Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Zoya

La mia storia

Di ,

Editore: Sperling Paperback

3.9
(32)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 8882746224 | Isbn-13: 9788882746223 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1ª ed.

Genere: Biography , Social Science

Ti piace Zoya?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Afghanistan: un paese a lungo martoriato dalle occupazioni straniere, dalle lotte intestine, dal governo fondamentalista. In questo inferno, una ragazza ha giurato sul cadavere di un'altra di combattere i soprusi e la violenza, in ogni loro forma. Zoya, questo è il suo nome, è la meno romantica e più vera delle eroine: nata nel 1978 a Kabul, è infatti una militante della Rawa, l'associazione rivoluzionaria delle donne afghane che ha sempre cercato di strappare la popolazione all'analfabetismo, alle malattie, alla morte. Questa è la sua testimonianza: il resoconto lucido, consapevole e sofferto delle sopraffazioni e degli abusi perpetrati per anni nel suo paese.
Ordina per
  • 4

    La più autentica testimonianza di storie che l'Occidente non vuole ascoltare.

    Chiunque si vanti di sapere di storia, non può non aver letto questo libro. E' la storia di una Donna coraggiosa, insieme alla storia dolorosa di tutte le donne afghane.
    Manzoni e Unamuno scrivevano che la storia non è soltanto quella dei grandi condottieri, dei re o, in questo caso, dei taleban ...continua

    Chiunque si vanti di sapere di storia, non può non aver letto questo libro. E' la storia di una Donna coraggiosa, insieme alla storia dolorosa di tutte le donne afghane. Manzoni e Unamuno scrivevano che la storia non è soltanto quella dei grandi condottieri, dei re o, in questo caso, dei talebani, degli invasori stranieri: la storia è la vita di tutti quelli che sono costretti a subire decisioni di qualcun altro. Zoya non ci risparmia alcun dettaglio, nemmeno il più scabroso, ed è proprio questo quello che fa di questo libro la più autentica testimonianza di storie che l'Occidente non vuole ascoltare.

    ha scritto il 

  • 4

    Una giovane donna afgana racconta la sua rinuncia ad avere una vita "normale" , attivista nella Rawa dedica la sua vita alla tutela delle donne: grande coraggio e grande ammirazione per lei.Brava!!

    ha scritto il 

  • 0

    Mi vergogno ad aver aspettato così tanto prima di leggere il libro della carissima Zoya!Conosciuta nel 2001 e solo nel 2009 ho letto la sua autobiografia.... shame on me!!!
    Se avessi avuto una bambina, da grande sarebbe diventata membro Rawa.... il maschio invece sarà un simpatizzante!!!
    Speriamo ...continua

    Mi vergogno ad aver aspettato così tanto prima di leggere il libro della carissima Zoya!Conosciuta nel 2001 e solo nel 2009 ho letto la sua autobiografia.... shame on me!!! Se avessi avuto una bambina, da grande sarebbe diventata membro Rawa.... il maschio invece sarà un simpatizzante!!! Speriamo che il libro riceva qualche riconoscimento al Festival Letteratura di Mantova edizione 2010. Zoya sei una grande!!!!

    ha scritto il