Demian

By

Publisher: A. Mondadori (Oscar Classici Moderni; 205)

4.0
(3472)

Language: Italiano | Number of Pages: 138 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Spanish , French , German , Chi traditional , Swedish , Esperanto , Turkish , Portuguese , Slovenian , Greek , Dutch , Farsi

Isbn-10: 880456699X | Isbn-13: 9788804566991 | Publish date: 

Translator: Ervino Pocar

Also available as: Others , Boxset , Mass Market Paperback , Hardcover

Category: Fiction & Literature , Philosophy , Religion & Spirituality

Do you like Demian ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

BUY BOOK
Purchase not available
for this book
Book Description
Scritto neI 1917 e pubblicato nel 1919, "Demian" è la storia di un ragazzo combattuto fra due mondi, quello bello e pulito del bene e quello terribile, enigmatico eppur allettante del male. Protagonista è il giovane EmiI Sinclair, caduto sotto l'influsso di un cattivo compagno di scuola, Franz Kromer, che lo spinge a ingannare i genitori, rubare e discendere la china del peccato. Sarà un altro compagno, Max Demian, che sembra vivere fuori del tempo o uscire da un passato senza età, ad attrarre Sinclair e a liberarlo dal nefasto influsso di Kromer, guidandolo verso una concezione della vita straordinariamente complessa e misteriosa.
  • 3

    Demian è un libro affascinante, la storia di un giovane appartenente ad una famiglia molto religiosa che si trova a fare i conti, crescendo, con la sua spiritualità e la scoperta di sé stesso attraver ...continue

    Demian è un libro affascinante, la storia di un giovane appartenente ad una famiglia molto religiosa che si trova a fare i conti, crescendo, con la sua spiritualità e la scoperta di sé stesso attraverso il bene e il male. È un'opera a cui un lettore prima o poi deve comunque prestare attenzione, stracolma di spunti di riflessione è caratterizzata dallo stile impeccabile di Hesse.
    Purtroppo, però, durante la lettura ho incontrato qualche elemento che mi ha fatto un po' storcere il naso. La prima metà è sicuramente, a mio avviso, la meglio riuscita. La trama, farcita da moltissime riflessioni, risulta notevolmente più "consistente" in questa prima parte, i personaggi, sebbene sopra le righe, appaiono chiari e intriganti. La seconda metà, invece, volge su una sorta di misticismo surreale che mi è rimasto un po' indigesto. Sicuramente si tratta di un libro complesso in cui l'autore sfrutta le figure "umane" di Demian e della madre (o di Pistorius) per comunicarci sensazioni molto più profonde, lungi da me criticare Hermann Hesse, ma in un certo senso, questo Demian, lo avrei preferito meno "visionario"

    said on