Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Where the Wild Things are

By

Publisher: Red Fox

4.4
(598)

Language:English | Number of Pages: 48 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi traditional , German , Italian , Spanish , Catalan

Isbn-10: 0099408392 | Isbn-13: 9780099408390 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , School & Library Binding

Category: Children , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Do you like Where the Wild Things are ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Where the Wild Things Are is one of those truly rare books that can be enjoyed equally by a child and a grown-up. If you disagree, then it's been too long since you've attended a wild rumpus. Max dons his wolf suit in pursuit of some mischief and gets sent to bed without supper. Fortuitously, a forest grows in his room, allowing his wild rampage to continue unimpaired. Sendak's colour illustrations (perhaps his finest) are beautiful, and each turn of the page brings the discovery of a new wonder.

The wild things--with their mismatched parts and giant eyes--manage somehow to be scary-looking without ever really being scary; at times they're downright hilarious. Sendak's defiantly run-on sentences--one of his trademarks--lend the perfect touch of stream of consciousness to the tale, which floats between the land of dreams and a child's imagination.

This Sendak classic is more fun than you've ever had in a wolf's suit, giggle-stiflingly funny at times, and even manages to reaffirm the notion that there's no place like home.

Sorting by
  • 5

    Poche parole e bellissime immagini possono catturare l'attenzione dei bambini (e non!) più di un grande romanzo. E' la dimostrazione di quanto la semplicità sia spesso la dote migliore.

    said on 

  • 5

    Primo giorno di possesso, e i miei figli di 4 e 2 anni me l'hanno fatto leggere quattro volte (e sarebbero andati ancora oltre, se non mi fossi imposto...).

    Quindi le cinque stelle gliele hanno date loro...

    said on 

  • 5

    Tutti noi siamo stati Nel paese dei mostri selvaggi, più di una volta nella vita. È la terra che si solca quando ci si arrabbia, quando si perde il controllo e si dicono parole altrimenti impronunciabili.


    La nostra rabbia cresce (e in effetti, nella camera di Max, piante, alberi e r ...continue

    Tutti noi siamo stati Nel paese dei mostri selvaggi, più di una volta nella vita. È la terra che si solca quando ci si arrabbia, quando si perde il controllo e si dicono parole altrimenti impronunciabili.

    La nostra rabbia cresce (e in effetti, nella camera di Max, piante, alberi e rampicanti risalgono sui muri e sul letto in un'ascesa aggressiva e rapida, che termina nella "foresta", luogo per eccellenza dove si annidano mostri, animali pericolosi e paure), dopodiché ricerchiamo la solitudine (il viaggio in barca intrapreso dal bambino è una metafora della fuga in un testardo ascetismo verso luoghi inesplorati e solitari, lì dove nessuna delle persone che amiamo può raggiungerci); sull'isola poi familiarizziamo con creature raccapriccianti e violente, riversiamo tutta l'ira che ci ribolle in corpo (la ridda di Max e dei mostri ne è l'inequivocabile dimostrazione), sfoghiamo i nostri istinti più primitivi e atavici, esibiamo aggressività e vandalismo diventando i "re" della violenza...

    Leggi la recensione completa su:

    http://spulcialibri.blogspot.it/2013/04/nel-paese-dei-mostri-selvaggi-di.html

    said on 

  • 4

    Una vera e propria scoperta, i miei bimbi adorano questo libro nonostante il mio scetticismo.


    Non ho capito ancora come fa a catturare così tanto l'attenzione dei bimbi, ma una cosa è certa: ognuno di loro desidera sapere che dopo aver commesso il peggior disastro del mondo, dopo essere st ...continue

    Una vera e propria scoperta, i miei bimbi adorano questo libro nonostante il mio scetticismo.

    Non ho capito ancora come fa a catturare così tanto l'attenzione dei bimbi, ma una cosa è certa: ognuno di loro desidera sapere che dopo aver commesso il peggior disastro del mondo, dopo essere stati re di "All wild things" ci sarà comunque uno che "loves him best of all" e dopo un lungo e fantastico viaggio è proprio lì che ognuno di loro vuole tornare, in quella che grazie al cielo è la realtà (più forte e bella di qualunque fantasia) ... ma forse questo è il desiderio di tutti, anche nostro! Essere amati e stimati nonostante i nostri errori.

    Davvero un bel libro!

    Read here my complete review:
    http://faccioedisfo.blogspot.it/2012/12/let-wild-rumpus-start.html

    said on