Zinque bici, do veci e una galina con do teste

Di ,

Editore: Nativi

4.2
(9)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 154 | Formato: Paperback

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Umorismo

Ti piace Zinque bici, do veci e una galina con do teste?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    forse il miglior libro di Diego Manna, la rivelazione del panorama letterario triestino degli ultimi anni. spassosissimo, come sempre, Manna, dopo aver inventato il triestin-english, questa volta scri ...continua

    forse il miglior libro di Diego Manna, la rivelazione del panorama letterario triestino degli ultimi anni. spassosissimo, come sempre, Manna, dopo aver inventato il triestin-english, questa volta scrive esclusivamente in dialetto, anzi in un doppio dialetto, quello di oggi e quello di una volta. il primo, più giovanile, lo adotta per raccontare un viaggio in bici da Trieste a Budapest con quattro amici nell'estate 2011. il secondo, un po' attempato, lo mette in bocca a due allegri anziani triestini che, tra un capitolo e l'altro del resoconto ciclistico, davanti a un bicchiere di terrano si raccontano e ci raccontano delle divertentissime e un po' surreali storielle da osteria. d'altro canto, come spiega nella prefazione, il dialetto, come ogni lingua, muta, perde qualcosa, guadagna qualcosaltro, rispecchia i cambiamenti della società e dei tempi.
    a sorpresa, tra una battuta e l'altra (si ride davvero di gusto dalla prima all'ultima pagina), Manna inserisce qualche pillola di filosofia, dal concetto di vita slow racchiuso nell'immagine, semplicissima, di un viaggio composto di "pici passi" al confronto tra la natura del cane e quella del gatto.

    ps: spassosissime anche le vignette di Michele Zazzara, ormai fedele compagno d'avventura di Manna

    ha scritto il 

  • 3

    Me lo ha consigliato Cionn uno dei protagonisti del libro.
    Davvero spassoso in alcuni tratti, comunque perfetto sotto l'ombrellone.
    La scrittura in dialetto lo rende poco adatto ad un pubblico "cosmop ...continua

    Me lo ha consigliato Cionn uno dei protagonisti del libro.
    Davvero spassoso in alcuni tratti, comunque perfetto sotto l'ombrellone.
    La scrittura in dialetto lo rende poco adatto ad un pubblico "cosmopolita".

    ha scritto il