Pinocchio 2112

By

Publisher: Leone Editore

4.0
(57)

Language: Italiano | Number of Pages: 176 | Format: Paperback

Isbn-10: 8863930198 | Isbn-13: 9788863930191 | Publish date:  | Edition 1

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Do you like Pinocchio 2112 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

BUY BOOK
Purchase not available
for this book
Book Description
La superficie della Terra è ridotta una landa inospitale, inaridita da decenni di scempi ambientali. Per sopravvivere, l’umanità si è rifugiata nel sottosuolo, creando una civiltà sotterranea dove vige unicamente la legge del più forte.
Tra i pericolosi vicoli di un mondo che non gode della luce del sole si muove un cercatore a caccia di una merce molto particolare: i libri, unici testimoni di un passato felice e perduto.
Il lavoro lo porterà a imbattersi nel più feroce capobanda della sua città, ma soprattutto in due beni ancora più preziosi dei pur rari e ricercati volumi: l’affetto di un bambino e la Verità.
  • 4

    Siamo un po' dei Pinocchio

    Sulla copertina, appena sotto il titolo, c'è scritto: romanzo di fantascienza. Secondo me è un errore! E vi spiego il perché! È fantascienza tutto quello che viene descritto dopo l'anno in cui viene p ...continue

    Sulla copertina, appena sotto il titolo, c'è scritto: romanzo di fantascienza. Secondo me è un errore! E vi spiego il perché! È fantascienza tutto quello che viene descritto dopo l'anno in cui viene pubblicato un romanzo? Non credo! Si deve considerare fantascienza un romanzo che invece di parlare di astronavi e marziani, parla di un sentimento vecchio quanto è vecchio il mondo? Non penso proprio. In breve la storia si svolge nell'anno 2112 (fra cento anni, e se avessi letto il libro nel 2013 ne mancava uno solo all'appello). E ruota attorno ad una società che è un po' medievale, un po' futuristica (non fantascientifica), ma che ha l'odore e il sapore del tempo che stiamo vivendo. Insomma in un mondo sotterraneo (e viene spiegato il perché è sotterraneo) c'è una comunità dedita all'inattività e all'anarchia e al puro egoismo e c'è il protagonista che ha una passione, ma che è anche un lavoro, su cui ruota tutto il romanzo. È chiamato nell'ambiente il "cercatore", perché per vivere va alla ricerca di libri. E proprio grazie ad un libro che lo ha accompagnato nella crescita, Le avventure di Pinocchio, che riesce a salvare l'Amore della sua vita.
    Personalmente ritengo che Silvio Donà, l’autore, abbia scritto un bel libro. Lo ha fatto in maniera tale da non appesantire le pagine, senza lasciare buchi e senza usare troppi giri di parole. Una semplice storia d’amore e d’umanità in un mondo che di umano ha ben poco. Mai melenso, mai volgare, mai scontato ha creato il giusto equilibrio tra la fabula, indicando la giusta sequenza dei fatti raccontati, disponendoli nell'ordine cronologico in cui si sono svolti e selezionati in base ai loro rapporti di causa-effetto e l’intreccio, riferendomi al modo in cui i fatti raccontati vengono disposti dal narratore, spesso alterando l'ordine cronologico della fabula e introducendo fatti che sono libere digressioni sul senso della vita.
    Donà ha stravolto un racconto bellissimo come Le avventure di Pinocchio, inserendo la sua storia in un tempo e in uno spazio che sembrano sospesi, lontani eppure vicini. Partendo dalla favola di Collodi compie un’analisi introspettiva sull’estrinsecazione del sentimento dell’essere umano che rimane puro nonostante le circostanze sia all’uomo avverse e dolorose. Trovo la frase in cui dice “Sono turbato perché per la prima volta mi sto assumendo la responsabilità di qualcuno che non sia io, e questo mi fa paura” una momento decisivo dell’introspezione del protagonista. Chissà! Forse il protagonista è l’alter ego dell’autore? Se si, deve essere una bella persona.

    said on