Frank Zappa

For President!

By

Publisher: Arcana Edizioni

4.5
(18)

Language: Italiano | Number of Pages: 500 | Format: Paperback

Isbn-10: 8862311346 | Isbn-13: 9788862311342 | Publish date:  | Edition 1

Category: Music

Do you like Frank Zappa ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

BUY BOOK
Purchase not available
for this book
Book Description
Testi commentati.

Perché parlare di Frank Zappa? Quando ormai di lui si è detto tutto e il contrario di tutto, si sono analizzate nel dettaglio liriche, partiture, dichiarazioni pubbliche e divagazioni personali, alla ricerca di una chiave che consentisse di cogliere quella Continuità Concettuale ricercata dal Nostro in tutta la sua carriera. A quasi vent’anni dalla sua scomparsa, il musicista di Baltimora, eclettico quanto basta da non accontentarsi di essere riconosciuto come uno dei più talentuosi chitarristi della ormai più che cinquantennale storia del Rock, offre ancora la possibilità di scoprire nelle sue composizioni e nei suoi testi qualcosa di nuovo?
La sfida raccolta è stata quella di allontanarsi da una storia personale e musicale ormai rivoltata come un calzino (sporco), per cercare di allargare il campo e aprire delle “finestre” che consentissero di collegare il Suo discorso, il Suo percorso, musicale e autoriale, al più ampio contesto della storia e delle culture attraversate, indagate e – perchè no? – contaminate dalla Sua opera.
  • 4

    Posso solamente (e minimamente!) immaginare il lavoro degno di un certosino di Michele Pizzi nello scrivere “Zappa for president”... per chi non conoscesse Zappa posso solamente dire che non conoscete ...continue

    Posso solamente (e minimamente!) immaginare il lavoro degno di un certosino di Michele Pizzi nello scrivere “Zappa for president”... per chi non conoscesse Zappa posso solamente dire che non conoscete la musica, ma questo è una mia opinione, tornando a bomba, Pizzi ha voluto commentare le canzoni o meglio i testi di Zappa una carriera quasi quarantennale una carriera costellata da decine e decine di album, molti di questi sono solamente musicali (ovvero senza testi!) ma molti no e il voler commentare in un modo a dir poco geniale poiché Pizzi attraverso i testi di Zappa racconta aneddoti più o meno noti della storia americana e fa capire facendo così il contesto storico in cui Zappa scriveva i suoi testi che possono si essere volgari (non per nulla Elio degli Elio e le storie tese considera Zappa un loro maestro!) ma basta grattare un po' e ci si ritrova un disegno sociologico della storia e delle contraddizioni americane.
    Perché leggere questo saggio calcolando che a prima vista Zappa non considerava molto i testi ma la musica?
    Semplicemente per un paio di motivi, il primo è che è scritto bene e nonostante le cinquecentoquattro pagine si legge velocemente e agilmente (io leggo molto velocemente è vero ma se un libro è scritto bene impiego molto meno tempo a leggere del dovuto!) e questo è solamente un bene, il secondo motivo è che il libro è molto accurato (anche se bisogna dirlo non ha inserito il commento a “Tengo una minchia tanta” con il suo rifuso sul pollo [ma questa è una mia teoria sullo slang americano!]!) sia nella parte dei testi sia nella parte storica e questo è solo un bene il terzo e ultimo motivo è che parla di Zappa e solo per questo ogni buon Zappiano (non so bene se i fans di Zappa si chiamano così se così fosse sono un Zappiano!) dovrebbe comprarlo anche perché (se la memoria non m'inganna!) è uno dei primi libri su Zappa scritto da un italiano e anche questo è un bene!
    Un ultimo consiglio, prima di leggere questo libro non ascoltate Zappa, lasciate “libera la mente” e solamente quando incomincerete a leggerlo mettetevi su un disco qualsiasi di Zappa (Uncle Meat e Apostrophe (') che sono due dei miei dischi preferiti di Zappa e secondo me sono dei veri e propri capolavori senza togliere nulla a tutti gli altri dischi!) e lasciatevi cullare in primis dalla musica e in secondis dalla lettura!

    said on