Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Well-Schooled in Murder

By

Publisher: Bantam

3.8
(735)

Language:English | Number of Pages: 432 | Format: Mass Market Paperback | In other languages: (other languages) Italian , German , Spanish , French , Dutch , Norwegian , Swedish , Danish

Isbn-10: 0553287346 | Isbn-13: 9780553287349 | Publish date:  | Edition Reprint

Also available as: Hardcover , Paperback , Audio CD , Audio Cassette , eBook , Others

Category: Fiction & Literature , Horror , Mystery & Thrillers

Do you like Well-Schooled in Murder ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
When thirteen-year-old Matthew Whately goes missing from Bredgar Chambers, a prestigious public school in the heart of West Sussex, aristocratic Inspector Thomas Lynley receives a call for help from the lad's housemaster, who also happens to be an old school chum.  Thus, the inspector, his partner, Detective Sergeant Barbara Havers, and forensic scientist Simon Allcourt-St. James find themselves once again outside their jurisdiction and deeply involved in the search for a child--and then, tragically, for a child killer.  Questioning prefects, teachers, and pupils closest to the dead boy, Lynley and Havers sense that something extraordinarily evil is going on behind Bredgar Chambers's cloistered walls.  But as they begin to unlock the secrets of this closed society, the investigation into Matthew's death leads them perilously close to their own emotional wounds--and blinds them to the signs of another murder in the making....
Sorting by
  • 0

    In un tranquillo cimitero della campagna inglese viene ritrovato il corpo nudo del giovane Matthew Whateley, che prima di morire è stato legato e torturato con mozziconi di sigaretta. Matthew frequentava una celebre scuola dei dintorni, feudo di ricche famiglie eredi di immense fortune, ed è in q ...continue

    In un tranquillo cimitero della campagna inglese viene ritrovato il corpo nudo del giovane Matthew Whateley, che prima di morire è stato legato e torturato con mozziconi di sigaretta. Matthew frequentava una celebre scuola dei dintorni, feudo di ricche famiglie eredi di immense fortune, ed è in quella direzione che avviano le loro indagini l'ispettore Thomas Lynley e la sua assistente Barbara Havers. Tutto viene fatto con la massima discrezione ma soffocare lo scandalo è difficile. Le risposte da trovare sono tante: chi ha ucciso Matt, un ragazzo di origini proletarie arrivato lì grazie a una borsa di studio, e perché? Come mai il suo cadavere è stato portato al cimitero?

    said on 

  • 4

    avvincete, tecnicamente perfetto, tanto che definisco l'autrice "l'ingegnere del giallo".
    Non ci sono cinque stelle perchè c'è solo cronaca e non emozione.

    said on 

  • 5

    Lo stile british rimane impeccabile e affascinante.
    La George ci trascina in una storia complessa, ma descritta meravigliosamente.
    I rapporti umani sono i veri protagonisti di questo romanzo giallo con un Linley un po' depresso, ma che riesce a capire l'intricata faccenda anche se leg ...continue

    Lo stile british rimane impeccabile e affascinante.
    La George ci trascina in una storia complessa, ma descritta meravigliosamente.
    I rapporti umani sono i veri protagonisti di questo romanzo giallo con un Linley un po' depresso, ma che riesce a capire l'intricata faccenda anche se leggermente in ritardo.
    Voto pieno

    said on 

  • 4

    Scuola omicidi

    Letto due volte, la prima anni fa, dunque non avevo ricordi precisi sulla trama, ma ne avevo molti sull'impressione che il romanzo mi aveva lasciato: la sensazione di aver letto un libro incredibilmente avvincente, un giallo di prim'ordine. il mio giudizio non è cambiato, ma devo dire che questa ...continue

    Letto due volte, la prima anni fa, dunque non avevo ricordi precisi sulla trama, ma ne avevo molti sull'impressione che il romanzo mi aveva lasciato: la sensazione di aver letto un libro incredibilmente avvincente, un giallo di prim'ordine. il mio giudizio non è cambiato, ma devo dire che questa volta, complice probabilmente anche il tempo maggiore impiegato per completare la lettura, ne sono rimasta meno affascinata! Comunque un giallo consigliato agli amanti del genere :)

    said on 

  • 4

    Quattro e mezzo

    Lasciamo stare, per un attimo, la trama. Abbiamo un romanzo ambientato in una rigida, ma in decadenza, scuola superiore inglese: di quelle che dovrebbero formare "la nuova classe dirigente" e spalancare le porte di Cambridge o Eton agli studenti. Ora, chiunque sia stato in un collegio, pensionato ...continue

    Lasciamo stare, per un attimo, la trama. Abbiamo un romanzo ambientato in una rigida, ma in decadenza, scuola superiore inglese: di quelle che dovrebbero formare "la nuova classe dirigente" e spalancare le porte di Cambridge o Eton agli studenti. Ora, chiunque sia stato in un collegio, pensionato, studentato sa che più severe sono le regole cui attenersi, più queste vengono segretamente disattese; l'autrice centra il bersaglio indovinando l'ambientazione e attenendosi a questa semplice legge non scritta.
    Ennesimo ottimo libro della George, quindi: al suo cavallo di battaglia -la caratterizzazione psicologica dei personaggi- aggiunge una cupezza di fondo, derivante appunto dai segreti non detti e dalla reticenza tipica del college, una oliatissima trama principale cui si aggiungono via via sottotrame dolenti e mai gratuite, un'indagine (finalmente!) complessa ma che seguiamo passo passo, con relativi cul de sac e scarti laterali, un finale malinconico che sorprende, fino a un certo punto, e commuove.
    Che ci sappia fare, l'autrice americana per sbaglio (oltre all'ambientazione, prosa, trama, meccanismi narrativi sono tipicamente inglesi) è fatto assodato e non più dubitabile; curioso sarà, per me, leggere i suoi prossimi titoli per vedere fino a che punto riuscirà a mantenere uno standard qualitativo che sbalordisce e davanti al quale l'appassionato non può che levarsi, rispettosamente, il cappello.

    said on 

  • 4

    Da quella che viene definita la "nuova regina del mistery", davvero un bel giallo. Tante storie che si intrecciano e nessuna è lasciata cadere. Molta intensità, anche con momenti di commozione. L'ispettore Lynley (un Lord) e la sua sergente, Barbara Havers, che proviene dal popolo, sono una coppi ...continue

    Da quella che viene definita la "nuova regina del mistery", davvero un bel giallo. Tante storie che si intrecciano e nessuna è lasciata cadere. Molta intensità, anche con momenti di commozione. L'ispettore Lynley (un Lord) e la sua sergente, Barbara Havers, che proviene dal popolo, sono una coppia di investigatori affiata e molto interessante.

    said on 

  • 4

    La George mi piace sempre di più!!!

    La George mi piace sempre di più!!!
    I suoi gialli sono completi, questa è secondo me la parola più giusta; le ambientazioni sono molto belle e l'accuratezza con cui vengono descritte permette una facile immersione ed identificazione nella storia.
    Le storie che si dipanano lungo i lib ...continue

    La George mi piace sempre di più!!!
    I suoi gialli sono completi, questa è secondo me la parola più giusta; le ambientazioni sono molto belle e l'accuratezza con cui vengono descritte permette una facile immersione ed identificazione nella storia.
    Le storie che si dipanano lungo i libri sono sempre accattivanti, con finali mai banali, ma che non scadono nell'assurdo nel tentativo di sorprendere.
    Infine mi piace l'attenzione data al filo conduttore che è la storia dei protagonisti della saga, sempre curata ma in quella giusta dose per cui ne si riconosce l'importanza, ma resta sullo sfondo, lasciando in primo piano l'evolvere del caso in corso.

    said on 

Sorting by