1948

Israele e Palestina tra guerra e pace

Di

Editore: Rizzoli

3.9
(20)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 441 | Formato: Altri

Isbn-10: 8817002550 | Isbn-13: 9788817002554 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: S. Galli

Genere: Storia

Ti piace 1948?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Uno studio sulla guerra che seguì la proclamazione dello Stato d'Israelenel 1948, che analizza le responsabilità individuali e nazionali cheportarono all'esodo di massa dei palestinesi. Il saggio illumina le modalitàin cui quell'esodo si svolse e presenta i documenti che spiegano la questionedei profughi palestinesi. Racconta la nascita di quel filone storiografico cheha spinto gli studiosi israeliani a riesaminare, oltre i miti del sionismo edel nazionalismo ebraico, la realtà della fondazione di Israele. Morris rivedeil 1948 con lo sguardo rivolto all'attualità e con la convinzione che senzauna completa separazione "ci sarà una guerra perpetua finché uno dei duepopoli rivali verrà gettato in mare o nel deserto".
Ordina per
  • 4

    Molto interessante, per chi come me era a digiuno degli avvenimenti dell'epoca, il libro apre gli occhi su fatti che lasciano abbastanza basiti: la crudeltà dei trasferimenti, i crimini perpetrati da ...continua

    Molto interessante, per chi come me era a digiuno degli avvenimenti dell'epoca, il libro apre gli occhi su fatti che lasciano abbastanza basiti: la crudeltà dei trasferimenti, i crimini perpetrati da membri dell'esercito che fino a due anni prima erano nei campi di concentramento...insomma, una visione del tutto nuova sull'edificazione dello stato di Israele senza demonizzarlo ma documentando i fatti.

    ha scritto il