Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

il regno del drago d'oro

By Isabel Allende

(346)

| Mass Market Paperback

Like il regno del drago d'oro ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

110 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    M’è piaciuto più del primo della trilogia (La città delle bestie), ma il finale poteva essere più sostanzioso. 8,5

    Is this helpful?

    Josephina said on Aug 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    http://lanostralibreria.blogspot.it/2013/12/impressioni… Tra le cime innevate dell'Himalaya, un regno pacifico isolato dal resto del mondo e privo delle tecnologie moderne, i cui abitanti vivono in armonia con la natur ...(continue)

    http://lanostralibreria.blogspot.it/2013/12/impressioni…

    Tra le cime innevate dell'Himalaya, un regno pacifico isolato dal resto del mondo e privo delle tecnologie moderne, i cui abitanti vivono in armonia con la natura. Un uomo talmente avido che per impadronirsi del leggendario Drago d'oro - la preziosa statua che si dica possa predire il futuro - sarà disposto a tutto. Un re saggio e privo di qualsiasi vanità. Suo figlio, partito 6 anni prima insieme ad un monaco buddista per essere formato a diventare il nuovo sovrano e infine Kate Cold e suo nipote Alexander accompagnati dalla amica Nadia. Questi i personaggi e l'ambientazione per il secondo libro della trilogia, romanzo a sé come gli altri due, legati insieme solo dalla presenza dei 3 protagonisti: Kate, Alexander e Nadia.
    Il “Regno del Drago d'Oro” è un'avventura piena di pericoli, di situazioni drammatiche ma anche ricca di ironia e divertimento, ma è un libro per ragazzi (definire un qualcosa per ragazzi ai giorni nostri non ha più senso XD, a 12 anni ormai chi gioca più con bambole, lego e giochi da tavolo?) e per questo le situazioni, per quanto siano tragiche, son esposte sempre in maniera leggera, quasi fosse una favola. Interessante l'ambientazione e belle le dettagliate descrizioni dei luoghi e dei costumi di quel regno isolato dal mondo.
    La lettura è scorrevole e piacevole ma non suscita emozioni, non c'è suspense, non ci si affeziona ai protagonisti, non si sta in pena per loro né ci si rallegra; quelle poche situazioni che avrebbero dovuto avere l'effetto di un colpo di scena, si comprendono prima che vengano narrate. A voler essere cattivello potrei dire che a tratti il racconto è risultato banale ma considerando che è un romanzo per ragazzi di non più di 10 anni, nel complesso il giudizio non può essere negativo.

    Is this helpful?

    digerselz said on Dec 14, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il regno del drago d’oro è il secondo libro della trilogia che l’Allende ha scritto per un pubblico di più giovani, se prima ci trovavamo in Amazzonia ora siamo tra le montagne dell’Himalaya. Ora ci si trova in Oriente, l’autrice immagina un luogo do ...(continue)

    Il regno del drago d’oro è il secondo libro della trilogia che l’Allende ha scritto per un pubblico di più giovani, se prima ci trovavamo in Amazzonia ora siamo tra le montagne dell’Himalaya. Ora ci si trova in Oriente, l’autrice immagina un luogo dove regna la pace e la prosperità che però rischia di essere meno in pericolo dall’avidità e dalla sete di gloria del Collezionista, che ha il sogno e la pretesa di diventare l’uomo più ricco del mondo. Il luogo paradisiaco deve la sua ricchezza al Drago d’oro una statua di assoluta importanza che ha dei poteri divinatori, e di cui il Collezionista ha messo gli occhi sopra per farla sua. Ancora una volta ci troviamo in compagnia di Alex e Nadia, e dell’immancabile nonna Kate che sono in spedizione per conto dell’International Geographic, che resteranno coinvolti nel progetto criminoso portato avanti dal Collezionista. Numerosi colpi di scena la storia presenta, facendoci conoscere anche le tradizioni e la cultura attraverso i Guerrieri blu, gli yeti, e uno sguardo al buddhismo. Questa volta affiancheranno i protagonisti anche altri personaggi come il monaco buddhista Tensin, e il suo discepolo Dil Bahadur. Un libro secondo me non solo per i più piccoli, anche se molto indicato che insegna ad aver rispetto dell’uomo, per la religione, per la natura, per la cultura altra, cercando sempre di porre fiducia in ciò che è giusto e che chiede rispetto.

    Is this helpful?

    Jack said on Sep 8, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    En este libro Isabel Allende no sorprende, no arriesga. Con la misma fórmula de La ciudad de las bestias, escribe otra aventura prescindible. Este género no es el suyo, no creo que lea el último.

    Is this helpful?

    Jiménez said on Mar 3, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'Allende versione fantasy non regge il paragone con la "vecchia" Isabel!

    Is this helpful?

    thefly said on Jan 29, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book