Ha scritto una recensione a Metamedicina 3 anni fa

È facile intuire che la metamedicina stia alla medicina come la metafisica sta alla fisica: frequenza e materia, onda e particella sono i due aspetti inscindibili e contemporanei dell'universo e pertanto ha senso ed è utile imparare a conoscere le dinamiche di entrambi. Tuttavia, il potenziale energetico di ciò che non si è ancora consolidato materialmente rimane enorme e forse proprio su questo si fonda il successo della metamedicina, o medicina senza medicine, di cui questo testo costituisce uno dei capisaldi.
Ogni disturbo o disagio che si manifesta a livello fisico può essere il campanello d'allarme di un principio di disequilibrio ben più profondo. In questo senso, ogni sintomo reca davvero un messaggio, una richiesta di attenzione che va presa in debita considerazione, senza limitarsi o lasciarsi ingannare dall'evidenza. Dopo un'ampia e dettagliata introduzione alle dinamiche di questa nuova disciplina di autoguarigione, questo manuale offre una cospicua casistica di sintomi correlati ai loro probabili agenti scatenanti inconsci. Spesso, rendersi consapevoli delle cause originarie di un disagio ne attenua gli effetti, se non si rivela proprio risolutivo, e comunque innesca un processo orientato alla guarigione fisiologica, attraverso la conoscenza di sé e del modo in cui l'organismo manifesta le nostre criticità e conflittualità interiori ormai consolidate.


0 mi piace