Portico della meditazione

DISCUSSIONE CHIUSA | 106 Interventi | Creata da Kalufunsui |
Ultimo aggiornamento: 21 agosto 2008 | Iniziata: 30 giugno 2008
Kalufunsui Kalufunsui ha scritto: Ho provato a passare dalle segrete, ma un grande cartello chiudeva l'ingresso: Scusate il disturbo. (Sala delle) torture in corso..
Allora mi sono diretto all'uscita d'emergenza, facile da trovare per i numerosi resti - ehm... non identificati - che l'indicavano, per fortuna in quel momento non c'è nessuno in giro!

Tornato all'aperto ho seguito un sentierino che punta verso in direzione Nord-Est, verso una collinetta circondata da siepi di bambù. - Ecco il posto giusto - mi son detto.
Con un paio d'ore di onesto samu, e l'aiuto Di Korg, il mio familiare in forma di ranocchia esperto di magie oblique, ho tirato su quattro travi portanti e un bel tetto di frasche. Abbiamo raccolto dei cuscinetti di erba kusa, che porta bene, e ci siamo fatti prestare un mobiletto per tenere qualche libretto di compagnia e un bastoncino d'incenso.

Korg ha preparato un cartello che abbiamo appeso al tetto per accogliere i meditatori di passaggio, recita - Riposa il tuo spirito viandante / il frinire dei grilli ti accompagna / all'interno del tuo tempo

Adesso mi riposo un attimo, ah, dimenticavo, esiste anche una bellissima sala di meditazione all'interno del castello, drappeggiata con originali Tanka himalayani, non perdetela!

;)
Jana 9 anni fa
per quello ho detto forse :))))))
dopo morti, Sol? naaaa, c'è ancora da fare! per ogni vita: dobbiamo ritrovare le persone con cui continuare un cammino...
Jana 9 anni fa
anche noi siamo a dir poco bizzarre. Non è bellissimo? per essere banali ed annoiarci avremo tempo, forse, dopo morti...
@ Sol & Shana
E dire che quando l'ho detto io, in un altro luogo, mi hanno detto che ero "a dir poco bizzarra".
Sì sì, questo è il mio posto!!!!
Un pensiero per non dimenticare.
Tashi Delek Tibet.

http://it.youtube.com/watch?v=fsDYEXlCjQg

buon anno Sol e bentornata!
sono state belle le ferie?
anch'io la penso come te, in pratica continuo a seguire il calendario scolastico ;)
posso dirvi buon anno?
rientro oggi dalle ferie, quindi visto che secondo me l'anno inizia quando si ricomincia... (se ci pensate, in dicembre e in gennaio si fanno le stesse cose, giusto? mentre quando si rientra dalle ferie c'è tutto il nuovo davanti, un anno di cose da fare e da costruire...)
quindi buon anno a tutti voi!
Riflettendo...

La Riflessione

Se cerchi la quiete fermando l'attivita', quella quiete sara' perfino piu' attiva.
Finche' ristagni nella dualita', come puoi realizzare l 'unita'?
Se non riesci a penetrare l 'unita', entrambi gli opposti perdono la loro funzione.
Rifiuta l 'esistenza e cadrai nell'esistenza. Insegui il vuoto e lo rinnegherai.
Parlare e ragionare troppo impedisce di armonizzarsi con la Via.
Smetti di parlare, di ragionare e nulla sara' incomprensibile.

Seng Ts'an
Terzo Patriarca del Ch'an (d. 606 CE)

Il Maestro ci sta insegnando a non pensare?
No. Egli ci sta spiegando che il pensiero è solo pensiero e non la realtà.

Non dobbiamo farci confondere dai nomi.
Il fatto che disponiamo del nome di qualcosa, non significa che ne conosciamo la realtà.
La realtà è oltre le parole e le frasi.
Allo stesso modo, anche affermare ciò è mancare il bersaglio.

Le cose sono questo e quello simultaneamente.
Viviamo allo stesso tempo in un mondo relativo ed in un assoluto.
Tuttavia, quando abbiamo un’esperienza pura e diretta, senza l’aggiunta di pensieri e percezioni,
allora stiamo vivendo veramente il momento presente e, come dice il Maestro,
non v’è nulla che non possiamo conoscere.

Sodaiho Roshi

------------------------

Ogni volta che ti fermi
ed ascolti il flusso della corrente
sei la corrente e la comprendi

Ogni volta che non ti poni le domande
sai essere risposta senza causa

Ogni volta che penetri il silenzio
con il tuo cessare dei penseri
sai abbracciare la realtà come essa è.

Poetyca

------------------------

L'insegnamento

Ciò che appare e scompare

Cerca di praticare facendo sempre riferimento alla tua mente.
Osserva la tua mente attraverso la presenza mentale e la chiara comprensione e coltiva la saggezza.

Date queste tre condizioni, si manifesterà l'esperienza del ”lasciare andare”.
Sarai cosciente del costante apparire e scomparire di tutti i fenomeni.

Sappi che ciò che appare e scompare è solo l'attività della mente.

Maestro Ajahn Chah

-------------------------

Quando Una farfalla si posa
sul palmo aperto della tua mano,
osserva e non stringere il pugno:
arriva e ti sfiora accarezzando,
riparte e lascia alone di colore.

Così è il pensiero che s'affaccia
alla mente che osserva,
lieve l' attraversa per poi abbandonarla.

Chi non lascia aperto il palmo,
trattiene il pensiero e non lo fa andare,
timoroso di quel vuoto che non comprende.

Poetyca

-------------------------

16.08.2008 Poetyca

Testi tratti da: http://www.bodhidharma.it

Poe 9 anni fa
@ Tara

Grazie, mente aperta ci preserva dalla cadute?

@Massi

Grazie, ho raccolto delle cose scritte nel tempo e cercato di portare un filo conduttore.
Un piccolo modo di essere presente.

Un sorriso
Poe

Poe 9 anni fa
@Tara: concordo

@Poe: mi è piaciuto leggere queste righe sull'amore. Grazie!! Davvero

(il) Massi 9 anni fa

Sull'Amare


Vorrei condividere quanto scrissi tempo fa a proposito dell'amare, di quanto venga insegnato o ci venga richiesto relativamente all'amare gli altri, dimenticando spesso quella cura che dobbiamo a noi stessi; sicuramente non avremmo molto da dare se non sappiamo "bastare a noi stessi" senza attaccamento ed aspettative nei confronti di chi non sembra accorgersi di noi. Sopratutto amare non è un modo di dimostare la nostra "bontà" ma è essere compagni di vita, di percorso dove le esperienze possano aiutare a crescere. Amore e dolore, morte ed attaccamento spesso sono intrecciati tra loro, a noi sciogliere questi nodi per essere liberi e capaci di una forma di amore incondizionato, di gratitudine e di forza sottile che ci elevino oltre le apparenze. Amare è responsabilità ed accoglienza senza giudizio, dove il possesso non ha presa ma ci si sente a proprio agio se si permette e si aiutano gli altri ad essere quel che sono.

"Amare se stessi

Amare se stessi spesso è tacciato come egoismo, a volte è puro spirito di sopravvivenza; ma sono realmente le nostre ferite, le esperienze passate che disgregano l'immagine che abbiamo di noi stessi, allora l'amore che dovremmo avere (insegnato dai genitori) se siamo stati trascurati potrebbe divenire rabbia inespressa oppure apatia, senso di inferiorità e la convinzione di contare poco o nulla per gli altri. Il cammino di autoguarigione è lungo, a volte impiega interi anni o cicli prima di poter capire che valiamo; a dispetto di quello che ci hanno fatto credere, che quel vuoto che cerchiamo di riempire a tutti i costi amando altre persone; in realtà è una voce che ci chiede di amarci, apprezzarci, scoprire chi siamo e tutto quello che ci hanno fatto soffocare: sensibilità, doti da non far emergere sono la nostra essenza - va rispettata da noi stessi - e fatta rispettare dagli altri. Il dolore che per il buddhismo è qualcosa che noi stessi generiamo e ci rende schiavi è il frutto di attaccamento, di aspettative, di illusioni: sciogliendo questa schiavitù siamo realmente liberi di essere noi stessi. Sopratutto quanto avvertiamo che qualcosa è fonte di disagio o dolore dobbiamo cercare in noi la causa e quando bussa avere tanta gratitudine perchè è opportunità di crescita per liberarci dalle bugie della mente. E' processo di guarigione che ci da la via verso la crescita interiore; non si deve fuggire ma toccare la sua radice che spesso è più profonda di quel che pensiamo.

30.07.2006 Poetyca"

Ma per approfondire, ci sarebbe da dire anche che spesso si confonde l'amore con i rapporti di coppia, con una sorta di "giuramento" e legame alla reciproca fedeltà, che non signiifica approvare ogni cosa dell'altro come atto di sottomissione ma aiuto vicendevole per crescere in armonia, perdere il proprio compagno di viaggio non significa gettare via i semi ricevuti ma impegnarsi, con gratitudine affinchè possano restare in noi:

"Amore e perdita

L'amore non conosce paura, ma soprattutto non conosce imposizione, se si ama si permette all'altro di manifestare se stesso, si aiuta persino a far emergere in sè quella parte che non è germogliata ancora, si sostiene e non si possiede nulla. E' importante capire come l'amore universale sia diverso da un rapporto di coppia, non si devono confondere le cose. Ci sono compagni di viaggio che arrivano nella nostra vita, ma se devono andare, invece di restare ancorati alla "perdita", si deve capire che hanno finito il loro compito, che averli persi è solo illusione perchè in noi resta la loro presenza e quanto ci abbiano insegnato, quella trasformazione che ci ha resi migliori. Spesso gli ostacoli, le prove della vita sono rigettati, ci fanno cadere nel panico, è attraverso questo passaggio invece che possiamo cogliere in noi i limiti e superarli per essere migliori.

07.04.2007 Poetyca"

Per amare, per riconoscere questo bisogno,quest'opportunità che la vita ci insegna, esperienza dopo esperienza è opportuno leggere in noi stessi e crescere....

"Crescere

Il ripetersi, sotto diverse vesti di situazioni che contengano l'essenza delle lezioni da imparare; che abbiamo rifiutato di cogliere per timore, è l'opportunità concessaci per imparare a maturare in noi: le nostre fragilità, gli attaccamenti e quanto freni l'opportunità di amare. Quel gradino da superare attende il nostro impegno; questa vita da leggere attraverso l'esperienza, il karma che ci guida sono gli strumenti per la nostra personale lezione. Ogni cosa che mettiamo da parte è tempo che si somma e che ci allontana dal raggiungimento di esperienza ed ogni nostro impegno è scoperta e sottrazione alle difficoltà per meglio dirigerci verso il nostro evolverci. Un Maestro ci insegna la vita, la possibilità di crescere e relazionarci con noi stessi e gli altri; lontani dalle illusioni e dai timori che ci ingabbiano.Ad un certo punto quel che il Maesto possa aver indicato deve essere condotto da noi stessi, senza dimenticare che egli è il dito che ha mostrato la luna e non la luna. Mi viene in mente la frase del buddismo :"Se incontri il Budda per strada...uccidilo!",rappresenta la nostra necessità di distaccarci dalla fonte dell'insegnamento che ci ha fatto da stampella per cominciare il viaggio dentro noi stessi... Per essere. Il viaggio più importante della nostra vita.

04.12.2005 Poetyca "

Ecco.. in noi tutti gli strumenti per aprirci alla compassione, per non alimentare l'attaccamento e per Amare.

Un sorriso
Poe

Poe 9 anni fa
Ecco delle affermazioni positive dal sito di Louse Hay

Da questa pagina potete scaricare facilmente e gratuitamente del materiale sul Pensiero Positivo.

Contagio: http://www.suonodiluce.com/download/contagio.zip

una simpatica animazione in Power Point per contagiarsi positivamente
il file è compresso in formato zip (15kb)

Attualmente sono disponibili le prime raccolte di affermazioni inviate attraverso la Newsletter di Suono di Luce

Raccolta delle affermazioni dal n. 1 al n. 50 (58 Kb)

http://www.suonodiluce.com/Download/affermazioni1-50.pdf

Raccolta delle affermazioni dal n. 51 al n. 100 (255 Kb)

http://www.suonodiluce.com/download/affermazioni51-100.pdf

Raccolta delle affermazioni dal n. 101 al n. 150 (209 Kb)

http://www.suonodiluce.com/download/affermazioni101-150.pdf

Per scaricare il lettore Acrobat Reader per formato PDF:

http://www.adobe.it/products/acrobat/readstep.html

Ecco il link del sito:

http://www.suonodiluce.com/default.htm

Poe 9 anni fa
MEDITAZIONI SU VIBRAZIONI SONORE POSITIVE

1 Io voglio stare bene io merito di stare bene

2 Io amo la vita Io mi amo io amo gli altri io mi lascio amare

3 Io esistevo io esisto io continuerò ad esistere.

4 Oggi è una splendida giornata dell'eternitá, io mi regalo il meglio della vita.

5 Voglio mantenere intatte le emozioni che da bambino provavo per la vita e per l'universo

6 Io voglio che le persone intorno a me stiano bene

7 Giorno dopo giorno, io sto bene con me stesso, vita dopo vita io godo la vita.

8 Io scelgo di essere felice e mi impegno a non creare ostacoli al manifestarsi della mia felicitá

9 Io voglio ottenere e mantenere la buona salute Io merito di rimanere in buona salute

10 Io voglio rimanere in pace con me stesso, io merito di stare bene comunque e ovunque

11 Io amo la vita, in ogni sua forma e manifestazione

12 Io ho il potere di trasformare i miei pensieri in azioni le emozioni in piacere il cibo in energia e il lavoro in risultato

13 La mia presenza può fare solo del bene io sono un centro energetico

14 Mando il mio amore e la mia buona energia a tutti quelli che mi pensano, si ricordano di me e mi guardano

15 Oggi voglio incontrare le persone giuste

16 Io ho in me tutte le qualitá e tutte le risorse per soddisfare i miei desideri

17 Auguro a tutte le persone che ho incontrato in questa vita pace mentale, ottima salute, buona salute e tanta felicitá.

18 Io sono la pace io sono la tranquillitá io sono la gioia io sono la libertá io sono l'amore io sono la conoscenza

Scarica l'Mp3 "Here and Now" (2:00 sec)

http://www.capitanart.it/audio/mp3/Here%20and%20Now.mp3

Tratto da:
http://www.capitanart.it/cd/energiaspirituale.htm

Poe 9 anni fa

ENERGIA POSITIVA

l'energia che guarisce suoni e parole per stare bene

Secondo l'antica scienza spirituale dello yoga la mente ha tre funzioni principali: pensare-sentire-volere. I pensieri rappresentano il lato maschile della mente, le emozioni quello femminile e l'azione è la manifestazione concreta ed esterna della mente. Negli ultimi decenni la medicina occidentale ha scoperto che il cervello non è un unitá ma è diviso in due emisferi separati con funzioni e caratteristiche diverse che non è sempre facile armonizzare. Lo scopo di questo libro è aiutarvi a raggiungere e mantenere l'equilibrio psicosomatico, requisito fondamentale per vivere in modo pieno e soddisfacente. L'emisfero sinistro, maschile, è quello freddo, logico che presiede alle elaborazioni scientifiche, alla tecnica, al linguaggio e vive razionalmente nel tempo lineare misurato da orologi e calendari. L'emisfero destro, che corrisponde al lato femminile dell'essere, è caldo, creativo, simbolico, analogico, favorisce la manifestazione artistica, la ricerca spirituale e tende a vivere emozionalmente in dimensioni svincolate dal tempo misurato convenzionalmente.

L'emisfero sinistro è considerato la sede dei pensieri e quello destro delle emozioni; ogni azione è condizionata, influenzata da pensieri o da emozioni ad essa riferiti.

Se i pensieri e le emozioni sono ben allineati sullo stesso obiettivo allora ogni azione sará forte, sicura e facilmente produrrá successo. Quando uno pensa una cosa e riesce anche a sentirla allora si dice che ha fede, che ci crede, è una persona sicura di sè.

Un esempio che faccio spesso per illustrare questa connessione pensiero-emozione è quello sul matrimonio. Molti dicono: penso che sia arrivato il momento di sposarmi ma non me la sento. Altri invece dicono: mi sono sposato però ogni volta che ci penso mi sembra che non sia stata una buona scelta. In entrambi i casi l'azione dará risultati deboli, insoddisfacenti, non essendo sostenuta da tutto il potere della mente. Ogni azione per essere efficace ha bisogno di tutta l'energia della mente, composta dalla forza della parte logica-razionale e dal piacere della parte emozionale.

Dobbiamo imparare a vivere bene allineando con amore e consapevolezza: pensare-sentire-volere. Dopo anni di pratiche spirituali yoga e lunghe meditazioni sulle capacitá terapeutiche dei mantra in sanscrito ho capito la necessitá di riadattare gli antichi insegnamenti alla nostra normale vita quotidiana. Il sanscrito è una antica lingua spirituale molto potente ma il suono più penetrante ed efficace per la nostra mente è quello espresso nella lingua della nascita. Avendo maturato questa importante riflessione spirituale ho messo insieme una serie di frasi positive e terapeutiche da ripetere sia con il sostegno della forza della volontá e della razionalitá caratteristiche tipiche dell'emisfero sinistro che con la grazia delle emozioni e il potere dell'intuizione che costituiscono la natura dell'emisfero destro. Molte delle frasi che propongo iniziano con l'affermazione "io voglio" che serve a stimolare il lato maschile della volontá, le stesse frasi si ripetono poi identiche con nuove parole iniziali "io merito". Questa affermazione liberatoria rinforza l'autostima, neutralizza il complesso di colpa e favorisce l'accettazione della nostra buona fortuna e della nostra naturale tendenza a godere la vita. Quello che sto proponendo è un metodo pratico di cui ognuno si avvarrá a suo piacere, non vi stiamo presentando un dogma o un ideologia ma dei semplici strumenti per favorire la vostra crescita spirituale.

Il GRANDE IO e il piccolo io

Il GRANDE IO è la coscienza, è ognuno di noi. è un'individualitá eterna che precede la nascita e continua dopo la morte del corpo fisico. Questo IO è l'anima, la nostra vera identitá. La filosofia indiana chiama questo IO il Vero Sè o Io Superiore. Il piccolo io, conosciuto anche come ego, è costituito dall'insieme corpo e mente ed è caratterizzato materialmente da un nome specifico e da una connotazione genetica. In questa esperienza umana che stiamo vivendo sul pianeta Terra i due "io" coesistono con la differenza che uno sopravvive all'altro. Giocando con l'identitá temporanea del piccolo io il Vero Io può smarrirsi proprio come un bambino che gioca spensierato e poi si perde nel bosco. La consapevolezza e l'amore riportano la coscienza fuori dal labirinto esistenziale, per mantenere intatta la conoscenza dobbiamo svilluppare la preziosa qualitá della saggezza, la capacitá di armonizzare intelligentemente l'eternitá con la temporaneitá. L'uso che faccio della parola io non ha come scopo rinforzare l'ego ed aumentare l'orgoglio ma piuttosto si prefigge di risvegliare la coscienza eterna ed aiutarla a godersi degnamente le meraviglie del Grande Gioco Cosmico della Vita

Consigli per una perfetta esecuzione delle meditazioni

Nello yoga ci sono dei precisi insegnamenti che tendono a valorizzare la manifestazione del nostro potenziale. Vi segnaliamo alcuni aspetti che possono aiutarvi nel ricavare il maggiore beneficio dall'esecuzione di ogni meditazione.

a) Trovare una posizione comoda che si possa mantenere per almeno cinque minuti; è indispensabile mantenere l'assoluta immobilitá per favorire la comunicazione tra la mente conscia e quella subconscia.

b) Durante la respirazione oltre all'ossigeno, elemento fondamentale per il mantenimento del corpo umano, assorbiamo anche il prana, l'energia cosmica presente, a vari livelli, in tutto l'universo. Chiudere gli occhi e respirare profondamente per tre volte, ripetendo mentalmente: ENERGIA DENTRO durante l'inspirazione PROBLEMI FUORI durante l'espirazione Chiudere la meditazione sul prana con altre tre respirazioni profonde, ripetendo mentalmente ENERGIA DENTRO durante l'inspirazione AMORE FUORI durante l'espirazione

c) Terminata la respirazione, ripetere con la propria voce la frase o le frasi scelte. Ogni parola va pronunciata lentamente e bisogna fare una pausa tra una parola e l'altra. Le parole pronunciate in successione rapida hanno effetto soprattutto sull'emisfero sinistro, la pausa permette la ricezione anche da parte di quello destro che essendo emozionale è quello dove si annidano la maggior parte dei condizionamenti. Esempio. "Io voglio stare bene". La ripetizione continua di questa frase fa bene sempre e comunque ma per farla penetrare nelle profonditá della mente va letta così: " Io-(pausa)-voglio-(pausa)-stare-(pausa)-bene."- ; Insomma vi consiglio una lettura a contagocce, con un tono di voce calmo e rassicurante.

d) Oltre alle frasi qui consigliate ognuno può crearsi delle frasi personalizzate, fatte su misura, l'importante è scegliere parole semplici ed efficaci, senza mutarne la sequenza. Le frasi devono essere ripetute regolarmente e meditate con serenitá e consapevolezza

e) Il caso non esiste, per cui potete anche aprire improvvisamente il libro e spontaneamente leggere le frasi che vi sono capitate oppure potete programmarvi una sequenza specifica con l'obiettivo di cambiare un vostro programma mentale o rinforzare un progetto o anche mantenere una situazione piacevole che state giá vivendo. Queste frasi possono essere usate per guarire, per migliorare la qualitá della vita, per espandere gli orizzonti della propria coscienza, alzare il livello delle nostre relazioni e per tutti gli altri scopi positivi che ci prefiggiamo. Ricordate, i pensieri e le emozioni, ripetuti, creano le abitudini, le abitudini, col tempo, creano il carattere, il carattere diventa la base del nostro comportamento; il nostro carattere può essere o il nostro migliore amico o un grande ostacolo alla realizzazione dei nostri desideri; introducendo gradualmente emozioni e pensieri positivi cambiamo, in meglio, l'energia della mente.

Nota: per comoditá di spazio molte frasi contengono solo l'inizio 'io voglio'. Ogni frase va ripetuta, senza omettere o cambiare nessuna parola, con l'altro inizio 'io merito'. 'Io voglio' e 'io merito' completeranno le vostre affermazioni positive e daranno forza e sicurezza al vostro agire e alla realizzazione di ogni vostro desiderio.

Poe 9 anni fa
@Sherp

Attraverso la tua nobiltà d'animo,
come per un cavaliere d'altri tempi,
è capace di farti diventare spalla per chi soffre, senza sottolineare
il sacrificio, per poi rifugiarti in un angolo se a te servisse ascolto. Per non disturbare.

Sono poche le persone che hanno questo modo di rapportarsi e non sempre è compreso.

Un sorriso
Poe

Poe 9 anni fa
Questi sono un pensiero e una pratica ricorrente nel mio modo di essere. Ho avuto modo, nel corso della mia vita recente, di assistere due amici carissimi che ho perso, per tacere di un'altra esperienza che ha segnato in modo indelebile la mia esistenza.
In tutti questi casi, ho cercato di dimenticare la mia sofferenza, e mi sono messo al servizio di un sorriso, di un messaggio positivo, cercando di trasmettere loro fiducia nella vita, nella risoluzione dei loro problemi, e nella ineguagliabile forza dell'amore.
Non so quanto possa essere servito, ma so di certo che, la mia forza, limitata a quei momenti, avrà sicuramente trasmesso loro, qualcosa di positivo.
E se poi, lontano dai loro occhi, io dovessi sforzarmi di non piangere, dovessi in qualche modo pensare alla realtà concreta, questo sarebbe stato un piccolo problema, un insignificante problema, rispetto a ciò che la forza e la ricchezza acquisita, avevano rappresentato per me.
Sherpa4 9 anni fa
Pensiero del giorno 10/08/2008.

"Anche se un infelice può provare un certo sollievo al pensiero di
non essere lasciato solo a soffrire, dire a qualcuno in lacrime
che lo si comprende e che si condivide il suo dolore non basta
per aiutarlo veramente. Invece di assumere come lui
un'espressione triste, bisogna anzi nutrire interiormente una
fede e una gioia talmente grandi da neutralizzare il suo male.
Avete degli amici e volete aiutarli. Non siate ricettivi ai loro
stati negativi, ma ritiratevi da qualche parte per raccogliere la
gioia; poi, tornate a riversarla su di loro. Voi dite che è
impossibile non condividere la sofferenza dei propri amici e non
mostrarlo loro. No; se amate i vostri amici, ringraziate il cielo
e la terra, e proiettatevi fino al trono di Dio. Allora, al
vostro passaggio, tutti gli esseri luminosi del mondo invisibile
si faranno da parte e diranno: «Lasciamo salire quell'essere,
perché porta nel suo cuore un amore irresistibile, e noi
dobbiamo aiutarlo a realizzare quell'amore»."

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Poe 9 anni fa
Riflettendo...

La Riflessione

Quando si muore per davvero e si lascia questo corpo,
si può andare liberamente dove si vuole.

Nella più profonda oscurità
o quando porte e finestre sono serrate,
ci si addentra in uno stato di libertà.

Il corpo è come un sogno.
Quando ci risvegliamo a questa comprensione,
non ne resta alcuna traccia.

Maestro Takuan (1573-1645)

-------------

E' chiudersi all'invadenza
di quanto provenga da fuori
che permette di leggerci dentro
per accogliere con attenzione
quel che veramente siamo.

E' Sciogliere attaccamenti
e le mille paure
che proiettano distorsione,
a farci comprendere che solo noi
siamo capaci di luci ed ombre
sul nostro percorso.

Ritrovando la retta visione
possiamo ricondurci alla chiara luce.

Poetyca

------------

L'insegnamento

Emozioni

Le emozioni possono oscurare la mente.
Quando permettiamo alle nostre preferenze di agire come dei filtri, vedremo solo il materiale filtrato.

Da un punto di vista Zen poi, la vita dovrebbe essere vissuta in modo profondamente naturale.
Questo significa che non dovremmo amare né odiare?
No, significa che dovremmo essere consapevoli che le emozioni sono formate da noi stessi
e fungono da paraocchi nei confronti della realtà.

È questa distorsione che crea disarmonia e disturba la nostra pace.
Sia la vita che la morte, l’amore e l’odio, l'attrazione e la repulsione, non sono cose separate,
ma la stessa cosa in un continuum.

Un aspetto non può sussistere senza l’altro.
Odia una cosa, ama l’altra e ci troviamo a litigare con la realtà stessa.

Sodaiho Roshi

----------------

Quando t'immergi
nella corrente del fiume
non ti far trascinare
e raccogli la tua attenzione:

Le emozioni
sono frutti del cuore,
capaci di condurci
ad empatico sentire
ma è l'equidistanza
il filo teso
che ci conduce
all'equilibro.

Senza formulato giudizio
accogli la compassione
e ricorda come
ogni essere non è separato
poichè nell'interessere

- quando tu soffri
io verso una lacrima -

- la tua gioia è per me sorriso -

Abbracciando le distanze,
non separare ma unisci
mentre ti riscopri senza confine.

Poetyca

--------------

09.08.2008 Poetyca

Testi tratti da: http://www.bodhidharma.it

Poe 9 anni fa
Che il vento che soffia sotto il portico giunga sino a te Kalu...e ti doni una brezza dolce e con essa parole e pensieri che ti avvolgano.
Buon soggiorno!
Abif Hiram 9 anni fa
Alla prossima luna
sarà serenità e frescura.

Buon viaggio per le vie del mondo
ed un sorriso t'accompagni.

Poe

Poe 9 anni fa
Arrivederci Kalu e buone vacanze.
Il portico è vuoto, nessun viandante si aggira nei dintorni. Il caldo afoso di questi giorni ha convinto anche i più solerti praticanti a rifugiarsi in piscina e nei freschi corridoi del castello.

Kalufunsui si affaccia per un lungo istante al porticato, dallo zainetto di stoffa emerge il muso sgraziato di Korg, immerso nei propri sogni di rospo. Kalu rivolge un inchino al Buddha di rame e saluta nelle quattro direzioni. Poi estrae dal vestito un piccolo manifesto che affigge alla colonna centrale del portico. Infine da' un'ultima occhiata intorno a se e si allontana silenziosamente oltre i confini del castello.

Il foglio recita:
Cari visitatori del portico, lascio questo luogo alla vostra cura per alcune settimane.

Godete della sua ombra, affinate il vostro spirito e rispettate i suoi spazi.

Vi abbraccio con affetto, arrivederci alla prossima luna.

Kalufunsui

Kalufunsui 9 anni fa
Gasho

Gasho nasce come ali sul cuore
piccola perla che s'inchina
oltre tutte le forme ed il silenzio:
tepore antico che si dona
alla carezza d'un sorriso

Fiore di loto nella tiepida fragranza
perchè si è aperto lo scrigno
che ad occhi socchiusi appare vuoto
e in un tocco leggero sprigiona aromi
senza più tempo e logore domande

22.06.2007 Poetyca

Gasho

Gasho is born as you haul on the heart
small pearl that bends him
over all the forms and the silence:
ancient warmth that is given
to the caress of a smile

Flower of lotus in the lukewarm fragrance
because it has opened the casket
what to left half open eyes it appears empty
and in a light touch it emits aromas
without more time and worn-out questions

22.06.2007 Poetyca

Poe 9 anni fa
Specchio e mente

Si riflette un' immagine,
poi se ne dimentica l'essenza;
nessun giudizio ma la verità
a cui non si possa fare senza.

Si riflette, spesso in silenzio
di quel che resta e che svanisce
per meglio comprendere
e condursi dove il cuore suggerisce.

Ma fai attenzione, chi ascolta?
Solo la mente che non smette di cercare
e nulla è nel riflesso di uno specchio
che rimanda quel che è soggetto a mutare.

30.09.2006 Poetyca

Poe 9 anni fa
@Kalu..purtroppo sono solo prospettive per ora ancora lontane...Intorna a me ora c'è il buio.....Ma prima o poi ci sarà la fine di questo tunnel.......e allora L'alba bacierà la mia Crisalide....e sarà nuova vita!! Grazie per il benvenuto!:-* a Presto...ma mi perdonerete un pò di latitanza....
Abif Hiram 9 anni fa
tara, kalu, e quando non è rimasto neppure il bicchiere, che si fa? già il mezzo pieno è troppo spesso solo un fondo di bicchiere, ma a volte non c'è neppure quello! e guardare qualcosa che non c'è... è un tantino difficoltoso! e ripetere come un mantra "take it easy" o "Don't you Worry 'Bout a Thing"... non basta più!
Jana 9 anni fa
@Tara: condivido in pieno, personalmente quello che mi manca e mi rende difficile vedere il mezzo pieno è che troppe volte scelgo di posticipare quello che mi sembra giusto a favore di quello che mi sembra necessario ... e alla lunga si paga :-/

@Morgause: benvenuta, lieto che il portico ti piaccia, puoi fermarti quanto vuoi :) Ti auguro che il futuro roseo che ti hanno promesso lo sia veramente... e presto :)

Kalufunsui 9 anni fa
Il sole risplende nel cielo,
oppure si nasconde dietro le nuvole,
ci riscalda comunque
ci osserva ovunque.

Camminiamo per la nostra strada,
sempre guardando di fronte a noi,
solamente di fronte e mai dentro.

Mille pensieri attraversano la mente,
mille problemi ci assalgono,
mille voci ci parlano contemporaneamente.

Fermati!
Guarda intorno a te,
basta con l'apnea mentale.

Respira...
Rifletti...
Ascoltati...

Ma soprattutto guarda in alto,
Lo vedi?
C'é un sole stupendo che ti sta sorridendo.

(pallina_delfi)

Pallina_Delfi 9 anni fa