Ha scritto una recensione a Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo 1 anno fa

Storia interessante condita con tutti gli elementi del fantasy classico: profezie, missioni, mostri da sconfiggere. Ma alcune cose sono stonate: il collegamento empatico sembra più una sorta di videocam che di telepatia.
Va bene essere semidei (non so perché continuano a chiamarli mezzosangue... forse per gli strascichi della saga di Harry Potter) ma questi eroi non mangiano mai? Come minimo morivano di fame e di sete nell'arco di pochi giorni in mare! Inoltre come mai Annabeth identifica facilmente lo scoglio delle Sirene ma si dimentica di guardare gli analoghi pericoli per Circe (che per qualche motivo di privacy, neanche troppa, viene chiamata CC?!). La storia ha un bel finale ma molti elementi narrativi mi lasciano perplesso.


0 mi piace