Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Women in Charge

Artiste inuit contemporanee / Inuit contemporary women artists / Artistes inuit contemporaines

Di

Editore: Officina Libraria

2.5
(2)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 72 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8889854650 | Isbn-13: 9788889854655 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Ti piace Women in Charge?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
I mutamenti radicali intervenuti nelle società inuit dell’Artico canadese, la scoperta della loro arte nel 1948, i maggiori contatti con la controparte canadese e in alcuni casi il trasferimento degli Inuit in città dell’Ontario e del Quebéc sono tra i fattori che hanno contribuito all’origine dell’espressione artistica delle donne inuit, favorendone l’affrancamento dal ruolo limitante di supporter del cacciatore. La grafica delle artiste di Cape Dorset – all’estremità sud ovest di Baffin Island, sullo Stretto di Hudson (Détroit d’Hudson) – trasmette in maniera aperta aspirazioni e valori legati al vissuto e memorie «tradizionali» e all’incontro con lo straniante habitat urbano, configurando «dinastie» artistiche che si tramandano di madre in figlia. Il grande interesse del mercato canadese e internazionale ha sollecitato l’amplificarsi di tale produzione e favorito l’emergere di alcune artiste, consacrate da mostre collettive e personali in autorevoli gallerie a Toronto e Montréal e dalla selezione di alcune di loro per rappresentare l’arte inuit contemporanea nell’ambito di eventi di rilievo internazionale, dalla Biennale di Montréal alle manifestazioni di Kassel nel 2007. È il caso di Annie Pootoogook (una sua personale al National Museum of the American Indian di New York si è appena conclusa) e di Ningeokuluk Teevee e Shuvinai Ashoona. La mostra di una cinquantina di opere, tra disegni e stampe, al Museo Nazionale Preistorico Etnografico "L. Pigorini" di Roma è la prima esposizione italiana dedicata alle artiste inuit, accompagnata dal catalogo trilingue curato da Elvira Stefania Tiberini e corredato dalle biografie delle artiste.