84, Charing Cross Road

By

Publisher: Penguin (Non-Classics)

4.2
(2844)

Language: English | Number of Pages: 112 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi simplified , Spanish , Chi traditional , French , Italian , Swedish , German , Catalan , Finnish , Dutch , Japanese

Isbn-10: 0140143505 | Isbn-13: 9780140143508 | Publish date:  | Edition Reissue

Also available as: Hardcover , Softcover and Stapled , Audio Cassette , Audio CD

Category: Biography , Fiction & Literature , History

Do you like 84, Charing Cross Road ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 3

    "Amo le dediche sulla prima pagina e le note a margine, mi piace il sentimento fraterno che si prova sfogliando pagine che qualcun altro ha già sfogliato. Leggendo passaggi che qualcun altro, magari d ...continue

    "Amo le dediche sulla prima pagina e le note a margine, mi piace il sentimento fraterno che si prova sfogliando pagine che qualcun altro ha già sfogliato. Leggendo passaggi che qualcun altro, magari da tempo scomparso, ha voluto segnalare alla mia attenzione." (p. 33)

    said on 

  • 5

    海蓮漢芙這段話真是讓我慚愧萬分...
    ______________________________________________________________________________________

    每年一到春天,我就會「大清倉」,把一些我再也不會重讀的書全丟掉,就像我也會把再也不穿的衣服扔了同樣道理。倒是旁人都很驚訝,依我看,他們愛惜書本的方式才奇怪呢。他們買一堆新出版的暢銷書,囫圇 ...continue

    海蓮漢芙這段話真是讓我慚愧萬分...
    ______________________________________________________________________________________

    每年一到春天,我就會「大清倉」,把一些我再也不會重讀的書全丟掉,就像我也會把再也不穿的衣服扔了同樣道理。倒是旁人都很驚訝,依我看,他們愛惜書本的方式才奇怪呢。他們買一堆新出版的暢銷書,囫圇吞棗似地看完,我常想:他們也未免讀得太潦草了吧。然後呢,因為他們從不重讀那些書,不消一年,書裡面的內容早就被他們拋到九霄雲外!不過,當他們看見我把書一箱一箱地往外扔時,卻又露出一副「這怎麼得了!」的表情。要是照著他們的作法,買了一本書,好--讀過了,好--上架,好--沒事了,一輩子也不會再去碰它第二回,可是呢?「丟掉?萬萬使不得呀!」為什麼使不得?我個人堅信:一本不好的書--哪怕只是不夠好,棄之毫不足惜!

    said on 

  • 5

    Un libro culto da cui è stato tratto un bellissimo film. Una raccolta di lettere che per vent'anni hanno attraversato l'oceano da New York a Londra. Da semplici lettere commerciali, per richiedere lib ...continue

    Un libro culto da cui è stato tratto un bellissimo film. Una raccolta di lettere che per vent'anni hanno attraversato l'oceano da New York a Londra. Da semplici lettere commerciali, per richiedere libri ad una libreria antiquaria, a missive personali, ironiche, sagaci. Una storia vera di cui si vedono poche, ma preziose fose

    said on 

  • 4

    La prima volta che ho letto la storia di questo libro ho pensato: "chissà che noia le lettere di una scrittrice al suo libraio di fiducia", invece si è rivelata una lettura piacevolissima, intrisa si ...continue

    La prima volta che ho letto la storia di questo libro ho pensato: "chissà che noia le lettere di una scrittrice al suo libraio di fiducia", invece si è rivelata una lettura piacevolissima, intrisa si ironia e umanità. Consigliato!

    said on 

  • 4

    New York, 1949. Helene Hanff, appassionata di lettura e di scrittura, sfoglia distrattamente il “Saturday Rewiew of Literature” quando la sua attenzione è catturata dall’inserzione della libreria lond ...continue

    New York, 1949. Helene Hanff, appassionata di lettura e di scrittura, sfoglia distrattamente il “Saturday Rewiew of Literature” quando la sua attenzione è catturata dall’inserzione della libreria londinese Marks & Co., in cui spicca la dicitura “librai antiquari”. Una scrittrice squattrinata che ama i libri d’antiquariato non può farsi certo scappare un’occasione del genere, a patto però che i libri in questione non siano troppo costosi. Dalle sua parti, nella City, è praticamente impossibile reperire certe opere se non in edizioni economicamente proibitive o “in copie scolastiche, sudice e scribacchiate, della libreria Barnes & Nobles”. E così, senza pensarci troppo su, Helene scrive una lettera alla libreria londinese per chiedere copia di tre saggi di William Hazlitt, il Virginibus Puerisque che racchiude alcuni saggi filosofici e letterari di Stevenson e degli scritti di James Leigh Hunt. Tutti classici inglesi che Helene non è riuscita a trovare a New York. Sarà solo la prima lettera di una fitta corrispondenza che si protrarrà per ben vent’anni... - See more at: http://www.mangialibri.com/libri/84-charing-cross-road#sthash.E2vHbAmK.dpuf

    said on 

  • 3

    Delicatezze

    Una storia semplice, che parla dell'amore per i libri e di come la condivisione di questo amore costruisca ponti, annulli le distanze, crei legami di affetto anche tra sconosciuti.
    Da un lato del mond ...continue

    Una storia semplice, che parla dell'amore per i libri e di come la condivisione di questo amore costruisca ponti, annulli le distanze, crei legami di affetto anche tra sconosciuti.
    Da un lato del mondo, una libreria che raccoglie volumi d'antiquariato; dall'altro, una appassionata lettrice e collezionista di edizioni antiche e pregiate. Tanto basta perché la libreria, che ha sede a Londra, entri in contatto con la lettrice, che vive negli Stati Uniti.
    Attraverso un carteggio cordiale, ironico, poi sinceramente affettuoso, si scambiano libri e regali, la gratitudine diventa presto amicizia.
    Lettura veloce, scorrevolissima, gradevole. Non è un libro che farei salire su un podio, ma di certo lo ricorderò aprendo il volto in un tenero sorriso.

    said on 

  • 5

    在那個仍然會拿起一枝筆、一張信紙貼個郵票的年代。那份仍會去信世界各書店尋找心頭好的執迷。

    紙張泛黃斑駁,總教人敝帚自珍。

    故事講述Helene一位愛書者,去信Marks & Co. 尋找一本絕版書籍。Frank Doel就成了她的獵書搜尋人。然後幾十年來,一封一封的信紙從大西洋美國的這邊飄洋過海到達英國的查令十字路八十四號。由尋找一本珍而重之的書藉到一份與Marks & Co.書店全店員工的珍貴友 ...continue

    在那個仍然會拿起一枝筆、一張信紙貼個郵票的年代。那份仍會去信世界各書店尋找心頭好的執迷。

    紙張泛黃斑駁,總教人敝帚自珍。

    故事講述Helene一位愛書者,去信Marks & Co. 尋找一本絕版書籍。Frank Doel就成了她的獵書搜尋人。然後幾十年來,一封一封的信紙從大西洋美國的這邊飄洋過海到達英國的查令十字路八十四號。由尋找一本珍而重之的書藉到一份與Marks & Co.書店全店員工的珍貴友情。又信又書、後來是禮物、還有食物,然後是交換人生經歷種種,在大西洋的上空以信函交流著,很是婆媽的相處交往。不過,老十土婆媽的事情經過歲月的歷練,共同分享唱書的心得而建立的關係群,薄薄的紙張盛載著濃情厚意。彼此都渴望從遠方寄來的信,人物關係沒有曖昧(電影版是不同的),也沒有甚麼高低起伏,只是到最後Helene 和Frank 更緣慳一面,心裡總是有點忐忑,卻又說不上是可惜,跟這本書的調子一樣,都是淡淡的。

    喜歡書的人必會喜歡這淡淡的情懷,淡淡的經典。

    said on 

  • 3

    Cosa NON mi è piaciuto (inizio da questo, ma ci sono anche cose che mi sono molto piaciute :D): innanzi tutto Helene Hanff stessa, che a dispetto di quanto riporta la trama io non ho trovato per nient ...continue

    Cosa NON mi è piaciuto (inizio da questo, ma ci sono anche cose che mi sono molto piaciute :D): innanzi tutto Helene Hanff stessa, che a dispetto di quanto riporta la trama io non ho trovato per niente allegra e piena di wit ma solamente tanto antipatica e indisponente. Non mi è piaciuto per niente il tono delle sue lettere, anche se ammetto che questa situazione di fastidio c'è stata soprattutto all'inizio della storia, poi un po' è migliorata (too bad che ormai era troppo tardi per riconquistare i punti simpatia perduti in precedenza). Non mi è nemmeno piaciuto il fatto che la Hanff abbia preso questa corrispondenza, anzi questa amicizia e l'abbia sbattuta in un libro così che il mondo potesse ammirarla. Non so, forse sono cattiva e cinica io, ma non ne capisco la motivazione se non quella di fare successo e soldi in modo facile e immediato, come poi è stato.
    Non capisco proprio perché la Hanff non abbia tenuto per sé questa sua esperienza, io pur essendo 'l'intrusa' di turno mi sono sentita molto violata :(

    Cosa mi E' piaciuto: allora, sicuramente il fatto che si parla di libri e di librerie (la Marks & Co a Charing Cross Road doveva essere qualcosa di bellissimo..) e che tanto amore per questa passione trapela dalle parole di Helene.. Mi è piaciuto che la libreria mandasse i libri ad Helen in America PRIMA di aver ricevuto i soldi necessari (no, seriamente, mi chiedo chi oggi farebbe credito a qualcuno.. :D), questa fiducia cieca.. Ammazza!!
    Mi è piaciuto molto il modo in cui Helene ci racconta dei libri che vorrebbe possedere e le sensazioni che prova nel possedere questi volumi antichi (mi sono sentita un po' Gollum con il mio tessoro, volevo tutto, TUTTO MIO!).. Un amante dei libri non può che rimanere colpito ed estasiato dalle sue descrizioni e sicuramente si immedesimerà tantissimo con lei!!
    Mi è piaciuta anche molto la relazione che si viene a creare tra Helene e lo staff della libreria, mi ricorda un po' nel mio piccolo un intenso e struggente carteggio che ho intrattenuto con il tipo di Amazon quando mi ha riparato il Kindle che davo per spacciato (sniff :'))..

    Non mi sento di Sconsigliare il libro, anche perché in meno di un'ora si legge.. Ma forse mi aspettavo un po' di più!
    (E ho il rimpianto per il fatto che la Marks & Co abbia chiuso senza che io abbia potuto visitarla, ecco.)

    said on 

Sorting by