Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

non si muore tutte le mattine

By Vinicio Capossela

(91)

| Softcover

Like non si muore tutte le mattine ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

205 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Anche meno...

    ...viene da dire, leggendo tutto questo raccontare. Lo sa anche Capossela che infatti ne parla come di un libro da prendere a peso, a pezzi, a pagine ma comunque non funziona mai del tutto. E' troppo raffozzanato, confuso, incero, qualche bel passagg ...(continue)

    ...viene da dire, leggendo tutto questo raccontare. Lo sa anche Capossela che infatti ne parla come di un libro da prendere a peso, a pezzi, a pagine ma comunque non funziona mai del tutto. E' troppo raffozzanato, confuso, incero, qualche bel passaggio certo ma non basta. Ci sono tutte le sue ossessioni: i Balcani, Istanbul, il rebetiko, emarginati di varia umanità. Quello che a me è restato però è un senso di incompiutezza e un vago senso di noia, peccato.

    Is this helpful?

    Morena said on Apr 24, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "La nuova stagione scioglie i ghiacci, e le pietre ferme. Con una buona bottiglia posso non muovermi affatto. Il mondo dovrà iniziare a passare di qua."

    Is this helpful?

    Stefanino said on Dec 26, 2013 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    " uno scorpione nella terra del cortile veniva assalito dalle formiche...era tanto piu' grosso, che non sapeva come difendersi...agitava la coda gelatinosa,muoveva le pinze ed il pungiglione, ma erano cosi piccole che non poteva nulla contro di loro ...(continue)

    " uno scorpione nella terra del cortile veniva assalito dalle formiche...era tanto piu' grosso, che non sapeva come difendersi...agitava la coda gelatinosa,muoveva le pinze ed il pungiglione, ma erano cosi piccole che non poteva nulla contro di loro. Le formiche lo svuotavano da dentro....."

    tanta passione per il barrio,cosi come non l'ho mai letta,finalmente senza pietismo, buonismo o sterile cronaca per quelle zone depresse di una città,dalla vita precaria, che in una lettura qualunquistica assumerebbero un unico significato di fine.

    invece c'e' calore, comprensione del diverso, del tipico, del buio piu' profondo...perche' c'e' buio fino a che non si accende la luce...volontà di sapersi a proprio agio dove si tocca il fondo, dove si vive ai margini di un equilibrio sempre tanto instabile.

    al grande uomo che e' un'ispirazione continua per me e che mi ha consigliato tale libro, dedico una bella descrizione di Vinicio sulle infinite possibilità del genere umano e del suo sapersi reinventare " tu sei il mio night club, io sono finalmente il tuo pubblico"

    Is this helpful?

    Francesca said on Sep 11, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    " la vita va corretta, eccome, è troppo dura da buttare giù liscia "

    In questo libro Capossela dice: " vorrei che queste pagine si potessero prendere a etto, a capitoli, a ognuno la parte che gli serve..." io invece dico che "l'ho preso a morsi"!
    E' una sfida, un modo di scrivere ostico, fatto di pensieri, di tanti pe ...(continue)

    In questo libro Capossela dice: " vorrei che queste pagine si potessero prendere a etto, a capitoli, a ognuno la parte che gli serve..." io invece dico che "l'ho preso a morsi"!
    E' una sfida, un modo di scrivere ostico, fatto di pensieri, di tanti pensieri messi in ordine e versati su una base romanzesca.
    Devi proprio impregnarti le mani dentro,tuffarti dentro e toccare con mano capire ciò che si dice...i temi trattati non sono "felici" si parla di capitolazioni di vita,di dolore,di fughe,di
    viaggi come clandestini,di strade e macerie,di sconfitte e di storie,di ubriacature,motel e strade...Una lettura che ti rimane dentro e ti fa pensare..libro che va letto, con attenzione!

    In modo particolare mi hanno colpito i viaggi..i balcani descritti come se sentissi realmente la terra sotto i piedi o i rebetici greci quasi a sentirli davvero i suoni..

    Is this helpful?

    the00blue said on Mar 26, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non si muore tutte la mattine, ma si muore ad ogni pagina, anche se sono morto moltissime volte quest'anno, definitivamente forse il 6 novembre dell'anno scorso.

    Buttarsi sempre, non seguire la voce. Stordirsi. Curarsi di quello che non c’entra, aff ...(continue)

    Non si muore tutte la mattine, ma si muore ad ogni pagina, anche se sono morto moltissime volte quest'anno, definitivamente forse il 6 novembre dell'anno scorso.

    Buttarsi sempre, non seguire la voce. Stordirsi. Curarsi di quello che non c’entra, affardellarsi il groppone, divorarsi, affezionarsi ai mali. Non impadronirsi di niente. Diventare meno ubbidienti e meno vigliacchi, perdere la poesia e le mutande, perdere ogni cosa di dosso, non conservare niente, e farsi attaccare tutto. Curarsi invece l’anima, metterne un po’ dentro, un po' da parte. Come se non si dovesse morire per forza stanotte, come se ce ne fosse anche per domani, e dopodomani, perché è vero, si muore tutte le mattine, e un poco di più ogni volta e anche per tutte le altre volte.

    Is this helpful?

    bennyx said on Oct 30, 2012 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (91)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Softcover
  • ISBN-10: A000078082
  • Publish date: xxxx-xx-xx
  • Also available as: Paperback , Hardcover
Improve_data of this book