Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Yubikiri

La promessa

Di

Editore: Panini Comics - Planet Manga

3.9
(72)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 192 | Formato: Tascabile economico

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Comics & Graphic Novels , Romance , Teens

Ti piace Yubikiri?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Come si fa a non sentirsi soli? Hinako Ashihara, l'autrice di splendidi shojo come PIECE e LA CLESSIDRA, torna con un nuovo volume di storie complete sullo struggente tema della solitudine. Tre adolescenti, tre diversi modi di porsi davanti allo stesso problema, ma una sola soluzione. Che si chiama amore.
Ordina per
  • 4

    3 e mezzo

    Il volume racconta tre storie brevi, i disegni sono molto tipici per questa mangaka e le storie non brillano più di tanto.
    La promessa: storia che da il titolo al volume racconta la storia di una ragazza che preferirebbe non vivere che incontra un ragazzo che le tenderà una mano.
    La figlia del cu ...continua

    Il volume racconta tre storie brevi, i disegni sono molto tipici per questa mangaka e le storie non brillano più di tanto. La promessa: storia che da il titolo al volume racconta la storia di una ragazza che preferirebbe non vivere che incontra un ragazzo che le tenderà una mano. La figlia del cuculo: è la storia di una ragazza, figlia dell'amante del padre, che si innamora sempre della persona sbagliata, più che mai stavolta di un uomo sposato... 60 giorni: Mancano 60 giorni per il trasferimento di Madoka, poco gliene importa perchè non ha legato e non ha problemi ad andarse ma.. proprio in quei sessanta giorni le cose cambieranno...

    ha scritto il 

  • 5

    Siamo ancora lontani da quei capolavori che saranno SOS o La forma delle nuovole, ma questo volumetto ormai un po' datato (correva l'anno 2002) rimane comunque una lettura piacevole. Un maggiore approfondimento non avrebbe fatto male, ma non per questo mi sento di stroncarlo.


    Innanzi tutto ...continua

    Siamo ancora lontani da quei capolavori che saranno SOS o La forma delle nuovole, ma questo volumetto ormai un po' datato (correva l'anno 2002) rimane comunque una lettura piacevole. Un maggiore approfondimento non avrebbe fatto male, ma non per questo mi sento di stroncarlo.

    Innanzi tutto i disegni sono sempre piacevoli ed emozionanti, e se per una volta non è la solita malinconia a farla da padrone io non mi lamento troppo XD XD

    Nonostante dia il nome al volume, la prima storia è quella che mi è piaciuta di meno. Certo, Hongo è un amore (molto Daigo in questo...), ma non mi è piaciuta la superficialità con cui l'autrice ha trattato il tema del suicidio. Anzi sono rimasta alquanto sbalordita, soprattutto se penso che al tema della debolezza d'animo e della salvezza la Ashihara ha dedicato un'intera opera in 10 volumi. Certo, forse qui il messaggio voleva essere più positivo, ma cmq mi ha infastidito il far dire alla protagonista "non capisco perchè sia sbagliato suicidarsi" O.o

    La seconda storia invece non mi è dispiaciuta, ma è quella che ho trovato più accelerata, mentre la terza mi ha convinto di più perchè ho provato una certa affinità con la protagonista (anch'io talvolta preferisco i libri alla compagnia...) e avrei davvero voluto che gli fosse stato dedicato più spazio.

    ha scritto il 

  • 4

    ho sentito parlare abbastanza male di yukibiri, l'ho preso convinta che l'avrei rivenduto, invece l'ho trovato una lettura piacevole. le storie sono ben organizzate, considerando sempre il poco spazio disponibile...

    ha scritto il 

  • 4

    Come ogni opera della Ahihara, anche questo volume unico si fa leggere e apprezzare. E' del 2002, perciò piuttosto datato; non siamo ancora ai livelli di opere successive ma i temi sono già in nuce ( apatia-solitudine-problemi relazionali) e c'è la solita malinconia a go-go.
    Le storie. La prima n ...continua

    Come ogni opera della Ahihara, anche questo volume unico si fa leggere e apprezzare. E' del 2002, perciò piuttosto datato; non siamo ancora ai livelli di opere successive ma i temi sono già in nuce ( apatia-solitudine-problemi relazionali) e c'è la solita malinconia a go-go. Le storie. La prima non brilla per originalità ma non mi è sembrata così superficiale nel suo svolgimento. Peccato per la conclusione, felice ma abbastanza banalotta! La seconda invece è meno prevedibile rispetto alla precedente e piuttosto verosimile, purtroppo però non ho retto la protagonista, che sinceramente il più delle volte per me era da badilata sui denti XD Ma antipatia soggettiva a parte, l'episodio è profondo e molto, molto credibile in generale. Carina, infine, la storia sui 60 giorni. Mi è spiaciuto sia stata così breve: secondo me avrebbe potuto benissimo diventare una serie più lunghetta XP

    ha scritto il 

  • 3

    Volume unico. L'autrice già la conoscevo, la stessa di La Clessidra, Sos, La luna e il lago e La forma delle nuvole. Di tutti i volumi unici letti di questa mangaka, questo è stato l'unico ad avermi delusa. Non è stata una brutta lettura, questo no, ma assolutamente niente di speciale. Storie abb ...continua

    Volume unico. L'autrice già la conoscevo, la stessa di La Clessidra, Sos, La luna e il lago e La forma delle nuvole. Di tutti i volumi unici letti di questa mangaka, questo è stato l'unico ad avermi delusa. Non è stata una brutta lettura, questo no, ma assolutamente niente di speciale. Storie abbastanza banali, poco profonde. Mettendo a confronto questo volume con altri sfornati della Ashihara, si nota una netta differenza, non solo a carattere di disegno, ma anche a carattere di profondità delle storie. Molto più ricche e intense quelle degli altri volumi.

    ha scritto il 

  • 4

    Questa autrice è l'unica shojo mangaka che riesco ad apprezzare... e per questo le do quattro stelline per queste storie brevi, anche se non vedo l'ora che esca il prossimo numero di Piece =)

    ha scritto il 

  • 4

    Grazioso

    Un volumetto corto corto con tre storie brevi al suo interno.
    Vicende piuttosto semplici, ma tratteggiate con dolcezza, senza fretta, senza caos, disegni leggeri, limpidi nel tratto, freschi come le storie che raccontano.
    Forse non è un capolavoro di introspezione, sebbene a me i caratteri siano ...continua

    Un volumetto corto corto con tre storie brevi al suo interno. Vicende piuttosto semplici, ma tratteggiate con dolcezza, senza fretta, senza caos, disegni leggeri, limpidi nel tratto, freschi come le storie che raccontano. Forse non è un capolavoro di introspezione, sebbene a me i caratteri siano sembrati particolari e ben analizzati, non certo il classico lavoro superficiale, le storie non sono complesse, ma vicende dolci. Sarà che questo genere di storie mi piacciono, sarà che il modo di narrare di questa autrice ha tutta la mia approvazione, ma a me è piaciuto. Unica pecca, la brevità delle storie e del loro contenuto, mi sarebbe piaciuto che ce ne fossero di più, 3 è un po' pochino. Direi che vale il prezzo per una lettura leggera, non impegnativa, ma che dà davvero una boccata d'aria fresca e giovanile, una giovinezza tranquilla che fa apparire dolce e semplice perfino l'adolescenza.

    ha scritto il