Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 320 | Formato: Altri

Isbn-10: 8842816604 | Isbn-13: 9788842816607 | Data di pubblicazione: 

Genere: Fiction & Literature , History

Ti piace Zita?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    Ci sono libri che lasciano il segno. Ci sono libri che ti lasciano a bocca aperta. Ci sono libri che ti trasportano tra le parole come in un volo su una verde valle alpina con il vento tra i capelli. ...continua

    Ci sono libri che lasciano il segno. Ci sono libri che ti lasciano a bocca aperta. Ci sono libri che ti trasportano tra le parole come in un volo su una verde valle alpina con il vento tra i capelli. 'Zita' è uno di quelli.

    Il commento completo lo trovi su http://iltopocongliocchiali.blogspot.it/2012/06/zita.html

    ha scritto il 

  • 5

    Zita non si ferma mai!

    Zita ti prende per mano e accompagnandoti nella sua vita avventurosa ti fa rivivere mezzo secolo di storia. Il suo amico Carlo la racconta teneramente e di lei dice: "C'è da fidarsi di Zita: ti ...continua

    Zita ti prende per mano e accompagnandoti nella sua vita avventurosa ti fa rivivere mezzo secolo di storia. Il suo amico Carlo la racconta teneramente e di lei dice: "C'è da fidarsi di Zita: ti mette nei guai ma non ti annoia mai!

    ha scritto il 

  • 4

    Mi è piaciuto perchè percorre un pezzo di storia italiana che ho vissuto anch'io ed in cui mi ritrovo, ma anche per la delicatezza da innamorato di chi ha scritto su Zita.

    ha scritto il 

  • 1

    Inutile, superficiale nella scrittura e nella storia. Comprato solo perchè conservavo un buon ricordo del "figlio della professoressa Colomba" e ho creduto nella promettente fascetta di ...continua

    Inutile, superficiale nella scrittura e nella storia. Comprato solo perchè conservavo un buon ricordo del "figlio della professoressa Colomba" e ho creduto nella promettente fascetta di presentazione...... Una vera fregatura.

    ha scritto il 

  • 2

    Solo due stelle per questo romanzo, e stavolta la colpa è di chi ha scritto la quarta. Spacciato per una storia divertentissima, si riduce al racconto della vita piuttosto banalotta e inverosimile ...continua

    Solo due stelle per questo romanzo, e stavolta la colpa è di chi ha scritto la quarta. Spacciato per una storia divertentissima, si riduce al racconto della vita piuttosto banalotta e inverosimile di una borghese, sfiorata dal '68, che attraversa con una leggerezza e una (forse finta) ingenuità, che a mio parere svilisce anche la serietà di quello che è stato. Passa attraverso la storia travagliata di un paese,l'Iran, anche qui sfiorando temi piuttosto importanti, come fossero un film. STorie spacciate per esilaranti, di una banalità sconcertante.

    ha scritto il 

  • 3

    racconto un pò leggerino che cerca, prendendo a pretesto la vita avventurosa di Zita, di comporre uno spaccato della storia dell'Italia degli ultimi 50 anni. In pratica, lo scrittore mette insieme ...continua

    racconto un pò leggerino che cerca, prendendo a pretesto la vita avventurosa di Zita, di comporre uno spaccato della storia dell'Italia degli ultimi 50 anni. In pratica, lo scrittore mette insieme tanti piccoli episodi che, raccontati con taglio giornalistico, dovrebbero fare il ritratto di questa nostra "pasionaria" di fine secolo. Ci riesce solo in parte, privilegiando l'aspetto del racconto degli avvenimenti a scapito dell'introspezione, in definitiva conosciamo ciò che Zita ha combinato in giro per il mondo mentre invece sappiamo molto poco di ciò che pensa, sente, le emozioni che ha provato, i dolori le gioie e quanto possa essere l'aspetto interiore del personaggio. Il tutto risulta quindi un collage di episodi che sicuramente sono stati importanti per la storia del nostro paese e non solo, ma che, forse anche volutamente, rimangono fine a se stessi, slegati dal contesto organico del racconto.

    ha scritto il 

  • 0

    Rivoluzionaria, latitante, combattente, ricca e borghese. Attraversa la storia degli anni settanta il personaggio del primo romanzo di Enrico Deaglio: Zita. E arriva fino a noi, ai primi ...continua

    Rivoluzionaria, latitante, combattente, ricca e borghese. Attraversa la storia degli anni settanta il personaggio del primo romanzo di Enrico Deaglio: Zita. E arriva fino a noi, ai primi centocinquantanni d’italia, in cui dopo una vita intera spesa nella ricerca di un ideale assoluto Zita fa il bilancio della sua vita all’ombra della mole Antonelliana e dell’anniversario del primo Parlamento unito.

    http://www.lacompagniadellibro.tv2000.it/home_la_compagnia_del_libro/00000129_Home_.html

    ha scritto il