Quando siete felici, fateci caso

By

Publisher: Minimum fax (Sotterranei, 181)

3.5
(547)

Language: Italiano | Number of Pages: 110 | Format: Paperback

Isbn-10: 8875216320 | Isbn-13: 9788875216320 | Publish date:  | Edition 1

Translator: Martina Testa ; Curator: Dan Wakefield

Also available as: eBook

Category: Non-fiction

Do you like Quando siete felici, fateci caso ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

BUY BOOK
Purchase not available
for this book
Book Description
Nelle università americane il commencement speech è il discorso ufficiale tenuto al termine dell'anno accademico ai laureandi da una personalità di spicco del mondo della cultura o della politica. Negli ultimi anni, i discorsi agli studenti di scrittori come David Foster Wallace (Questa è l'acqua) e George Saunders (L'egoismo è inutile) sono diventati grazie al passaparola dei veri e propri oggetti di culto, per gli studenti e non solo. Questo volume raccoglie nove discorsi tenuti da Kurt Vonnegut fra il 1978 e il 2004, e si propone come una piccola summa del pensiero di un maestro geniale e irriverente della letteratura del Novecento. Fra aforismi, ricordi, aneddoti, riflessioni, i discorsi di Vonnegut brillano dello stesso spirito vivace e anticonformista che anima la sua narrativa; mai predicatorio, mai consolatorio, ma capace di sferrare attacchi frontali allo status quo, cantare inni alla libertà e alla creatività dell'essere umano, spiazzare e divertire con il suo humour dissacrante, Kurt Vonnegut ci parla ancora, a qualche anno dalla morte, con una voce modernissima e utile a leggere il mondo in maniera critica e potenzialmente rivoluzionaria.
  • 4

    Tra discorsi semplici, digressioni all'apparenza senza logica, affermazioni provocatorie, per me Vonnegut esprime, con schiettezza e allo stesso tempo in modo molto sottile, grandi verità sulla natura ...continue

    Tra discorsi semplici, digressioni all'apparenza senza logica, affermazioni provocatorie, per me Vonnegut esprime, con schiettezza e allo stesso tempo in modo molto sottile, grandi verità sulla natura umana. Vabbè io sarò esagerata ma per me Vonnegut ha davvero capito tutto o quasi. Se questi suoi discorsi possono sembrare banali o vuoti, secondo me, è perché dagli scrittori ci aspettiamo in genere qualcosa di più, qualcosa di poetico o spirituale o sublime che ci elevi e ci rassereni. Vonnegut, invece, secondo me, ci ricorda che la vita umana è tutta qui, e va bene così, e la dobbiamo accettare. È come se avesse tagliato via fronzoli di secoli di letteratura e retorica, e ci avesse lasciato con questa scrittura e questi pensieri un po' nudi. Per me è un genio, estremamente umano.

    said on