Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Wanted

Dark Side - Il Lato Oscuro dei Fumetti - Vol.21

Di ,

Editore: RCS - Gazzetta dello Sport

3.9
(67)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 158 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000032839 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Pier Paolo Ronchetti

Genere: Comics & Graphic Novels , Home & Gardening

Ti piace Wanted?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
I peccati dei padri ricadranno sui figli...

Dark Side - Wanted
in abbinamento a La Gazzetta dello Sport
Ordina per
  • 4

    Geniale (con riserva)

    Per chi mastica supereroi da tempo, questo "Wanted" è stata una piacevole sorpresa per la carica di bastardaggine che permea tutto il fumetto e per l'originalità che corre sotterranea per tutto il fumetto. Stilemi del tutto stravolti e ribaltati, e il tutto funziona, eccome.
    Unica pecca è u ...continua

    Per chi mastica supereroi da tempo, questo "Wanted" è stata una piacevole sorpresa per la carica di bastardaggine che permea tutto il fumetto e per l'originalità che corre sotterranea per tutto il fumetto. Stilemi del tutto stravolti e ribaltati, e il tutto funziona, eccome.
    Unica pecca è un po' l'atteggiamento gigioneggiante e autocelebrativo sempre sul fil del rasoio che "svacca" un po' nel finale.
    NOTA: è davvero inconcepibile come Hollywood sia riuscita a snaturare e rovinare sotto ogni aspetto questo fumetto nella sua trasposizione cinematografica.

    ha scritto il 

  • 4

    Il "Watchmen dei supercriminali" è una bella sberla... come quasi tutti i fumetti di Mark Millar: esplicito, anticonformista, eccessivo, originale, innovativo, ultraviolento, esagerato, "Wanted" non lascia indifferenti e si legge tutto d'un fiato. Si tratta di un fumetto di supereroi assolutament ...continua

    Il "Watchmen dei supercriminali" è una bella sberla... come quasi tutti i fumetti di Mark Millar: esplicito, anticonformista, eccessivo, originale, innovativo, ultraviolento, esagerato, "Wanted" non lascia indifferenti e si legge tutto d'un fiato. Si tratta di un fumetto di supereroi assolutamente fuori dagli schemi... anche solo per il fatto che di supereroi non c'è traccia! In generale ho preferito "Kick-ass"... di questo "Wanted" sinceramente ho odiato il fatto che la figura del protagonista sia stata ricalcata visivamente sulle fattezze di quel misero elemento che risponde allo stupido nome di Eminem, bah, una trovata davvero pessima. Millar è meglio di Bendis e Straczynski messi assieme, è il miglior scrittore di fumetti attualmente in circolazione, è il creatore di un paio di personaggi che rispondono al nome di Testa di M#### e Johnny Due C@@@@ ed è un genio anche solo per questo.

    ha scritto il 

  • 5

    Anticonformista, iconoclasta e brutale.Questa opera monumentale di Millar stravolge totalmete il mondo del fumetto supereroistico, un po' come aveva fatto Watchmen una quindicina di anni prima, seppur con mezzi diversi.Da evitare come la peste la trasposizione cinematografica con la Jolie, che co ...continua

    Anticonformista, iconoclasta e brutale.Questa opera monumentale di Millar stravolge totalmete il mondo del fumetto supereroistico, un po' come aveva fatto Watchmen una quindicina di anni prima, seppur con mezzi diversi.Da evitare come la peste la trasposizione cinematografica con la Jolie, che col fumetto c'entra poco o niente ed è pure bruttina

    ha scritto il 

  • 4

    Finalmente, un capolavoro irriverente!
    Questo fumetto è un po' il Trainspotting del comic supereroistico, sarcastico, tagliente, originale - perchè sembrerà banale, ma la questione buoni/cattivi come è raccontata qui non s'era mai vista - ed ha un finale metaletterario. Azione pura, ritmo in ...continua

    Finalmente, un capolavoro irriverente!
    Questo fumetto è un po' il Trainspotting del comic supereroistico, sarcastico, tagliente, originale - perchè sembrerà banale, ma la questione buoni/cattivi come è raccontata qui non s'era mai vista - ed ha un finale metaletterario. Azione pura, ritmo incalzante, personaggi vividi (e lividi), insomma, l'arroganza britannica torna a spaccare i cardini del comic americano!

    ha scritto il 

  • 1

    In Questo Crediamo, E Questo Facciamo.

    Giuro, mi ero lasciata quasi convincere che il fumetto sarebbe stato più bello del film, e sarà che io coi fumetti non ci azzecco proprio niente, ma alle diatribe interne dell'organizzazione mondiale dei super-criminali continuo a preferire i giustizieri che prendono ordini da un super-tel ...continua

    Giuro, mi ero lasciata quasi convincere che il fumetto sarebbe stato più bello del film, e sarà che io coi fumetti non ci azzecco proprio niente, ma alle diatribe interne dell'organizzazione mondiale dei super-criminali continuo a preferire i giustizieri che prendono ordini da un super-telaio e che fanno curvare i proiettili di novata gradi. ^^

    Se non sapessi che i proiettili viaggiano in linea retta e ti dicessi di sparare , cosa faresti?

    [Wanted, il film]

    ha scritto il 

  • 3

    Questo fumetto mi ricorda molto Fight Club, per storia, situazioni e personaggi.
    Violento senza mai nasconderlo, cattivo al punto giusto, dotato di non pochi spunti interessanti, rende la lettura piacevole e coinvolgente.

    Potrebbe risultare antipatico o eccessivo, ma vale la pena di c ...continua

    Questo fumetto mi ricorda molto Fight Club, per storia, situazioni e personaggi.
    Violento senza mai nasconderlo, cattivo al punto giusto, dotato di non pochi spunti interessanti, rende la lettura piacevole e coinvolgente.

    Potrebbe risultare antipatico o eccessivo, ma vale la pena di correre il rischio e provarlo ;)

    ha scritto il 

  • 3

    diciamoci la verità: quest'opera è abbastanza sopravvalutata. ok, è tanto figa e trendy nei suoi richiami (estetici e teorici) a Trainspotting e Fight Club, ma è nulla come disegno concetuale rispetto ad altre opere di Millar (su tutte Civil War).

    ha scritto il