XIII GDL: "Vacanze all'isola dei gabbiani", Lindgren (cap.12-14)

DISCUSSIONE | 21 Interventi | Creata da -Cele Snicket- |
Ultimo aggiornamento: 02 agosto 2010 | Iniziata: 13 giugno 2010
-Cele Snicket- -Cele Snicket- ha scritto: L'ultima tappa è conclusa!
Via ai commenti conclusivi =)
Attenzione: Per partecipare devi prima iscriverti al gruppo. Per iscriverti clicca qui.
Sono andata a ripescare questa vecchia discussione perché volevo ringraziarvi di avermi fatto conoscere queste pagine, che mi hanno letteralmente… innamorata!
Mi resta il solo rimpianto di non averla incontrata in passato. E più recentemente di non averla vissuta con voi in questo gruppo.
Certo ora devo fare i conti col desiderio folle di un cucciolo tutto per me: un cagnolone, o una piccola foca, o un tenero agnellino, ma perché no, anche un coniglietto… il corvo invece, ammetto che non mi intriga più di tanto…
Be’ non vi rubo altro tempo, anche perché devo andare a cercare il mio cucciolo di foca!
Semplicemente, ancora grazie!
Geppy 7 anni fa
mi è piaciuto tantissimo!!!davvero tantissimo...non avrei cambiato una virgola del racconto anche perché ogni tanto vedere le cose come dovrebbero andare, anche se solo in un libro, mi consola: nella realtà la padrona della casa sarebbe stata un'avida vecchiaccia acida che se ne sarebbe fregata alla grande dell'affetto che quella casa aveva fatto nascere in un gruppo famigliare e avrebbe venduto al miglior offerente....invece è andato come tutti i nostri bambini in noi, speravano....
p.s. io in questo periodo sono un pò latitante perché sommersa di lavoro e di stress e non passo di qui quanto vorrei....ma vi penso!
Sì, mi è piaciuto proprio tanto questo libro che non conoscevo prima di approdare qui nel giardino, quindi GRAZIE a tutti i giardinieri che me' l' hanno fatto conoscere!
La frase citata da Lois mi ha emozionata tantissimo, anch' io penso sia il degno commento conclusivo, oltre al fatto che a realizzare il sogno ci pensano i bambini, con l' amicizia e la fantasia, perchè loro davvero credono che il sogno possa camminare mano nella mano con la realtà.
Haimè come hai ragione Cele ...
LauraT 7 anni fa
@LauraT: beh, alcuni direi proprio di si...
-Cele Snicket- 7 anni fa
Ultimo commento positivo a un libro che mi è piaciuto veramente tanto. Bello il finale che regala la possibilità di comprare la casa; ma in fondo i sogni si possono comprare?
LauraT 7 anni fa
"Se prendessi le ali vermiglie dell'aurora, avrei una casa all'estremo confine del mare..."
Non credo ci sia qualcosa che meglio comunichi l'atmosfera di questo libro, e la sensazione di pace e serenità che lascia alla fine... Un libro fatto insieme di ironia, ottimismo, divertimento, avventura e poesia, uno di quelli che, probabilmente, non mi stancherei mai di leggere!
Lois 7 anni fa
Finito oggi, con un pò di ritardo.
Ho respirato un pò di aria fresca tra queste pagine. Sono diventata parte della famiglia Melkerson e ho affrontato insieme a tutti i personaggi del libro le disavventure che li vedevano protagonisti, sono stata lì con loro nei momenti di gioia. Alla fine mi sono quasi commossa, tant'era la gioia di sapere che, finalmente, la Vecchia Falegnameria era diventata dei Melkerson.

Anche per me, libro promosso!
Giulia 7 anni fa
Anche a me il libro è piaciuto tanto e da un inizio un po' "stanco" si è invece ripreso benissimo.
Mi associo a chi dice che questo libro comunica serenità, una serenità fatta di cose semplici e genuine. Mi si è stretto il cuore nella scena in cui Nostromo "aspettava" la sua condanna, quando guardava il suo padrone avendo già capito tutto...e sì che io non è che ami particolarmente i cani!
Il finale l'ho trovato un po' affrettato, nel senso che si è voluto a tutti i costi arrivare all'happy end ma forse un libro così non poteva finire in altro modo.
Promosso comunque a pieni voti!
Simona 7 anni fa
Finito e piaciuto anche a me, solo che io e i commenti non andiamo d'accordo (preferisco leggere i vostri!!!)
Gaia 7 anni fa
In effetti è vero, è già stato detto tutto: mi sono affezionata moltissimo a tutti i personaggi, compresi la Vecchia Falegnameria, il falegname e sua moglie (bellissima la trovata finale, in cui si scopre che Melkerson ci aveva azzeccato in pieno) e le vespe di Pelle!

Nonostante le disavventure dei protagonisti questo libro comunica serenità, probabilmente grazie anche alla sua quotidianità: infatti non c'è magia, non ci sono stratosferiche peripezie o particolari tragedie, ma "solo" la poesia della vita normale che diventa magica se vista con gli occhi di un bambino.

Avevo già letto questo libro ma non me lo ricordavo assolutamente, è stata una bellissima riscoperta!
SiMo 7 anni fa
4 stelle meritate!
quando parte il Gabbiano I?
hilaria 7 anni fa
Ricopio qui la mia recensione sul libro, così evito di scrivere due volte! ;)

ps: a Cele: a proposito di libri su isole ed estate è molto carino il libro dell'estate di T. Janson! E' sempre svedese...

Recensione:
Questo libro ci trasporta con la fantasia nell'arcipelago delle isole di Stoccolma, esattamente in quella più remota di tutte, l'isola dei gabbiani. E sarà questo insolito luogo a divenire dimora estiva della vivace famiglia Melkerson, nonchè scenario di tutte quelle avventure infantili di cui la Lindgren, con freschezza e giovalità, sa narrarci, senza intenti didattici nei confronti del lettore.

E' in quest'isoletta "all'estremo confine del mare" che i bambini della famiglia Melkerson (con la compagnia dei bambini del luogo) saranno liberi di esplorare - in totale autonomia, senza limiti o censure da parte degli adulti - la natura, con uno spirito aperto e gioiso, che non lascia spazio a paura o diffidenza nei confronti dell'esistenza stessa.

Questo grazioso romanzo sa restituire al lettore il piacere per le piccole cose, il gusto di un'estate a lungo attesa dopo un'estenuante inverno svedese, vissuta con pienezza e semplicità attraverso lo sguardo pieno di meraviglia di bambini ancora capaci di stupirsi di fronte ai piccoli miracoli della vita.

Altro punto a favore del libro è la capacità della Lindgren di restituirci un incondizionato sentimento di amore per la natura e gli animali, filtrato attraverso l'esperienza dei piccoli protagonisti, tra cui non possiamo dimenticare la vivace Melina - perennemente accompagnata dal suo cane Nostromo - e il buon Pelle, amante puro di qualsiasi forma di vita, persino delle vespe!

Se per un attimo il lettore socchiude gli occhi, non è poi tanto difficile rievocare alla mente il grido dei gabbiani in lontananza, lo sciabordare delle onde marine scosse dai remi di una barca, l'odore della salsedine e delle fragole di bosco, la brezza del vento estivo, l'imprevedibilità dei temporali estivi, il fascino della vecchia e cadente falegnameria, forse decrepita e malmessa, ma carica della magia di tutte le cose antiche e senza tempo...
In tema isola, ho iniziato oggi a leggere "Un'isola tutta per me", di Ursula Moray Williams (libro preso ad un punto bookcrossing, che poi ho intenzione di liberare di nuovo). E' davvero molto molto carino!!
-Cele Snicket- 7 anni fa
Questo libro è proprio bellino: mi ha trasmesso serenità, simpatia, amore per la natura, semplicità, il gusto per le piccol cose, il desiderio dell'estate e la bella stagione, così tanto attesa dai nordici, che possono viverla per pochi mesi all'anno...

In effetti non era un libro diviso in comparti. Non è che l'ultima parte (tre soli capitoletti) fossero slegati a tutto il resto.
Ho riletto volentieri il mio Vacanze e vi ringrazio per questa opportunità. :)
InkyWalla 7 anni fa
E perchè è già stato detto tutto! :)
A me è piaciuto molto questo libro, mi ha trasmesso molta serenità, e mi ha fatto innamorare dell'arcipelago svedese chissà se riuscirò a visitarlo a settembre!
Lucilla 7 anni fa
Ho notato che in tutti i gdl, i commenti diminuiscono drasticamente dalla prima all'ultima tappa! Chissà come mai. =(
-Cele Snicket- 7 anni fa
Si, un finale al cardiopalma....
Bello davvero.
l'avavo già letto, ma questa rilettura me lo ha fatto apprezzare molto di più.
Proprio una bella storia
Lucyax 7 anni fa
E così si è concluso anche questo gdl :)
Come avevo scritto anche nei commenti alla tappa precedente, il libro l'avevo finito in anticipo, presa da un raptus di entusiasmo :DD
E dire che, da un inizio non molto interessante secondo me, si è ripreso benissimo *__*
Quanti eventi che sono accaduti in questa parte finale... la morte del povero coniglione di Pelle, la quasi condanna a morte di Nostromo (in quella parte volavano fior di lacrime ç____ç e il cagnone, nonostante tutto, non protestava, per amore dei suoi padroni...), la contesa di Mosè, il ritorno del principe azzurro (e ci voleva, oh! :D sia per Karin che per chiudere la questione della foca, che ansia!), e infine pure il pericolo di perdere la Vecchia Falegnameria per quei signorotti di città... Adele poi... odiosa. Oh, tutte le Adele che ho conosciuto erano così, com'è mai possibile?? :D Ci voleva proprio l'imponente Nostromo per metterla a tacere, che scena :DD
Per fortuna che alla fine si è risolto tutto per il meglio... non vi dico quanto ho riso per Melker & co. che si facevano in quattro per arrivare in tempo dall'anziana proprietaria, mentre Pelle e Melina avevano già tranquillamente concluso tutto da tempo :D dopo 3 gelati a testa! :DDD che divertente quel ricambio continuo di merenda mamma mia!!!
Di nuovo bellissima lettura collettiva, grazie a tutti ^____^
4 stelle, il mio giudizio ^_-
Blanche Neige 7 anni fa
L'ultima tappa è conclusa!
Via ai commenti conclusivi =)
-Cele Snicket- 7 anni fa