie? Cosa c'entra l'organizzatore di questa "squadra anti droga" con quella signora cieca che Janie assistiva alla casa di riposo? E come è possibile che, con la morte di questa signora con la stessa "dote" di Janie, Janie possa "controllare" i sogni e aiutare i sognatori che le chiedono aiuto all'interno di un incubo?
    Inoltre non ho capito come Cabel riesca a "comunicare" con Janie durante i sogni, come faccia a controllarli.
    Boh.
    Però questa autrice sembra sapere il fatto suo. Quindi leggerò subito il seguito, anche perché nonostante i numerosi misteri, questo libro mi è proprio piaciuto un casino (adoro i protagonisti!).

    said on 

  • 5

    No sabría decir que es lo que ha hecho que este libro me haya gustado tanto. Quizás el momento en que lo he leido o las sensaciones que me ha trasmitido pero sin duda lo poco que me ha durado lo he di ...continue

    No sabría decir que es lo que ha hecho que este libro me haya gustado tanto. Quizás el momento en que lo he leido o las sensaciones que me ha trasmitido pero sin duda lo poco que me ha durado lo he disfrutado enormemente.

    said on 

  • 3

    La idea me ha parecido muy interesante y me ha gustado mucho pero el resto de la historia no se cómo clasificarla porque me ha parecido muy simplona o quizás sea la manera en que está narrada lo que n ...continue

    La idea me ha parecido muy interesante y me ha gustado mucho pero el resto de la historia no se cómo clasificarla porque me ha parecido muy simplona o quizás sea la manera en que está narrada lo que no me ha acabado de convencer, quizás el segundo esté mejor.

    said on 

  • 3

    La historia es bastante original, pero está poco explicada. Los personajes protagonistas están bastante bien, y los sueños y realidad se entremezclan de forma satisfactoria, al igual que las tramas. E ...continue

    La historia es bastante original, pero está poco explicada. Los personajes protagonistas están bastante bien, y los sueños y realidad se entremezclan de forma satisfactoria, al igual que las tramas. El estilo de la autora es original, no se puede negar, pero dificulta un poco la lectura en cuanto a comprensión.

    Reseña completa en:
    http://lostworldparadise.blogspot.com.es/2013/06/resena-55-suena.html

    said on 

  • 2

    L'idea di base non è male, peccato che l'autrice non metta un briciolo di sentimento durante la scrittura. E' come se la McMann stesse scrivendo la lista della spesa, neanche un briciolo di passione o ...continue

    L'idea di base non è male, peccato che l'autrice non metta un briciolo di sentimento durante la scrittura. E' come se la McMann stesse scrivendo la lista della spesa, neanche un briciolo di passione o di coinvolgimento. Come può il lettore apprezzare la storia nel suo complesso se non viene spronato dalla narrazione a provare empatia verso i protagonisti? Dalle righe del libro non traspare assolutamente la difficoltà di Janie nel vivere la situazione difficile in cui si trova, le difficoltà della vita di tutti i giorni (cose che il lettore capisce perché sa che dovrebbe essere così).
    Per non parlare poi dello stile di scrittura, assolutamente assente. Se per quanto riguarda l'espressività il romanzo era assimilabile a una lista della spesa, per quanto riguarda la scrittura e lo stile non si avvicina nemmeno a quello. Decisamente deludente.
    Infine ad abbassare ulteriormente il voto finale è stata l'incoerenza dell'ultima parte del libro: l'autrice voleva dare una sfumatura di poliziesco al romanzo con risultati decisamente scadenti. Un mix veramente male assortito.

    said on 

Sorting by