Narciso e Boccadoro

By

Publisher: Arnoldo Mondadori Editore (Oscar)

4.0
(10630)

Language: Italiano | Number of Pages: 283 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , German , French , Spanish , Finnish , Catalan , Dutch , Greek , Hungarian

Isbn-10: 8804492678 | Isbn-13: 9788804492672 | Publish date: 

Translator: Cristina Baseggio

Also available as: Mass Market Paperback , Others , Boxset , Hardcover

Category: Fiction & Literature , Philosophy , Religion & Spirituality

Do you like Narciso e Boccadoro ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

BUY BOOK
Purchase not available
for this book
Book Description
Nel Medioevo leggendario del cattolicesimo monastico si snoda la storia dell'amicizia tra il dotto e ascetico Narciso, destinato a una brillante carriera religiosa al riparo dalle insidie del mondo e della storia, e Boccadoro, l'artista geniale e vagabondo, tentato dall'infinita ricchezza della vita e segretamente innamorato anche della sua caducità. Ripercorrendo una delle epoche storiche che più gli erano congeniali, Hermann Hesse torna a riflettere sul tema, centrale nella sua poetica, del contrasto tra natura e spirito, fra eros e logos, fra arte e ascesi, alla ricerca di una loro possibile integrazione.Narciso e Boccadoro (1930), che è stato uno dei suoi maggiori successi a dispetto delle riserve espresse dalla critica più recente, pone al lettore, in un'accattivante, limpida fusione di favola simbolica e romanzo picaresco, i medesimi, inquietanti interrogativi sulla condizione dell'uomo contemporaneo che le altre opere dello scrittore, in particolare Il lupo della steppa, affrontano nelle norme ardite e dissodanti della modernità.
  • 0

    Letto da ragazzo, dopo Knulp. Gertrud, Demian, lettere ai contemporanei e le poesie, mi risultò decisamente troppo smielato (o mieloso?). Insomma, è il libro di Hesse che lessi con più fatica e meno g ...continue

    Letto da ragazzo, dopo Knulp. Gertrud, Demian, lettere ai contemporanei e le poesie, mi risultò decisamente troppo smielato (o mieloso?). Insomma, è il libro di Hesse che lessi con più fatica e meno godimento.
    Ero un'altra persona allora, magari ora risulterebbe differente, potrei perfino apprezzarlo.
    Non lo so e nom mi va di provare.

    said on