Ha scritto una recensione a Il profumo 5 mesi fa

Jean-Baptiste Grenouille, nativo di un quartiere maleodorante di Parigi, riceve in dono un naso speciale, capace d individuare e catalogare ogni odore. Decide di attendere l'occasione giusta per diventare garzone in una rimonata profumeria parigina al fine di apprendere i segreti di un'arte alla quale donerà le originali invenzioni del suo inarrivabile, quasi divino, talento: profumi ed essenze mai realizzate da alcuno.
Poi la scoperta che l'odore delle persone può condizionare l'anima e la mente, addirittura rendere invisibile la persona che ci è di fronte o suscitare desiderio e amore in chiunque.
Così Grenouille si trova nella necessità di procurarsi non più fiori ma ben altra materia prima... necessità tragica e inderogabile dal momento che Grenouile non aspira alla ricchezza, ma a creazioni assolute ed uniche.
Un romanzo ben costruito e ben piantato nel XVIII secolo, con questo Mozart dell'olfatto che si muove sicuro di sé e del suo genio fra gente mediocre e preocuppata solo dei proprio meschino tornaconto.
Buona lettura e... attenti ai profumi!


0 mi piace