al-Nabī

By

4.0
(5431)

Language: العربية | Number of Pages: 208 | Format: Others | In other languages: (other languages) Chi traditional , English , Spanish , Chi simplified , Italian , French , German , Portuguese , Norwegian , Dutch , Swedish , Romanian , Afrikaans

Isbn-10: 9953781346 | Isbn-13: 9789953781341 | Publish date: 

Category: Fiction & Literature , Philosophy , Religion & Spirituality

Do you like al-Nabī ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 0

    Qualcuno potrebbe anche dire che a tratti appare scontato, e considerando quanti anni fa è stato scritto forse ci può anche stare, il punto è che o stiamo messi talmente male noi, ma intanto quello ch ...continue

    Qualcuno potrebbe anche dire che a tratti appare scontato, e considerando quanti anni fa è stato scritto forse ci può anche stare, il punto è che o stiamo messi talmente male noi, ma intanto quello che qui può apparire talmente scontato ancora oggi non lo è per tanta gente che alcune cose sembra non riuscire proprio a capirle.

    said on 

  • 5

    riletto...

    ...dopo anni, fa un certo effetto.
    Scoprire che anche se non te ne rendi conto, la sua lettura sedimenta...
    Sperare che stai percorrendo la strada che tu ritieni, quella giusta.
    Buone letture,
    BUONAVI ...continue

    ...dopo anni, fa un certo effetto.
    Scoprire che anche se non te ne rendi conto, la sua lettura sedimenta...
    Sperare che stai percorrendo la strada che tu ritieni, quella giusta.
    Buone letture,
    BUONAVITA

    said on 

  • 5

    Un libro che ti cambia la vita

    Questo libro è davvero una fonte di saggezza e di filosofia. L'ho letto nel 2013, a 17 anni, e ha cambiato la mia visione della vita. Grazie a questa lettura si può capire il valore di molte esperienz ...continue

    Questo libro è davvero una fonte di saggezza e di filosofia. L'ho letto nel 2013, a 17 anni, e ha cambiato la mia visione della vita. Grazie a questa lettura si può capire il valore di molte esperienze della vita, fra cui il dolore, aspetto che noi esseri umani tendiamo sempre a voler allontanare e "demonizzare", ma che grazie a Gibran ho capito essere una parte necessaria della vita, attraverso la quale si può godere appieno della felicità. Consiglio questo libro a tutti, perché tutti meritano di leggerlo almeno una volta nella vita.
    Quest'edizione inoltre è ottima, poiché è in italiano con testo originale (in inglese) a fronte, molto utile per chi volesse allo stesso tempo leggere le parole scelte dallo stesso Gibran, ma non volesse rischiare di perdere il filo del ragionamento.

    said on 

  • 5

    In questi ultimi anni si è assistito ad una crescente perdita dei valori. E’ come se mancasse a tutti una guida, un esempio da seguire.
    Consigliando questa lettura, non ho la pretesa di “imporne” una… ...continue

    In questi ultimi anni si è assistito ad una crescente perdita dei valori. E’ come se mancasse a tutti una guida, un esempio da seguire.
    Consigliando questa lettura, non ho la pretesa di “imporne” una…Ma queste pagine mi hanno emozionato e leggendo ho sentito un gran senso di trasporto per quegli insegnamenti di cui, io credo, ognuno di noi avrebbe bisogno per vivere sereni ed in armonia col mondo intorno.
    Le pagine, scritte in sermoni, e definite “breviario per laici”, affrontano infatti i temi della vita quotidiana. A lasciare insegnamenti, è il profeta Almustafa, prima di partire dalla terra dove ha vissuto dodici anni. Insegnamenti nati dalle sue meditazioni. Nelle sue parole si incontrano sia i Vangeli che la tradizione mistica orientale…in un connubio, a mio parere, molto significativo. Un esempio:
    “Poi un giovane disse: Parlaci dell’Amicizia!. Ed egli rispose dicendo: Il vostro amico è i vostri bisogni che hanno trovato risposta. E’ il vostro campo, che seminate con Amore e che mietete con gratitudine. Egli è la vostra mensa e l’angolino accanto al fuoco. Perché vi recate da lui con fame, e lo cercate per avere pace.”
    Gibran Khalil Gibran. Arabo, nato nel 1883 e scomparso nel 1931. Poeta, pittore e filosofo. Quando emigrò negli Stati Uniti fondò, insieme a Mikha’il Nu’Ayma, l’ Associazione della Penna, dove letterati arabi emigrati in America, potevano unirsi nella creatività. Le su e opere, tradotte in 20 lingue, sono diffuse in tutto il mondo.
    Lucia Napolitano

    said on 

  • 1

    A parte la faccenda dei figli che non sono tuoi e via discorrendo, la conosciamo tutti (e la applichiamo in pochi), il resto è noioso, confuso ed a tratti persino raffazonato. Il tedio mi spinge oltre ...continue

    A parte la faccenda dei figli che non sono tuoi e via discorrendo, la conosciamo tutti (e la applichiamo in pochi), il resto è noioso, confuso ed a tratti persino raffazonato. Il tedio mi spinge oltre.

    said on 

  • 5

    Un libro molto profondo

    Da leggere e rileggere, perché con una lettura unica non si comprende pienamente la totalità del significato. Un libro che è poesia e religiosità, e lo è senza confini ideologici, tanto da offrire una ...continue

    Da leggere e rileggere, perché con una lettura unica non si comprende pienamente la totalità del significato. Un libro che è poesia e religiosità, e lo è senza confini ideologici, tanto da offrire una visione sincretisitca ma non riduttiva sia della religiosità orientale sia di quella occidentale.

    said on 

Sorting by
Sorting by