Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Woyzeck

con testo tedesco a fronte

Di

Editore: Marsilio

3.8
(239)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Inglese

Isbn-10: 8831751115 | Isbn-13: 9788831751117 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico

Genere: Education & Teaching , Fiction & Literature , Da consultazione

Ti piace Woyzeck?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 2

    Quest'opera letteraria è tanto breve quanto angosciante; lascia un senso d'angoscia e d'inquietudine come se ci si sentisse oppressi senza avere una via di fuga. La struttura frammentaria dell'opera, il fatto che sia incompiuta, l'essenzialità dei personaggi e dei dialoghi aumentano questo senso ...continua

    Quest'opera letteraria è tanto breve quanto angosciante; lascia un senso d'angoscia e d'inquietudine come se ci si sentisse oppressi senza avere una via di fuga. La struttura frammentaria dell'opera, il fatto che sia incompiuta, l'essenzialità dei personaggi e dei dialoghi aumentano questo senso d'irrequietezza. Il lettore percepisce l'angoscia del personaggio principale, Woyzeck, un soldato che tutti fanno sentire sbagliato: dal capitano che lo usa come barbiere facendolo sentire moralmente povero e ridicolizzandolo spesso, dal medico che lo paga per utilizzarlo come cavia umana e dalla sua amante, con la quale ha avuto un figlio, che lo tradisce. Tutto spinge Woyzeck, povero cristo che non ha mai fatto del male a nessuno, a sentirsi sbagliato, inadeguato alla vita e inizia ad avere allucinazione e sentire voci che lo spingono a commettere prima un omicidio e poi il suicidio.

    Jeder Mensch ist ein Abgrund; es schwindelt einem, wenn man hinabsieht.

    Gli ho dato solo due stelle perché non sopporto i libri che mi angosciano, ma è un'opera valida che merita di essere letta soprattutto se si è interessati alla letteratura tedesca del diciannovesimo secolo.

    ha scritto il 

  • 4

    Capolavoro in frammenti e in formato poket

    L'edizione Marsilio è fantastica! Straconsiglio non solo per la traduzione e la presenza del testo originale a fronte, ma soprattutto per introduzione, apparato di note, appendici e commenti critici: informativi e ad acuti senza prolissità e troppi accademismi.
    Se dovete comprare una copia, scegl ...continua

    L'edizione Marsilio è fantastica! Straconsiglio non solo per la traduzione e la presenza del testo originale a fronte, ma soprattutto per introduzione, apparato di note, appendici e commenti critici: informativi e ad acuti senza prolissità e troppi accademismi. Se dovete comprare una copia, scegliete quest'edizione, credo che aiuterà anche il lettore profano ad apprezzare l'opera più di quanto non farebbe senza i materiali critici.

    ha scritto il 

  • 0

    12 ottobre. Sciopero e tanti saluti

    sei mai andato a teatro e dentro c'erano decine e decine
    di sbirri?


    e magari a teatro davano un'opera non proprio
    tranquilla, pacifica, leggera,


    ma un testo cattivo, cattivo, cattivo
    e tu seduto in platea ridi e bestemmi ridi e


    bestemmi [sei cattivo]
    quando esci passi dava ...continua

    sei mai andato a teatro e dentro c'erano decine e decine di sbirri?

    e magari a teatro davano un'opera non proprio tranquilla, pacifica, leggera,

    ma un testo cattivo, cattivo, cattivo e tu seduto in platea ridi e bestemmi ridi e

    bestemmi [sei cattivo] quando esci passi davanti alle divise

    a casa al telefono toccherà difenderti ma perché sei così puerile, ti dirà

    infatti, perché dirai tu nel telefonino in un mercatino di libri usati incroci uno

    ride e ti fa sempre sta mania dei libri mondo porco e tu gli fai eh, sì, ma prima o

    poi finirà [lui non l'ha mica presa bene. pensava forse, il tipo, di essere immortale?]

    [basta sempre con il manicheismo da guerra fredda dice. e io, in teoria, le dò ragione.

    revelli tanti anni fa diceva le due destre] [voi però avete rotto i coglioni. guarda, le

    ho detto mentalmente perché ero troppo stanco, se domani posso salire in bici, andare in stazione

    salire su un treno e andare a lavorare, e sul treno diosantissimo, leggere qualcosa, io per me

    sono felice] [tu, ha concluso lei, sei troppo ambizioso]

    ha scritto il 

  • 4

    Der Vorläufer des Expressionismus

    Woyzeck, il povero diavolo, l'essere alienato e calpestato da tutti e la sua ansia esistenziale, il male di vivere, il suo Urschrei. Il giovanissimo Büchner, con quest'opera, anticipa magistralmente l'Espressionismo di qualche decennio.

    ha scritto il 

  • 4

    "- nonna racconta una storia
    - venite qua marmocchie! c'era una volta un povero bambinello e non aveva nè babbo nè mamma, tutti erano morti e non c'era più nessuno al mondo. tutto era morto, e il poverino si mise a camminare e cercò giorno e notte. e siccome sulla terra non c'era più nessuno, gli ...continua

    "- nonna racconta una storia - venite qua marmocchie! c'era una volta un povero bambinello e non aveva nè babbo nè mamma, tutti erano morti e non c'era più nessuno al mondo. tutto era morto, e il poverino si mise a camminare e cercò giorno e notte. e siccome sulla terra non c'era più nessuno, gli venne in mente di andare in cielo, e la luna lo guardava tanto gentile; e come finalmente arrivò sulla luna, era un pezzo di legno marcio. allora andò dal sole, e quando arrivò sul sole era un girasole appassito. e come andò sulle stelle, erano dei moscerini dorati che stavano infilzati sul cielo, come li infilza sugli spini col becco l'avèrla rossa. e come volle ritornare sulla terra, la terra era un porto demolito. e lui era rimasto solo solo, allora s'è seduto e s'è messo a piangere, e sta ancora solo in un cantuccio e piange"

    ha scritto il 

  • 4

    Storia cupa e delirante di un assassinio

    È inquietante la consapevolezza con cui viene riportata la confusione interiore, il disagio psichico di Franz Woyzeck, per non parlare dell'assassinio, durante il quale ogni coltellata viene trasposta sul piano metaforico della penetrazione sessuale. Ed infatti l'adulterio è ciò che, assieme alla ...continua

    È inquietante la consapevolezza con cui viene riportata la confusione interiore, il disagio psichico di Franz Woyzeck, per non parlare dell'assassinio, durante il quale ogni coltellata viene trasposta sul piano metaforico della penetrazione sessuale. Ed infatti l'adulterio è ciò che, assieme alla pazzia, suggerisce a Franz questo omicidio efferato.

    ha scritto il 

  • 4

    L'ho letto consigliato da un attore che da anni lo mette in scena in diverse varianti,in realtà una prima lettura mi ha lasciato basita,l'ho riletto con calma lasciandomi spiegare il senso dalle note...


    è difficile, forse ci sono più significati e spiegazioni in quello non scritto, piuttos ...continua

    L'ho letto consigliato da un attore che da anni lo mette in scena in diverse varianti,in realtà una prima lettura mi ha lasciato basita,l'ho riletto con calma lasciandomi spiegare il senso dalle note...

    è difficile, forse ci sono più significati e spiegazioni in quello non scritto, piuttosto che nelle parole stesse. confesso che mi sento molto ignorante di fronte a Buchner.

    ha scritto il 

  • 4

    Testo intenso e misterioso che si nutre della sua frammentarietà e incompiutezza dovuta alla prematura morte dell’autore. Mi ha stupito come righe così ricche e battute spesso lapidarie dietro le quali si percepisce visionarietà, surrealismo e un mondo sconosciuto traboccante di sentimenti e filo ...continua

    Testo intenso e misterioso che si nutre della sua frammentarietà e incompiutezza dovuta alla prematura morte dell’autore. Mi ha stupito come righe così ricche e battute spesso lapidarie dietro le quali si percepisce visionarietà, surrealismo e un mondo sconosciuto traboccante di sentimenti e filosofia possano essere state generate da un ventiquattrenne. Dramma difficile, proprio perché tanto ermetico quanto aperto. Molto bella l’edizione curata dalla Garzanti che riporta non solo il testo a fronte ma anche il libretto d’opera che Alban Berg ha ricavato dallo stesso manoscritto e soprattutto due bei saggi introduttivi ai due testi e un’ampia sezione di note fondamentali per una migliore comprensione dell’opera stessa.

    ha scritto il 

  • 4

    Alcuni appunti:


    Woyzeck è un incompiuto, ci è pervenuto manoscritto in abbozzi che non sempre sono facilmente collocabili in ordine cronologico.


    E' la prima opera letteraria tedesca che affronta i problemi del proletariato, un'opera eccezionalmente moderna, i personaggi del popolo n ...continua

    Alcuni appunti:

    Woyzeck è un incompiuto, ci è pervenuto manoscritto in abbozzi che non sempre sono facilmente collocabili in ordine cronologico.

    E' la prima opera letteraria tedesca che affronta i problemi del proletariato, un'opera eccezionalmente moderna, i personaggi del popolo non hanno sicurezze assolute, ma sono afflitti dal dubbio, il loro linguaggio è insufficiente a esprimere il loro tormento, che per questo è ancora più grande.

    Georg Büchner morì a 23 anni. George Steiner scrive di lui in "Morte della tragedia": "Se fosse vissuto più a lungo, forse la storia del dramma europeo sarebbe stata diversa" e "Senza Büchner forse non avremmo avuto un Brecht".

    ha scritto il 

  • 0

    Nonostante le dichiarazioni del traduttore, espresse in una lunga premessa, ho trovato la traduzione troppo morbida e con evidenti alterazioni ritmiche rispetto all'originale a fronte.
    Si sa che le problematiche di traduzione sono molteplici ma l'allungamento e l'arrotondamento delle battute mi ...continua

    Nonostante le dichiarazioni del traduttore, espresse in una lunga premessa, ho trovato la traduzione troppo morbida e con evidenti alterazioni ritmiche rispetto all'originale a fronte. Si sa che le problematiche di traduzione sono molteplici ma l'allungamento e l'arrotondamento delle battute mi sembra che in qualche modo tradisca troppo il testo di Buchner.

    ha scritto il 

Ordina per