Ha scritto una recensione a L'Alchimista 3 anni fa

Romanzo di fortissima valenza spirituale che ci illustra, seguendo le vicissitudini del protagonista, come sia possibile ed auspicabile cercare la propria Leggenda Personale, senza rinunciarvi in favore di più comode lusinghe che la vita dispensa in abbondanza.
Il fine dell’esistenza assurge a direzione privilegiata a cui la vita deve tendere, senza però cadere nell’errore di voler a tutti i costi delineare e determinare tutti i singoli passi da compiere per raggiungerlo. Non è compito dell’essere umano stabilire il “come”, è invece suo preciso dovere identificare il “che cosa”. Le pagine sono semplici, la narrazione lineare, eppure c’è una precisa “densità” nell’incedere delle frasi che porta a riflettere profondamente su una saggezza che viene disseminata sapientemente in ogni parola. Con crescente consapevolezza a mano a mano che la lettura prosegue, ci accorgiamo che le parole del testo sono vive e che parlano direttamente a noi stessi, spronandoci a far nostro il percorso del protagonista, non tanto, ovviamente, negli eventi, situati in un nebuloso secolo ormai perduto, quanto nell’afflato per scoprire la via che ci conduce alla Leggenda Personale.


0 mi piace