Addio, e grazie per tutto il pesce

Di

Editore: Mondadori

3.9
(2976)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 208 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Portoghese , Tedesco , Lettone , Sloveno

Isbn-10: 8804537701 | Isbn-13: 9788804537700 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Laura Serra

Disponibile anche come: eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Umorismo , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Addio, e grazie per tutto il pesce?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
"La vita, l'Universo e tutto quanto", il terzo volume della saga Guida galattica per gli autostoppisti, si concludeva con il protagonista, Arthur Dent, in possesso del prezioso Messaggio Finale di Dio alle Sue Creature. Ma, avendolo sbadatamente dimenticato, Arthur ricorre a ogni espediente per cercare di ricordarselo. Tutto si rivela inutile: il Messaggio è proprio dimenticato. "Addio, e grazie per tutto il pesce", quarto episodio dell'epopea, ci riserva la sorpresa di un'inaspettata ricomparsa. Infatti, dopo Otto anni di folle girovagare per lo spazio, Arthur e i suoi compagni tornano sulla Terra, decisi a trovare, oltre al messaggio divino, la risposta a due altri quesiti di primaria importanza...
Ordina per
  • 3

    I livelli di follia e paradossalità diminuiscono progressivamente con l'andare avanti con le vicissitudini di Arthur Dent.
    Sì, è il più normale e lineare dei racconti della Guida gallatica, fino al mo ...continua

    I livelli di follia e paradossalità diminuiscono progressivamente con l'andare avanti con le vicissitudini di Arthur Dent.
    Sì, è il più normale e lineare dei racconti della Guida gallatica, fino al momento. E i protagonisti si riducono a Dent e, occasionalmente, Ford.
    È quasi una storia d'amore con pizzichi da fiaba o pochissime digressioni surreali o tratte dalla Guida.
    Sì, carino... ma...

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    In quest'avventura Arthur Dent si ritrova,non si capisce bene come,di nuovo sulla Terra, dove la vita è rinata normalmente e riprende esattamente dal momento in cui il pianeta è stato distrutto dai V ...continua

    In quest'avventura Arthur Dent si ritrova,non si capisce bene come,di nuovo sulla Terra, dove la vita è rinata normalmente e riprende esattamente dal momento in cui il pianeta è stato distrutto dai Vogon per far spazio all'autostrada intergalattica.
    Ford,invece,continua a vagare per la Galassia,ma in questo libro, non è molto presente,se non alla fine,quando i due si riuniscono e ripartono su un'astronave.
    Il protagonista è in assoluto l'amore,perchè qui Arthur si fidanza con una donna e Adams,ci racconta sempre a modo suo,come sia questo sentimento.
    La ragazza in questione soffre di allucinazioni e,durante una di queste, ha percepito una risposta alla domanda fondamentale dell'Universo,così tutti poi partono per cercare questa risposta e indagano sulla questione del pianeta Terra distrutto.
    Incontrano un uomo mezzo matto che racconta loro di aver parlato con i delfini e che questi gli hanno detto "addio e grazie per tutto il pesce" prima di scomparire definitivamente.
    Anche quest'avventura è molto sottotono rispetto al primo libro,non ho sorriso neppure per un momento,non ho capito che satira tira e Arthur innamorato mi ha lasciato completamente indifferente.

    ha scritto il 

  • 2

    anche se a tratti mi ha fatto sorridere confermo la poca armonia con questo autore, non capisco molto il senso dei suoi romanzi.
    una sorta di fantascienza condita da humor inglese, ma senza la "profon ...continua

    anche se a tratti mi ha fatto sorridere confermo la poca armonia con questo autore, non capisco molto il senso dei suoi romanzi.
    una sorta di fantascienza condita da humor inglese, ma senza la "profondità" di una storia strutturata e convincente.

    ha scritto il 

  • 4

    « - Lo so che l'astrologia non è una scienza. Certo che non lo è. È solo un insieme arbitrario di regole, come gli scacchi, il tennis e quello strano gioco che fate voi inglesi, come si chiama...
    - Il ...continua

    « - Lo so che l'astrologia non è una scienza. Certo che non lo è. È solo un insieme arbitrario di regole, come gli scacchi, il tennis e quello strano gioco che fate voi inglesi, come si chiama...
    - Il cricket? L'autodisprezzo?
    - La democrazia parlamentare. »

    « - Sai che hanno reintrodotto la pena di morte per i direttori delle compagnie di assicurazioni?
    - Davvero? No, non lo sapevo. Per quale reato?
    - Cosa intendi con "reato"? »

    ha scritto il 

  • 4

    Addio e grazie per il buonumore

    Se alla quarta puntata della serie iniziata con la “Guida galattica per autostoppisti” sono ancora a svagarmi nei romanzi di questo sottovalutato geniaccio di Douglas Adams è soprattutto per il buonum ...continua

    Se alla quarta puntata della serie iniziata con la “Guida galattica per autostoppisti” sono ancora a svagarmi nei romanzi di questo sottovalutato geniaccio di Douglas Adams è soprattutto per il buonumore che ogni volta la sua lettura mi procura.

    Pur essendo ben lontano dai vertici della narrativa, questo humour tipicamente inglese, che flirta col non-sense e richiama lo spirito dei Monty Python e la fantasia creativa di Kurt Vonnegut (che non è inglese ma in qusta compagnia ci sta…) ha la sottile capacità di divertire, divertire e divertire.

    Attraverso episodi abbastanza brevi da evitare lo sbadiglio, ma sviluppati a sufficienza per andare oltre la facile battuta e la situazione semplicemente buffa, si procede a buona andatura e alla fine il giudizio dipende più dalla propria disponibilità a farsi portare un po’ in giro con leggerezza che dal valore intrinseco del libro, pressoché analogo agli episodi che lo hanno preceduto. Da qualche parte devo averlo già scritto, ma ribadisco che, se si è trovata insoddisfacente la lettura della “Guida Galattica”, è meglio lasciar perdere…

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Arthur ritorna sulla terra, Arthur si innamora, Arthur ritorna a viaggiare...

    Sinceramente questo volume mi sembra un po' fiacco rispetto agli altri... non sò!
    La lettura è sicuramente piacevole, ma è ...continua

    Arthur ritorna sulla terra, Arthur si innamora, Arthur ritorna a viaggiare...

    Sinceramente questo volume mi sembra un po' fiacco rispetto agli altri... non sò!
    La lettura è sicuramente piacevole, ma è come se si camminasse lentamente non per scelta ma perché si indossano scarponi pesantissimi

    ha scritto il 

  • 4

    "- Ehi, a proposito, cosa c'è stato di nuovo sulla Terra, dopo l'esplosione?
    - Solo la vita. - disse Arthur, prendendo una birra da una confezione da sei barattoli.
    - Oh, ancora la vita - disse Ford. ...continua

    "- Ehi, a proposito, cosa c'è stato di nuovo sulla Terra, dopo l'esplosione?
    - Solo la vita. - disse Arthur, prendendo una birra da una confezione da sei barattoli.
    - Oh, ancora la vita - disse Ford. - Immaginavo che fosse qualcosa del genere. Preferisco questa roba qui- aggiunse, mentre sullo schermo appariva il Rick's Bar."

    ha scritto il 

  • 4

    Ci scusiamo per il disturbo.

    I fatti si svolgono quasi interamente sulla terra ad eccezione delle ultime, esilaranti, pagine. E' sempre un piacere.
    Probabilmente il capitolo più poetico della saga della "Guida".

    "Che cosa ne sape ...continua

    I fatti si svolgono quasi interamente sulla terra ad eccezione delle ultime, esilaranti, pagine. E' sempre un piacere.
    Probabilmente il capitolo più poetico della saga della "Guida".

    "Che cosa ne sapete voi del sempre? Vi permettete di pronunciare questa parola con me che, a causa delle piccole, stupide commissioni che voi forme di vita organica mi avete incaricato di eseguire nel corso del tempo, sono adesso trentasette volte più vecchio dello stesso universo? Scegliete i termini con un po' più di cura e di tatto."

    ha scritto il 

Ordina per