Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

aNobii

Il tarlo della lettura

Di

Editore: Rizzoli

3.7
(396)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 493 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8817036927 | Isbn-13: 9788817036924 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Fiction & Literature , Da consultazione

Ti piace aNobii?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il tarlo della lettura raccoglie il meglio del meglio di aNobii, il social network esclusivamente dedicato alla lettura: 600 recensioni scritte da 333 autori diversi; i cento libri più votati dagli utenti con le cinque recensioni più votate per ciascuno, e poi le playlist dei recensori, cento bonus track e tantissime «rotte per i naviganti» per attraversare questo libro in molti modi, viaggiando tra le pagine un po’ come si naviga nel web. Per scoprire così autori nuovi o nuovi punti di vista su libri che conosciamo (o credevamo di conoscere) da una vita. Qui leggerete cose arbitrarie e urticanti, del tutto personali, talvolta folgoranti nella loro immediatezza: così è la vita, così sono i libri, e i Lettori. A proposito: troverete, soprattutto, cose che si capiscono, dette con una voce in cui il parlare è davvero "sì, sì, no, no", perché il di più, per gli aNobiani militanti, viene dal Maligno.

-----------------------------------

aNobii (così chiamato dal nome dell'Anobium punctatum, il "tarlo della carta") è un social network dedicato ai libri e ai lettori: si può tenere traccia dei libri letti e in lettura (il database ha superato ormai i 12 milioni di titoli), esplorare le librerie degli utenti, scambiarsi idee, creare liste dei desideri. E, soprattutto, si possono commentare i libri letti. Questo volume raccoglie il meglio del meglio di aNobii, secondo il rating stabilito dagli utenti stessi. Da Larsson a Pirandello, da Nabokov a Barbery, Palahniuk, Kundera, Paletti, Pennac, Calvino, Rowling, Saviano, Messe, Eco, Brown, Benni, Hosseini, Ammaniti, Hemingway, Tolkien, Meyer, Coelho: classici senza tempo e bestseller sono qui raccolti in "playlist" e commentati con la competenza di lettori straordinariamente brillanti e la freschezza della totale gratuità. La stroncatura e l'entusiasmo si nutrono della passione autentica di chi i libri li divora.
Ordina per
  • 3

    Premetto: se fosse stato per la presentazione alla Biblioteca Sormani non avrei mai comprato il libro. Una roba tristissima, moscia e distaccata. L'unico con l'anima era il rappresentante di Emergenc ...continua

    Premetto: se fosse stato per la presentazione alla Biblioteca Sormani non avrei mai comprato il libro. Una roba tristissima, moscia e distaccata. L'unico con l'anima era il rappresentante di Emergency. Infatti, uscita da lì, ho pensato che Emergency se li meritava proprio tutti i 18 euro, mica solo il 7%! Poi però ho pensato che nella libreria conservo libri di cui mi importa assai meno del Tarlo. Poi ho pensato che dentro al Tarlo ci sono moltissimi commenti che ho letto, apprezzato e votato e che averceli su carta, per una che i libri li vuole toccare, annusare e sfogliare e anche solo rimirare sullo scaffale di legno del salotto, può averci un suo senso e una sua motivazione. Tanto più che quel prodotto cartaceo racconta quell'altra mia passione libresca: Anobii. Poi c'ha ragione Procyon: qualche commento interessante, sfuggito nei vagabondaggi virtuali, magari finisci per pescarlo sulla carta; quella faccenda della lettura trasversale non a portata di mouse è vera, così come è vero che il libro fotografa abbastanza bene la realtà di questa virtualità che è Anobii. E' vero, mancano commenti a molti libri che ho amato, ma che non hanno venduto abbastanza, mancano molte recensioni che avrei spolliciato non una, ma, se si fosse potuto, almeno 10 volte. Ho solo due appunti: sarà che sono una talpa, ma faccio fatica a decifrare i caratteri con cui è scritto il libro; in previsione di un eventuale tarlo due, le recensioni si faranno sempre più simili a quelle della critica ufficiale, saranno meno spontanee, più accattivanti, pià piacione. I soldi a Emergency glieli mando lo stesso.

    ha scritto il 

  • 4

    Ho trovato tanti spunti

    Ho trovato per puro caso questo libro nella biblioteca del mio paese, sono iscritta ad anobii da diverso tempo, non sapevo nulla della sua esistenza. L ho preso in prestito e ho avuto una piacevole le ...continua

    Ho trovato per puro caso questo libro nella biblioteca del mio paese, sono iscritta ad anobii da diverso tempo, non sapevo nulla della sua esistenza. L ho preso in prestito e ho avuto una piacevole lettura ma in particolare ho potuto trarne tanti spunti per letture future in quanto alcuni libri non li ho letti, poi ho potuto ritrovare titoli di libri letti tempo fa ma dimenticati. L ho trovata una simpatica idea...

    ha scritto il 

  • 5

    Quando ho scoperto questo libro, sono andato da un'amica e gli ho detto, parlando di libri: Ho scoperto un sito... E lei: Anobii.
    Tentativo di approccio fallimentare, ma almeno ho riscoperto il piacer ...continua

    Quando ho scoperto questo libro, sono andato da un'amica e gli ho detto, parlando di libri: Ho scoperto un sito... E lei: Anobii.
    Tentativo di approccio fallimentare, ma almeno ho riscoperto il piacere della lettura, in questo momento che ho tanto tempo per leggere.

    ha scritto il 

  • 1

    scrivo quello che hanno scritto anche altri: che senso ha pubblicare un libro con centinaia di recensioni che si trovano già sul sito di anobii? non ha nessun senso!

    ha scritto il 

  • 3

    Bluffton, Carolina del sud

    E'un paesone di 15000 abitanti. Se vi recate da quelle parti potete acquistare il giornale locale "Bluffton today". Un quotidiano che possiede una caratteristica unica: Non è scritto da giornalisti. M ...continua

    E'un paesone di 15000 abitanti. Se vi recate da quelle parti potete acquistare il giornale locale "Bluffton today". Un quotidiano che possiede una caratteristica unica: Non è scritto da giornalisti. Ma dai suoi concittadini, che inviano i loro articoli attraverso il sito web BlufftonToday.com. I migliori vengono selezionati e stampati sul giornale. Questo quotidiano ha segnato una svolta storica ed è riuscito a rompere il tabù che vedeva i soli giornalisti essere gli unici gestori e mediatori delle informazioni. Più o meno la stessa cosa stanno realizzando siti come Anobii nei confronti della critica letteraria. E i lettori come i cittadini di Bluffton non sono più passivi e alla mercè dei consigli (disinteressati o marchettari) dei critici di professione, ma possono dire la loro e consigliare o no un determinato libro. Anche qui, i più bravi, o i più influenti, hanno più spazio e le loro recensioni vengono votate secono il giudizio che ne danno gli altri lettori. Tutto questo a me piace molto.

    ha scritto il 

Ordina per