Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Zed

Storie di Kappa n. 145

Di ,

Editore: Star Comics

3.3
(27)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 192 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000015294 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Comics & Graphic Novels , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Zed?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Apparso millenni or sono su Kappa Magazine, ZED di Katsuhiro Otomo e Tai Okada inaugura la Nuova Era di Storie di Kappa, che proporrà esclusivamente volumi di lusso da libreria, grandi autori, storie autoconclusive o ‘micro’-serie. Seconda incarnazione degli intenti di Kappa Magazine di proporre un tipo di manga autoriale ma contemporaneamente ‘da leggere’ con grande piacere. Ultimi anni del XX Secolo: per accudire gli anziani non autosufficienti viene creato un dispositivo robotico dotato di Intelligenza Artificiale, e viene testato sul vecchio Kujiro. Ma succede qualcosa di molto strano, nel momento in cui la giovane infermiera Haruko, contraria a questo genere di esperimenti, scopre che la macchina inizia a credere di essere la moglie del vecchietto, scatenandosi per le vie della città! Una nuova, rivoluzionaria visione del Giappone moderno vista attraverso l’occhio lucido e freddo di Katsuhiro “Akira” Otomo!
Ordina per
  • 2

    Otomo si butta via con questa sceneggiatura distaccata e frettolosa.
    La storia non ingrana e riguarda un tema (originale) troppo impegnativo per un solo volume.
    Il disegno è godibile nella rappresentazione delle figure umane ma totalmente confusionario in quella dei macchinari (effett ...continua

    Otomo si butta via con questa sceneggiatura distaccata e frettolosa.
    La storia non ingrana e riguarda un tema (originale) troppo impegnativo per un solo volume.
    Il disegno è godibile nella rappresentazione delle figure umane ma totalmente confusionario in quella dei macchinari (effetto forse voluto?).
    Lettura noiosa.

    ha scritto il