Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Yo confieso

By

Publisher: Destino

4.3
(205)

Language:Español | Number of Pages: 1000 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Catalan , German , Italian , French

Isbn-10: 8423345084 | Isbn-13: 9788423345083 | Publish date:  | Edition 1

Translator: Rosa Alapont

Also available as: Hardcover , Others

Category: Fiction & Literature , History , Philosophy

Do you like Yo confieso ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Si la tienda de antigüedades de la familia es todo un universo para el niño Adrià, el despacho del padre es el centro de ese universo y su tesoro más preciado un magnífico violín Storioni, en cuyo estuche aún se aprecia la sombra de un crimen cometido muchos años atrás. La infancia y la adolescencia de Adrià, llena de preguntas sin respuesta, de juegos solitarios y de falta de calor, está dedicada al estudio de la historia y de las lenguas, tal como quiere el padre, y a la práctica del violín, siguiendo los deseos de la madre. Pero un accidente acabará con la vida del padre, sumiendo a Adrià en un estado de culpabilidad y llenando su mundo de secretos y turbios misterios que tardará muchos años en despejar.

Una novela ambiciosa, monumental y maravillosa que nos habla del poder, el dolor y la penitencia, el mal y la redención, la venganza, el amor, la culpa y la posibilidad del perdón, y que de la mano de una escritura brillante y a través de una imponente historia recorre los momentos estelares de la historia occidental.
Sorting by
  • 5

    complesso ma eccezionale

    E' molto difficile fare una recensione su questo libro, perchè è un'opera con 10 opere all'interno, è una specie di puzzle che si compone piano piano partendo da 10 o 12 o forse più spunti di storie diverse. La storia principale è la confessione di Adrià Ardevol, che narra la sua via dall'inizio ...continue

    E' molto difficile fare una recensione su questo libro, perchè è un'opera con 10 opere all'interno, è una specie di puzzle che si compone piano piano partendo da 10 o 12 o forse più spunti di storie diverse. La storia principale è la confessione di Adrià Ardevol, che narra la sua via dall'inizio alla fine. Le altre sono storie collegate al suo violino Vial e al suo amico Bernat e alla sua amata Sara (o Sava o Savva). Credo che tutte le storie inserite e incastrate dentro il filo del romanzo siano delle invenzioni della mente di Adrià che si raccontava storie. Cmq è stupendo. Scritto in maniera impeccabile e perfettamente circolare (nonostante l'autore lo dichiari incompiuto). Mi sono divertita, entusiasmata, preoccupata, commossa... il tutto in queste quasi 800 pagine. E' da rileggere, per essere capito.

    said on 

  • 5

    Io Confesso di Jaume Cabrè
    Recensione difficile, difficilissima da scrivere. Ho lasciato passare parecchi giorni prima di farla, sia per il ventaglio di emozioni che mi ha lasciato il libro che per l’entusiasmo che mi ha colto per avere scoperto un autore che finalmente merita tutta la fa ...continue

    Io Confesso di Jaume Cabrè
    Recensione difficile, difficilissima da scrivere. Ho lasciato passare parecchi giorni prima di farla, sia per il ventaglio di emozioni che mi ha lasciato il libro che per l’entusiasmo che mi ha colto per avere scoperto un autore che finalmente merita tutta la fatica delle oltre 600 pp di cui è costituito il libro.
    Scrittore potente, di razza, Cabrè vanta una solidissima tecnica narrativa che gli permette continui sbalzi temporali in avanti ed indietro nel tempo, senza sbavature e senza che questo appesantisca minimamente la lettura o la confonda. A questo va aggiunta l’originalissima trovata narrativa di utilizzare nella stessa pagina la prima e la terza persona che si alternano tra di loro.
    Un ventaglio amplissimo di personaggi che vanno dal XV sec ai giorni nostri si susseguono e si rincorrono durante tutto il libro, spariscono interrompendo la loro narrazione per riprenderla cinquanta pagine più in là quando finalmente acquista luce e si capisce quello che è successo cinquanta pagine prima.
    Una sorta di puzzle che avvince e lascia con il fiato sospeso (pur non essendo assolutamente un giallo) fino all’ultima pagina
    Ma a parte le grandi capacità tecniche, (decisamente rare ai giorni nostri…) Cabrè dimostra di saper maneggiare temi “enormi” quali il dolore, la colpa, la responsabilità individuale, l’amore, così come andrebbero trattati; in maniera asciutta, essenziale, senza “sbavature” retoriche, rispettandone il mistero, (cosa difficilissima quando si approcciano questi argomenti) ed accompagnando per mano il lettore attraverso un percorso fatto di mille domande e di rarissime risposte.
    Consigliato? Consigliatissimo!! Anzi direi proprio da non perdere

    said on 

  • 4

    Una reflexión acerca del efecto del Mal sobre quien lo ejerce y sobre quien lo sufre; la culpa por las cosas que se hicieron y por las que se quedaron sin hacer. Por obra u omisión: confíteor. Este libro me ha dejado un sabor agridulce, creo que si se hubiera escrito de una manera más convenciona ...continue

    Una reflexión acerca del efecto del Mal sobre quien lo ejerce y sobre quien lo sufre; la culpa por las cosas que se hicieron y por las que se quedaron sin hacer. Por obra u omisión: confíteor. Este libro me ha dejado un sabor agridulce, creo que si se hubiera escrito de una manera más convencional lo habría disfrutado más. Hay que reconocer que la forma de narrar es poco usual y le da una vertiente de singularidad. ¿Original? Sí. ¿Lioso? También.
    http://buscapina7.blogspot.com.es/2014/10/yo-confieso.html

    said on 

  • 5

    Consigliato

    Leggere questo romanzo è stato un piacere dalla prima all'ultima pagina.
    La vita di Adrià Ardèvol si mischia a quella di moltissimi personaggi che ruotano al vero protagonista della storia: un violino storioni. L'autore ci riporta al Medioevo, passando per il Nazismo e il dopo guerra, per a ...continue

    Leggere questo romanzo è stato un piacere dalla prima all'ultima pagina.
    La vita di Adrià Ardèvol si mischia a quella di moltissimi personaggi che ruotano al vero protagonista della storia: un violino storioni. L'autore ci riporta al Medioevo, passando per il Nazismo e il dopo guerra, per arrivare ai giorni nostri. L'io narrante è in continuo cambiamento, e questo porta il lettore a saltare da un'epoca all'altra con continui feedback e rivelazioni finali.
    Lettura super consigliata.

    said on 

  • 5

    Tante vite condensate in una lunghissima lettera scritta per raccontarsi ma, soprattutto, per impedire alla morte di cancellare il ricordo di un amore intenso e sofferto. Un'esistenza trascorsa a cercare una soddisfazione impossibile, perché ognuno di noi insegue sempre quello che non ha. Novello ...continue

    Tante vite condensate in una lunghissima lettera scritta per raccontarsi ma, soprattutto, per impedire alla morte di cancellare il ricordo di un amore intenso e sofferto. Un'esistenza trascorsa a cercare una soddisfazione impossibile, perché ognuno di noi insegue sempre quello che non ha. Novello Faust, la sete di conoscenza si traduce in studio continuo e in continuo desiderare, per scoprire che non possediamo gli oggetti. Siamo noi ad appartenere ad essi. Manoscritti, gioielli, libri, quadri, passano di mano in mano, sopravvivono alla morte dei proprietari e vivono tante vite, pronti a raccontarle a chi sa ascoltare. Ovunque, nelle storie che si intrecciano, il tentativo di comprendere il male e la convinzione che la sua origine sia nell'uomo, nelle sue scelte più o meno consapevoli. Il male a volte si eredita, col senso di colpa da cui nessuno di noi è libero. E nel racconto di Adria passato e presente (il suo e quello di molti altri personaggi) si fondono in un unico tempo sospeso, con l'urgenza di chi sa che occorre fare in fretta, perché il futuro ha la forma confusa dell'oblio.

    said on 

  • 3

    Es uno de esos libros originales, que te sorprenden cuando descubres la historia. Sin embargo ha sido muy confuso, un libro con párrafos repetidos (literalmente) con saltos repentinos en el tiempo…, donde nada parece tener relación y luego todo encaja. En el fondo tiene un no sé qué que te hac ...continue

    Es uno de esos libros originales, que te sorprenden cuando descubres la historia. Sin embargo ha sido muy confuso, un libro con párrafos repetidos (literalmente) con saltos repentinos en el tiempo…, donde nada parece tener relación y luego todo encaja. En el fondo tiene un no sé qué que te hace seguir leyendo, creo que es porque a medida que vas pasando páginas vas intuyendo que en el final tendrás la respuesta que necesitas.

    said on 

  • 5

    Credo che Jaume Cabrè sia uno dei più grandi scrittori contemporanei e quest'opera è forse il suo capolavoro. La profondità dell'indagine psicologica, il rigore dei temi filosofici trattati, la disperata riflessione sulla vita e sulla natura umana coinvolgono il lettore suscitando emozioni di str ...continue

    Credo che Jaume Cabrè sia uno dei più grandi scrittori contemporanei e quest'opera è forse il suo capolavoro. La profondità dell'indagine psicologica, il rigore dei temi filosofici trattati, la disperata riflessione sulla vita e sulla natura umana coinvolgono il lettore suscitando emozioni di straordinaria intensità. E che dire del rigore stilistico, della accuratezza della struttura narrativa, della capacità di intrecciare tempi e situazioni con fluidità...insomma, un testo da rileggere più volte per coglierne a fondo le infinite sfumature.

    said on 

  • 5

    Me lo sono gustato pagina per pagina, parola per parola, come sempre i libri di Cabrè sono densi, intelligenti, a volte complicati da seguire (da un secolo all'altro, da una storia all'altra da una frase all'altra senza avviso) ma decisamente perfetti

    said on 

  • 4

    Se trata de un puzzle enorme, desde el inicio están todas las imagenes a la vista,(presente, pasado y futuro conviven) y da la sensación de que se van cogiendo diferentes piezas, se miran y se intentan colocar. De ésta forma pasamos de pasajes que saltan en el tiempo y el espacio de forma continu ...continue

    Se trata de un puzzle enorme, desde el inicio están todas las imagenes a la vista,(presente, pasado y futuro conviven) y da la sensación de que se van cogiendo diferentes piezas, se miran y se intentan colocar. De ésta forma pasamos de pasajes que saltan en el tiempo y el espacio de forma continua, hay pasajes más confusos, unos más bellos, otros que parecen atascar la historia, historias que se repiten(literalmente leemos parrafos repetidos) o que incluso empiezan la frase en el siglo XX y continuan dos siglos atrás sin aparente salto. Es una lectura que exige una atención especial al lector y que puede alejar a aquel que busque algo más lineal.,pero para el que le guste disfrutar de lecturas con un algo diferente, va a disfrutar completando un puzzle, que va rellenando todos los espacios,formando una imagen con muchos claroscuras y que va a explicar incluso el por qué de la existencia del mismo puzzle. Emociòn,intriga, confusión,... son sensaciones a disfrutar o padecer, en una novela, que exige un punto de atención, pero que sabe agradecer con creces el esfuerzo.

    said on