Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Yo mato

By

Publisher: Círculo de Lectores

3.8
(10903)

Language:Español | Number of Pages: 605 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Italian , Portuguese , English

Isbn-10: 8467210893 | Isbn-13: 9788467210897 | Publish date: 

Also available as: Paperback

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like Yo mato ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Frank Ottobre, agente especial del FBI, sigue atormentado por el turbio suicidio de su esposa. Retirado del cuerpo, pasa los días en Montecarlo roído por los remordimientos. Pero la aparición de un macabro asesino en serie que aterroriza al Principado arrancando las caras a sus víctimas, y que ha sumido a la policía en el desconcierto y la impotencia, quizá le dé la oportunidad de superar los fantasmas de su pasado.
Sorting by
  • 2

    Troppo prolisso

    Troppo prolisso, personaggi di scarso carattere e coincidenze troppo letterarie. Confidavo molto di più in Faletti. Peccato.

    said on 

  • 2

    troppo lungo e prolisso

    erano anni che non facevo così tanta fatica a leggere un libro, quasi un mese per finirlo!
    Faletti, pace all'anima sua, si perde troppo in descrizioni e allontana totalmente l'attenzione alla storia p ...continue

    erano anni che non facevo così tanta fatica a leggere un libro, quasi un mese per finirlo!
    Faletti, pace all'anima sua, si perde troppo in descrizioni e allontana totalmente l'attenzione alla storia principale: il serial killer e i suoi omicidi.
    Per quanto questa storia sia interessante, la modalità di scrittura non coinvolge, annoia e porta il lettore a distrarsi facilmente , anche il finale lento lento... a mio parere troppo lungo e con più di 200 pagine inutili!

    said on 

  • 3

    Bella trama ma personaggi banali.

    È un thriller incalzante che senza dubbio riesce a tenere alta l'attenzione del lettore fino alla fine ma i personaggi mi sono apparsi piuttosto banali; al termine della lettura non ci si sente parti ...continue

    È un thriller incalzante che senza dubbio riesce a tenere alta l'attenzione del lettore fino alla fine ma i personaggi mi sono apparsi piuttosto banali; al termine della lettura non ci si sente particolarmente legati a nessuno dei protagonisti, cosa che invece mi è capitato spesso con altri romanzi.

    http://www.mr-loto.it/recensioni/io-uccido.html

    said on 

  • 4

    Mi è venuta voglia di rileggerlo e pur sapendo l'identità del serial killer la lettura è stata piacevole. Davvero buono come primo romanzo!

    said on 

  • 5

    Un romanzo veramente avvincente e pieno di suspense; lo stile è semplice ma totalmente coinvolgente perché caratterizzato da descrizioni accurate ed incalzanti sia delle azioni che dei personaggi. Ino ...continue

    Un romanzo veramente avvincente e pieno di suspense; lo stile è semplice ma totalmente coinvolgente perché caratterizzato da descrizioni accurate ed incalzanti sia delle azioni che dei personaggi. Inoltre, nonostante Faletti si dilunghi molto in queste sue descrizioni, queste non risultano affatto noiose. Ciò che rende il libro ancora più interessante è il fatto che, anche dopo aver scoperto chi è l'assassino, la storia non si conclude affatto. Insomma è un romanzo ricco di colpi di scena ed a tratti romantico, consigliato assolutamente a chi ama il genere thriller.

    said on 

  • 0

    Forse con qualche pagina in meno...

    Una Bella storia ed anche piuttosto originale. Alcune pagine descrittive un po' pesanti e ripetitive, forse una sforbiciatina per renderlo un po' meno lungo non ci sarebbe stata male.

    said on 

  • 3

    Almeno 200 pagine di troppo

    Manca il lavoro di labor limae di almeno un 200 pagine. Ho rischiato di abbandonarlo dopo la "scoperta" dell'assassino (e mancava ancora molto alla fine del libro). Thriller ben costruito e raccontato ...continue

    Manca il lavoro di labor limae di almeno un 200 pagine. Ho rischiato di abbandonarlo dopo la "scoperta" dell'assassino (e mancava ancora molto alla fine del libro). Thriller ben costruito e raccontato con una scrittura fluida, semplice ma ricca di metafore azzeccate.

    said on 

  • 4

    Le persone non sono mai come sembrano!!

    Veramente eccezionale questo thriller psicologico di Giorgio Faletti, che ci racconta una storia sconvolgente e che lascia il segno nell'animo del lettore.. Già la citazione che sta all'inizio del lib ...continue

    Veramente eccezionale questo thriller psicologico di Giorgio Faletti, che ci racconta una storia sconvolgente e che lascia il segno nell'animo del lettore.. Già la citazione che sta all'inizio del libro ha il sapore sinistro della distruzione dell'uomo...la riporto integralmente, perchè mi ha molto impressionato: ("Per la strada va la morte, incoronata di fiori d'arancio appassiti. Canta e canta una canzone sulla sua chitarra bianca...e canta e canta e canta." Federico Garcia Lorca). Quest'immagine già mette i brividi; è la storia di un serial killer , che una notte manda un messaggio telefonico a un'emittente radiofonica, spiegando che lui non può dormire, perchè il suo male lo divora. E continua dicendo "Io uccido" ed è l'inizio di una serie di omicidi efferati e compiuti apparentemente senza ragione...Nonostante l'impegno costante della polizia, occorrerà molto tempo prima che l'intricata matassa si dipani e il colpevole venga assicurato alla giustizia.
    Nel frattempo molte persone avranno perso la vita e anche alcuni poliziotti saranno stati sacrificati per amore della ricerca della verità.
    Il finale inatteso e imprevedibile ci fornisce un'utile lezione di vita: attenti a chi ci mettiamo accanto, spesso il serial killer si nasconde nei panni del vicino di casa, dell'amico o del collega di lavoro.
    Consiglio questo libro a tutti coloro che sono appassionati di gialli, di thriller escludendo ovviamente i paurosi e le persone ipersensibili..."la follia che genera follia" potrebbe suscitare a coloro dei brutti sogni...
    Consigliato, pur con le riserve che ho espresso.
    Saluti.
    Ginseng666

    said on 

Sorting by
Sorting by