Yucatan

Di

Editore: Mondadori

2.9
(1011)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 236 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Francese

Isbn-10: 8804494441 | Isbn-13: 9788804494447 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Viaggi

Ti piace Yucatan?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Un grande regista, il suo assistente Dave, un produttore cinematografico e tregiovani amiche si trovano insieme, per la prima volta, in un magico viaggio inMessico, il loro cuore sospeso nell'attesa di una rivelazione decisiva, laverità che da troppo tempo manca lungo la loro strada. Tra Los Angeles e ilMessico, quella di "Yucatan" è un'avventura che diventa sempre più una partitacon il mistero, in cui De Carlo racconta il suo ultimo viaggio con il grandeFederico Fellini. E attorno a loro scorre un mondo che a tratti si mostra,come per incanto, senza veli.
Ordina per
  • 3

    Non è il solido De Carlo in questo romanzo, che è composto dal 70% di verità e il restante fantasia, così almeno dice De Carlo nella prefazione. Ed è proprio per questo che è un libro diverso dai suoi ...continua

    Non è il solido De Carlo in questo romanzo, che è composto dal 70% di verità e il restante fantasia, così almeno dice De Carlo nella prefazione. Ed è proprio per questo che è un libro diverso dai suoi soliti libri, perchè racconta il viaggio che De Carlo ha compiuto insieme a Federico Fellini per incontrare il famoso e misterioso Casteneda, è successo veramente, e Fellini si è pure incavolato di brutto quando ha saputo che AdC aveva scritto un libro sulla vicenda perchè avrebbe voluto fare un film Fellini stesso, al quale poi a rinunciato. In ogni caso il libro si leggere scorrevole come l'acqua, e penso che se c'è un messaggio sia L'importante è il viaggio non la metà-
    Per una vicenda così bizzarra il finale è azzeccato secondo me.

    ha scritto il 

  • 1

    orrendo

    Tanto amo De Carlo, quanto mi ha fatto schifo questo libro. Non ha senso, non ha una fine, non ci sono nemmeno i nomi veri delle piramidi nello Yucatan... Lasciate perdere.

    ha scritto il 

  • 2

    In molti mi avevano detto "auguri" a legger questo autore, perché non scrive bene, quindi ho cominciato il libro un po' titubante, invece mi è piaciuto fino a che non ho letto il finale.... ma quale f ...continua

    In molti mi avevano detto "auguri" a legger questo autore, perché non scrive bene, quindi ho cominciato il libro un po' titubante, invece mi è piaciuto fino a che non ho letto il finale.... ma quale finale io non l'ho capito!!!!!!!!

    ha scritto il 

  • 0

    Uno di quei libri che dimostrano che spesso gli artisti fanno viaggi " ultra sensoriali " Ma questi vanno fatti per bene e saputi trasferire tra le righe Sapore di incompiuto e non convinto....allora ...continua

    Uno di quei libri che dimostrano che spesso gli artisti fanno viaggi " ultra sensoriali " Ma questi vanno fatti per bene e saputi trasferire tra le righe Sapore di incompiuto e non convinto....allora perché pubblicarlo lo stesso? Per cercare di capire attraverso il lettore cosa si intendeva scrivere?

    ha scritto il 

  • 2

    " il segreto è sapere che assolutamente tutto è irrilevante, amori e attività e rapporti e sentimenti, paesaggi, desideri, progetti, eccetera.sono solo paccottaglia, sono oggettini kitsch buttati in g ...continua

    " il segreto è sapere che assolutamente tutto è irrilevante, amori e attività e rapporti e sentimenti, paesaggi, desideri, progetti, eccetera.sono solo paccottaglia, sono oggettini kitsch buttati in giro. il segreto è non esserci. "

    ha scritto il 

  • 3

    Troppo inconsistente ed evanescente sia come storia che come messaggio. Non sembra il solito De Carlo e anche la scrittura non è quella sua inconfondibile alla quale ci ha abituato.

    ha scritto il 

  • 0

    Nell'introduzione l'Autore scrive:"Questo è il mio libro meno capito, di tutti quelli che ho scritto... è rimasto un senso di perplessità... c'è un senso di non-spiegato, non-chiarito fino in fondo". ...continua

    Nell'introduzione l'Autore scrive:"Questo è il mio libro meno capito, di tutti quelli che ho scritto... è rimasto un senso di perplessità... c'è un senso di non-spiegato, non-chiarito fino in fondo". Ha ragione!

    ha scritto il 

Ordina per