Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Wittgenstein

Una guida

Di

Editore: Feltrinelli (UE, 2054)

3.9
(55)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 131 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 880772054X | Isbn-13: 9788807720543 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Philosophy

Ti piace Wittgenstein?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il volume costituisce una guida all'intera filosofia di Wittgenstein. Diviso in due ampi capitoli e organizzato in brevi sezioni e paragrafi, il libro affronta tutti i principali aspetti del pensiero di Wittgenstein: dalla sua concezione del lavoro filosofico al modo di intendere il rapporto tra filosofia e scienza: dall'atteggiamento nei confronti della modernità alla tensione etica che orienta il suo filosofare.
Ordina per
  • 0

    Illuminante

    Una guida essenziale per capire e orientarsi nella vasta opera di Wittgenstein. Ho amato questo filosofo negli anni dei miei corsi universitari di 'Estetica' ma rileggerlo dopo questa analisi di ...continua

    Una guida essenziale per capire e orientarsi nella vasta opera di Wittgenstein. Ho amato questo filosofo negli anni dei miei corsi universitari di 'Estetica' ma rileggerlo dopo questa analisi di Perissinotto e' stato davvero illuminante. E' una chiara introduzione, sintetica ma scrupolosa, sia del Tractatus che delle ultime lezioni. Importanti anche le note bibliografiche e i suggerimenti. Davvero un grande conoscitore ed esperto di Wittgenstein. Lo consiglio.

    ha scritto il 

  • 4

    il mondo è ciò che accade

    1.1 The world is the totality of facts, not of things.

    3.02 The thought contains the possibility of the state of affairs which it thinks. What is thinkable is also possible.

    4.001 The totality of ...continua

    1.1 The world is the totality of facts, not of things.

    3.02 The thought contains the possibility of the state of affairs which it thinks. What is thinkable is also possible.

    4.001 The totality of propositions is the language.

    5.156 Probability is a generalization.

    ha scritto il 

  • 4

    "Il come il mondo è, è affatto indifferente per ciò che è più alto"[...] un libro che contenesse l'intera descrizione del mondo conterrebbe "tutte le vere proposizioni possibili. Ma tutti i ...continua

    "Il come il mondo è, è affatto indifferente per ciò che è più alto"[...] un libro che contenesse l'intera descrizione del mondo conterrebbe "tutte le vere proposizioni possibili. Ma tutti i fatti descritti, sarebbero, per così dire, allo stesso livello, e, allo stesso modo, tutte le proposizioni. Non vi sono proposizioni che, in qualsiasi senso assoluto, sono sublimi, importanti o correnti" [...] E' forse sciolto un enigma dal fatto che io sopravviva in eterno? Non è forse questa vita eterna così enigmatica come la presente?"

    " Il mondo è tutto ciò che accade."

    " Ciò che appartiene all'essenza del mondo, il linguaggio non lo può esprimere[...]. Il linguaggio può dire soltanto ciò che possiamo figurarci anche altrimenti [...]. E la filosofia, se potesse dire qualcosa, dovrebbe descrivere l'essenza del mondo. Tuttavia l'essenza del linguaggio è un'immagine dell'essenza del mondo e la filosofia, come tutrice della grammatica, può cogliere effettivamente l'essenza del mondo; soltanto non entro enunciati del linguaggio, ma entro regole per quest'ultimo, che escludano combinazioni di segno insensati."

    ha scritto il 

  • 3

    Il buon vecchio Ludwig non si discute. Si mostra sempre con il carisma del genio: profondamente solo, spigoloso, innovativo e a tratti rivoluzionario nel pensiero, perentorio nel rivolgere critiche ...continua

    Il buon vecchio Ludwig non si discute. Si mostra sempre con il carisma del genio: profondamente solo, spigoloso, innovativo e a tratti rivoluzionario nel pensiero, perentorio nel rivolgere critiche ai colleghi e a se stesso, rigoroso e inquieto. Per quanto riguarda questa introduzione/guida, ho trovato estremamente sintetico, talvolta rapsodico, il metodo espositivo, avente sì il pregio di essere di veloce lettura, ma il difetto di sorvolare appena argomenti e tesi che io credo necessiterebbero di un'analisi e un'esposizione diluita su più pagine. Un'opera comunque buona che — benchè nella premessa l'autore sostenga di volersi rivolgere ad un "lettore non specialista" — necessita di un background filosofico relativamente solido per essere compresa nelle sue sfumature.

    ha scritto il