Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Written on the Body

By

Publisher: Vintage

3.8
(1743)

Language:English | Number of Pages: 192 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Spanish , German , Italian , French

Isbn-10: 0679744479 | Isbn-13: 9780679744474 | Publish date:  | Edition Reprint

Also available as: Hardcover , eBook , Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Gay & Lesbian

Do you like Written on the Body ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
The most beguilingly seductive novel to date from the author of The Passion and Sexing the Cherry. Winterson chronicles the consuming affair between the narrator, who is given neither name nor gender, and the beloved, a complex and confused married woman. "At once a love story and a philosophical meditation."--New York Times Book Review.
Sorting by
  • 0

    Riletto dopo 15 anni circa

    Rileggere un libro che è piaciuto nel passato è sempre un rischio. Si cambia, con gli anni, cambiano le mode, i gusti, la personalità, le esperienze fatte. Potrebbe non avere più lo stesso effetto sub ...continue

    Rileggere un libro che è piaciuto nel passato è sempre un rischio. Si cambia, con gli anni, cambiano le mode, i gusti, la personalità, le esperienze fatte. Potrebbe non avere più lo stesso effetto sublime della prima volta. Ho ripreso in mano SCRITTO SUL CORPO perché volevo vedere se era ancora bello come me lo ricordavo, essendo passati diversi anni dalla prima lettura. Non ha tradito assolutamente le mie aspettative. L’ho trovato ancora incantevole, travolgente, passionale, forse anche più della prima volta. Scrittura scorrevole, termini semplici ma mai banali. Una storia d’amore impetuosa, affascinante, conturbante, proprio come l’amore dovrebbe essere, viscerale, carnale, sanguigno. Assolutamente 5 su 5.

    said on 

  • 3

    AMORE TOTALIZZANTE

    Amore amore amore. Ai malati d'amore, a chi vive il tormento emotivo della tempesta che scaraventa le membra e l'anima, agli accecati dalla luce del Kaos emozionale. A loro scrive la Winterson, nel gi ...continue

    Amore amore amore. Ai malati d'amore, a chi vive il tormento emotivo della tempesta che scaraventa le membra e l'anima, agli accecati dalla luce del Kaos emozionale. A loro scrive la Winterson, nel gioco ambiguo della sessualità non rivelata dell'io narrante, muovendosi abilmente nelle piaghe erotiche delle pagine di un libro laddove il corpo è proiezione del tormento dell'anima che ama. Ama sì, perché l'amore è il leitmotiv del libro, amore ibrido insieme corporeo e spirituale, amore-amore quindi. Amore.
    Consigliato a chi ha intenzione di passare il tempo ad annotare le frasi cariche di pathos della Winterson e non è interessato alla trama in sé del libro, che diventa secondaria. Consigliato a chi è talmente innamorato che ha bisogno di parlare d'amore persino con le pagine di un libro.

    said on 

  • 5

    Un libro bellissimo, che, a parer mio, non può essere compreso da tutti. A tratti Jeanette Winterson sembra far poesia, più che prosa. La scelta dell'autrice di celare l'identità sessuale dell'io narr ...continue

    Un libro bellissimo, che, a parer mio, non può essere compreso da tutti. A tratti Jeanette Winterson sembra far poesia, più che prosa. La scelta dell'autrice di celare l'identità sessuale dell'io narrante è molto significativa; chiunque può ritrovarsi in questo personaggio, chiunque può ritrovare in questa storia d'amore la propria storia, senza doversi soffermare sulle preferenze sessuali. L'io narrante e la donna da questo amata vanno ben oltre l'identità sessuale, non sono un uomo e una donna o due donne, sono semplicemente due individui che si amano. L'amore è sempre amore.

    said on 

  • 2

    Jeanette, jamais!

    Portare avanti un romanzo per bocca di un io narrante di cui intenzionalmente viene taciuta la sessualità, sembra un frivolo gioco erotico messo in atto con perseveranza, ma riuscito male.

    said on 

  • 5

    Questo rientra nella categoria 'Libri da divorare che finiscono per divorarti'. Trascinata, sbattuta a terra, ferita, risorta, risprofondata, turbata, eccitata, toccata nel profondo, emozionata, trist ...continue

    Questo rientra nella categoria 'Libri da divorare che finiscono per divorarti'. Trascinata, sbattuta a terra, ferita, risorta, risprofondata, turbata, eccitata, toccata nel profondo, emozionata, triste, al settimo cielo, sfinita. Tutto questo e ancor di più mi sono ritrovata a vivere in queste ricche pagine, piene di quelle pazzesche montagne russe che sono l'amore ma soprattutto la follia di certi amori. Nei suoi lati migliori mi ci sono ritrovata, avendo la fortuna di vivere da qualche anno il grande amore, quello che tutti dovrebbero avere la fortuna di incontrare nella vita, quello che ti toglie il fiato e ti fa sospirare nonostante tutto e tutti. Leggete questo libro. E' pieno di vita, anche nelle sue parti più terribili e dolorose.

    said on 

  • 5

    Perché è la perdita la misura dell'amore?
    Non piove da tre mesi. Gli alberi scavano sonde sottoterra, inviano radici di riserva nel suolo arido, radici che aprono come fossero rasoi ogni vena gonfia d ...continue

    Perché è la perdita la misura dell'amore?
    Non piove da tre mesi. Gli alberi scavano sonde sottoterra, inviano radici di riserva nel suolo arido, radici che aprono come fossero rasoi ogni vena gonfia d'acqua. I grappoli si sono appassiti sulle viti. Ciò che dovrebbe essere turgido e sodo, resistente al tatto per aprirsi in bocca, è spugnoso e piagato. Quest'anno non avrò il piacere di rigirare gli acini bluastri fra indice e pollice e di impregnarmi di muschio il palmo della mano. Perfino le vespe sdegnano quelle esili gocce marroni. perfino le vespe, quest'anno. Non è stato sempre così.
    Penso a un certo settembre: Colombaccio Farfalla Rossa Messe Gialla Notte Arancio. Dicesti: «ti amo». Com'è che la cosa meno originale che sappiamo dirci è tuttavia la sola che desideriamo sentire? "Ti amo" è sempre una citazione. Non sei stata tu a dirlo per la prima volta e nemmeno io, eppure, quando lo dici tu e quando lo dico io, siamo come dei selvaggi che hanno scoperto due parole e le venerano. Io le ho venerate, ma adesso mi ritrovo nella solitudine di una roccia scavata dal mio stesso corpo.

    said on 

  • 4

    Ci sono passaggi perfetti. Scrivere d'amore non è facile, il rischio di cadere nel patetico è sempre presente. Invece qui non accade mai, anzi la sorpresa che lascia a bocca aperta è frequente e merav ...continue

    Ci sono passaggi perfetti. Scrivere d'amore non è facile, il rischio di cadere nel patetico è sempre presente. Invece qui non accade mai, anzi la sorpresa che lascia a bocca aperta è frequente e meravigliosa. Come nell'incipit che dà immediatamente la direzione dell'intero romanzo.

    said on 

  • 0

    Questo è un libro strano... O, per meglio dire: intrigante.

    L'autrice scrive in prima persona, ma fino all'ultimo non è chiaro se l'io narrante sia un uomo o una donna. A volte parla di sé al maschile ...continue

    Questo è un libro strano... O, per meglio dire: intrigante.

    L'autrice scrive in prima persona, ma fino all'ultimo non è chiaro se l'io narrante sia un uomo o una donna. A volte parla di sé al maschile; altre, al femminile. Ma non è solo questo a caratterizzare particolare Il libro: questo, infatti, è un susseguirsi rapido di pensieri, cui seguono i dialoghi: talvolta evidenziati nel modo corretto (con le virgolette), altre volte, si tratta di un rapido scambio di battute nella mente del(la) protagonista: pensieri che parlano di amori eterosessuali, relazioni tra lesbiche, o comunque extraconiugali. Sono, insomma, gli ingredienti adatti a rendere questo testo enigmatico, tale da suscitare domande, riflessioni e contraddizioni nella mente del lettore che, andando avanti nella narrazione - grazie allo stile di scrittura adottato dalla scrittrice - si ritrova coinvolto nella vicenda.

    said on 

  • 0

    “Io ho ferito te e tu hai ferito me, rompendo i capillari screziati di sangue. Canali sottili come un capello che corrono fra arterie e vene, vasi sanguigni ramificati che scrivono il desiderio del co ...continue

    “Io ho ferito te e tu hai ferito me, rompendo i capillari screziati di sangue. Canali sottili come un capello che corrono fra arterie e vene, vasi sanguigni ramificati che scrivono il desiderio del corpo.”

    said on 

Sorting by