Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Weconomy

L'economia riparte da noi

Di

Editore: Baldini Castoldi Dalai

4.2
(10)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 159 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8860738466 | Isbn-13: 9788860738462 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Business & Economics , Non-fiction

Ti piace Weconomy?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Più che un libro è una guida (cartacea) per vari luoghi concettuali e livelli di navigazione; anche dal pdv grafico è un tentativo di mettere su carta effetti web e ipertestuali; mi ha ricordato - anche esteticamente - La forma del futuro, di Bruce Sterling. Di fatto, si compra il cartaceo e si s ...continua

    Più che un libro è una guida (cartacea) per vari luoghi concettuali e livelli di navigazione; anche dal pdv grafico è un tentativo di mettere su carta effetti web e ipertestuali; mi ha ricordato - anche esteticamente - La forma del futuro, di Bruce Sterling. Di fatto, si compra il cartaceo e si scarica il libro digitale, poi si naviga in una marea di siti, documenti, associazioni..... Non ho ancora chiaro però se sia uno strumento efficace: inquadrare con lo smart-phone i bar-code presenti in molte pagine per scaricare documenti, video ecc. non facilita la concentrazione e non è così comodo; ma è molto simile a quanto spesso succede sul web, dove si passa sorvolando da un sito all'altro cogliendo titoli più che testi: io alla fine ho messo da parte una montagna di materiali, biografie e collegamenti web che non so quando riuscirò guardare. Comunque un bel tentativo....

    ha scritto il 

  • 0

    Chi divide perde, chi condivide vince

    Vabbè, gli antichi che erano bravi nel gioco di sintesi ne avevano già detto in proposito: l'unione fa la forza. Poi qualcuno ha cominciato a dire unione de che?, e dai terroni in su tutti si sono sentiti coinvolti, di fatto o no, dentro 'sto gioco delle parti.


    L'ho riletto in quest ...continua

    Vabbè, gli antichi che erano bravi nel gioco di sintesi ne avevano già detto in proposito: l'unione fa la forza. Poi qualcuno ha cominciato a dire unione de che?, e dai terroni in su tutti si sono sentiti coinvolti, di fatto o no, dentro 'sto gioco delle parti.

    L'ho riletto in questi giorni il libro (o meglio sistema passante, come si definisce da sé),, mi occorrevano alcuni spunti, sono infati al centro di un progetto il cui perno principale è propr il cambio di prospettiva e la dondivisione di slanci.... volevo curiosare in cerca di tracce.

    "We Conomy è un non libro, un oggetto, un territorio in comune per divulgare e consolidare idee, pensieri e azioni sul tema dell'innovazione collettiva."

    Già in questa descrizione c'è tutto.

    Il We è il noi, che dal, dal bordo, con la cultura digitale, sta imponendo nuove pratiche, più aperte, più partecipative, più trasparenti.

    Il We è anche la risposta al sistema economico come fino ad ora lo abbiamo conosciuto, chiuso su se stesso e con una visione egocentrica, con l'auspicio di un passaggio ad un sistema multiforme, in grado di aprire varchi e spiragli, ,comunque in grado di andare verso il futuro, per sperimentare."Da maneggiare rigorosamente a cervello e cuore accesi!"

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro stimolante

    E' un bel prodotto weconomy. E' stimolante nei contenuti e nella grafica. Ti fa venire in mente connessioni.
    In fondo è questo che mi aspetto da un libro specie se parla di cose che accadono intorno a noi.

    ha scritto il