[Gioco] La stanza del protagonista.

DISCUSSIONE | 109 Interventi | Creata da Atticus |
Ultimo aggiornamento: 22 luglio 2018 | Iniziata: 11 giugno 2018
AtticusAtticus ha scritto: Tre indizi riguardanti il protagonista di un libro + uno relativo all'autore si trovano nella stanza dove attualmente mi trovo.
Aiutatemi a ricordare il libro a cui sono riferiti.

N.b.: Gli indizi devono riferirsi ad UN protagonista PRINCIPALE o comunque a situazione inerenti la sue vicissitudini.
I libri scelti devono essere FAMOSI. Pescate tra i classici o tra quelli che fanno parte dell'immaginario collettivo.
Attenzione: Per partecipare devi prima iscriverti al gruppo. Per iscriverti clicca qui.
In una lussuosa stanza troviamo:
- La copia di un testamento
- un abito femminile di velluto nero
- la foto di una galleria piena di quadri
- un set di pittura ad acquerello
- Il biglietto di un treno
Teofano13 ore fa
Teofano
Jùrij Andrèevič Živàgo de Il dottor Živago, di Boris Leonidovič Pasternak.

. Il dottor Živago è medico al servizio delle truppe russe al fronte, nella prima guerra mondiale e poi arruolato a forza nelle fila dei partigiani rossi nella guerra civile
. È appassionato di scrittura
. Lara Antipov amata dal dottor Živago è una crocerossina arruolata anch'essa nei due conflitti
. Tema di Lara, la colonna sonora del film, di Maurice Jarre, vendette centinaia di migliaia di copie e vinse l'oscar.
Il dottor Zivago?
Teofano2 giorni fa
Teofano
In una fredda stanza in un freddo inverno di guerra civile troviamo:

. Una borsa da medico
. Penna e carta e molti blocchi di poesie e scritti vari
. Una divisa da crocerossina
. Il Cd di una musica struggente (questo riguarda la colonna sonora del film tratto dal romanzo)
. Un losco avvocato
Bludaniela2 giorni fa
Bludaniela
@Atticus, i romanzi di Fred Vargas sono stati pubblicati in Italia in ordine sparso e non cronologico, visto che non hai letto nulla, ti conviene rispettare la cronologia, perché è molto interessante seguire la crescita dei personaggi e i vari riferimenti cui la scrittrice ama ricorrere, anche se ogni libro rappresenta una vicenda compiuta. Quello che citi tu è uno dei primi, bello, ma non è con Adamsberg; è il primo, mi pare, della trilogia degli Evangelisti.
Bludaniela2 giorni fa
Bludaniela
Esatto Blu.
La stanza con banchi e sedie e dalla cui finestra si vede la Mole è l'aula della scuola torinese in cui è ambientata la storia di De Amicis
-un tamburo da Il tamburino sardo
-un biglietto per l'Argentina da Dagli Appennini alle Ande
-un premio scolastico quello vinto da Precossi
-una penna rossa, dalla piuma che porta sul cappello la maestrina dalla penna rossa
-un ragazzo enorme ma buono non può essere che Garrone.

@Blu: della Vargas non ho letto niente. Mi sa che inizio da Chi è morto alzi la mano.
Atticus2 giorni fa
Atticus
Sei Enrico Bottini, il narratore del libro Cuore di De Amicis ?
Bludaniela2 giorni fa
Bludaniela
Devo ancora dare spiegazione degli indizi della stanza di Jean-Baptiste Adamsberg il commissario dei romanzi di Fred Vargas definito "spalatore di nuvole":
. Il commissario Adamsberg ama il vino soprattutto i Sauternes
. Adamsberg ama disegnare o semplicemente scarabocchiare per aiutare la riflessione
. Ha un vicino di casa (Lucio Velasco) di origine spagnola, senza un braccio, con cui chiacchiera, si confronta e beve vino. Lucio ha avvertito Jean-Baptiste che la casa dove A. si è trasferito è infestato dal fantasma di una monaca del XVII secolo, Clarissa. Ma il commissario non se ne cura.
. Non si cura neppure dell'abbigliamento, costantemente sciupato e stropicciato
. A. adora passeggiare per i quartieri di Parigi e osservare cosa lo circonda, soprattutto le nuvole, durante lunghe camminate.
. I tre personaggi di rue Chasle sono gli Evangelisti, interessanti studiosi, strambi e colti, cui ogni tanto il commissario ricorre
Bludaniela2 giorni fa
Bludaniela
In questa stanza con banchi e sedie e dalla cui finestra si vede la Mole ci sono:
-un tamburo
-un biglietto per l'Argentina
-un premio scolastico
-una penn rossa
-un ragazzo enorme ma buono
Atticus2 giorni fa
Atticus
Bravò Atticus!! Exactement!
Bludaniela3 giorni fa
Bludaniela
Sei Jean-Baptiste Adamsberg?
Atticus3 giorni fa
Atticus
Siamo in una delle stanze di The Others
Superfilo923 giorni fa
Superfilo92
Nella stanza abbiamo anche:
. la fotografia di tre strani personaggi davanti alla 'topaia' di rue Chasle a Parigi, ma potrebbero anche essere lì, fisicamente presenti, perché quando il nostro protagonista chiama, loro sono sempre disponibili, salvo siano impegnati per le pulizie di casa o all'università a tenere conferenze.
. Una pala, anche se per spalare lui non ne ha bisogno.
Bludaniela4 giorni fa
Bludaniela
Qui mi sa Blu che se non dai un altro aiuto non ci si muove
Superfilo924 giorni fa
Superfilo92
Spiego la cosa del fantasma: è un'informazione data dall'amico senza un braccio, vicino di casa del nostro. Ma il protagonista non ci crede.
Bludaniela7 giorni fa
Bludaniela
No, Atticus
Bludaniela7 giorni fa
Bludaniela
Provo con Marcel o Swann de Alla ricerca del tempo perduto
Atticus7 giorni fa
Atticus
Eccomi:

In una stanza, che forse è abitata da un fantasma, troviamo:

. Bottiglie di Sauternes
. Fogli di scarabocchi
. Istantanee di un amico senza un braccio
. Abiti stropicciati
. Scarpe consumate
Bludaniela1 settimana fa
Bludaniela
(@Sun: tu prova lo stesso ad indovinare che nel caso la stanza la apro io)
Atticus1 settimana fa
Atticus
Ok. Anch'io tornerò più tardi ad aprire una nuova stanza
Bludaniela1 settimana fa
Bludaniela
AVEVO INDOVINATO!!!! La prima volta...... fanfara....;-))
ma non me la sono sentita di rispondere....perchè sarei stata nelle curve a cercare la stanza con annessi e connessi..... e chi si ruicorda?
comunque sono contenta... per me è già un traguardo così... accidenti alla memoriaaaaa ;-((
SUN501 settimana fa
SUN50
Esatto Blu.
In questo momento non riesco a scrivere le spiegazioni.
Atticus1 settimana fa
Atticus
Sei Danny Boodman T.D. Lemon Novecento, l'orfano di Novecento di Baricco?
Bludaniela1 settimana fa
Bludaniela
In questa camera con la finestra a forma di oblò vedo:
un pianoforte
una tromba
una cassetta della frutta
una scaletta
una lettera
Atticus1 settimana fa
Atticus
Mais oui Atticus!!
Alors: lo spettacolo teatrale della "Venere bionda",fu quello che dette notorietà a Mademoiselle Naná.
In un'altra lunga sequenza del romanzo la scena si sposta all' ippodromo dove, sotto gli occhi di una Naná esultante, una cavalla omonima si aggiudica il Grand Prix.
Ad un certo punto Naná diviene la mantenuta di un certo titolato di nome Mussat, che per non perderla le passa tale rendita.
A Naná piace ammirare il suo splendido corpo nudo allo specchio.

Mentre scoppia la guerra Naná muore di vaiolo
Teofano1 settimana fa
Teofano
Sei Nanà di Zola?
Atticus1 settimana fa
Atticus
No...il romanzo è famoso, anche se a me non piace per niente!
Teofano1 settimana fa
Teofano
Sono Severin di Venere in pelliccia di Sacher-Masoch?
Superfilo921 settimana fa
Superfilo92
Dentro una stanza dal lusso un po' pacchiano ci sono

Una locandina teatrale che annuncia uno spettacolo con la dea Venere
I finimenti di una cavalla da corsa
12000 franchi di rendita mensile dentro un cassetto
un grande specchio a figura intera
Un quotidiano che annuncia l'inizio della guerra fra Franco-prussiana
Teofano1 settimana fa
Teofano