Language: Italiano | Number of Pages: 194 | Format: Mass Market Paperback | In other languages: (other languages) English , Portuguese , French , German , Korean , Spanish , Slovenian

Isbn-10: 8882465675 | Isbn-13: 9788882465674 | Publish date:  | Edition 1

Translator: Livia Ferrari

Also available as: Others , Paperback

Category: Biography , Fiction & Literature , Philosophy

Do you like Come Proust può cambiarvi la vita ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

BUY BOOK
Purchase not available
for this book
Book Description
Un libro che ci aiuta a vivere al meglio. Un manuale di vita per conquistare la felicità (come essere felici in amore, come prendersela comoda, come soffrire con successo, come esprimere le proprie emozioni, come essere un buon amico, come lasciar perdere i libri). Un distillato del pensiero di Proust che dispensa agevoli consigli a nostro uso quotidiano.
  • 0

    Divertente e utile saggio sul Proust de La Recherche e sulla sua visione della vita, della letteratura, dell’arte, dell’amore ed altro ancora.
    A cominciare dall’affermazione del fratello di Marcel, Ro ...continue

    Divertente e utile saggio sul Proust de La Recherche e sulla sua visione della vita, della letteratura, dell’arte, dell’amore ed altro ancora.
    A cominciare dall’affermazione del fratello di Marcel, Robert, che sostiene “che le persone devono essere molto malate o devono essersi rotte una gamba per avere la possibilità di leggere la Recherche”.
    De Botton ci accompagna un po’ per paradossi per farci capire come l’attenzione di Proust per i dettagli, per i particolari, richiede una capacità di “guardare il nostro mondo attraverso i suoi occhi, e non guardare il suo mondo attraverso i nostri occhi”.
    Ci racconta della sua infanzia, delle sue malattie (vere) e ossessioni quasi morbose (la mamma). Delle frequentazioni intellettuali e delle passioni
    Ci invita a non eleggere il grande intellettuale francese come un mito, perché lui non lo vorrebbe perché “anche i libri più belli maritano di essere messi da parte”.
    Consiglio di leggerle dopo la Recherche o (come ho fatto io arrivato a poche pagine dal traguardo).

    said on