Il bambino è competente

Valori e conoscenze in famiglia

By

Publisher: Feltrinelli

4.0
(181)

Language: Italiano | Number of Pages: 188 | Format: Paperback

Isbn-10: 8807817306 | Isbn-13: 9788807817304 | Publish date: 

Translator: Bettina Cristiani

Also available as: Others

Category: Children , Education & Teaching , Family, Sex & Relationships

Do you like Il bambino è competente ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

BUY BOOK
Purchase not available
for this book
Book Description
Il bambino nasce "competente" e dispone già di nozioni, valori e criteri di valutazione che orientano concretamente la sua esperienza. Comunemente, invece, ci si comporta con lui come se fosse una specie di tabula rasa su cui i genitori devono imprimere le conoscenze necessarie per un regolare sviluppo umano e sociale. Questo modello nega la sua personalità e induce un deleterio stato di insicurezza. Juul invita, invece, a un'attenta osservazione del bambino, considerato non più come soggetto passivo ma, al contrario, come un "centro attivo di competenze".
  • 5

    Un punto di vista intelligente

    Da quando sono rimasta incinta, di libri sull'educazione e sullo sviluppo dei bambini ne ho letti tanti, da Bollea a Battelheim, passando per Asha Phillips, ma nessuno mi ha convinta e coinvolta tanto ...continue

    Da quando sono rimasta incinta, di libri sull'educazione e sullo sviluppo dei bambini ne ho letti tanti, da Bollea a Battelheim, passando per Asha Phillips, ma nessuno mi ha convinta e coinvolta tanto quanto questo. L'approccio di Juul è moderno ma concreto, e più che delle linee guida traccia un largo sentiero, una modalità per impostare il rapporto con i figli che getta le basi nella prima infanzia e matura i suoi frutti nell'adolescenza.
    Il concetto chiave è quello di responsabilità: dei genitori, prima di tutto, che devono assumersi quella delle proprie scelte nel rapporto con i figli; ma anche dei figli che, per essere lasciati liberi di crescere, devono essere lasciati, per quanto possibile, anche liberi di scegliere. E' un concetto che di questi tempi è veramente difficile mettere in pratica ma sul quale, non a caso, si basa l'intera società civile contemporanea. Così, se le regole devono esserci, non devono sembrare astratti assiomi calati dall'altro, ma devono discendere dalla volontà dei genitori, e la loro natura deve essere nota ai bambini; Juul insiste sul fatto che si esprimano i propri reali sentimenti con i piccoli, così da non caricarli di sensi di colpa derivanti dai nostri dico/non dico o da sentimenti repressi che il bambino inevitabilmente percepisce. Per me è la guida definitiva (se di guida si può parlare) al rapporto con i figli. Sono alla ricerca di altri libri dell'autore.

    said on