Al diavolo piace dolce

Di

Editore: Piemme

3.3
(1254)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 429 | Formato: Copertina morbida e spillati | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 883846894X | Isbn-13: 9788838468940 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Francesca Spinelli

Disponibile anche come: Altri , Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura , Umorismo , Rosa

Ti piace Al diavolo piace dolce?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Bette Robinson, ventisettenne newyorchese, ex impiegata di banca che sogna ditrovare il principe azzurro, non crede alla sua fortuna quando viene assuntadalla più famosa agenzia di pubbliche relazioni di Manhattan con il compito diorganizzare i party più esclusivi. In equilibrio sui tacchi a spillo, Bettediventa una delle migliori del suo campo. Ma una mattina, dopo una festa, siritrova nel letto di Philip Weston, il playboy più ambito della città. Non siricorda nulla della serata precedente, ma è sicura di una cosa: non può esserestata con un tipo simile. Bastano poche ore perché il suo nome finisca sullecopertine di tutti i rotocalchi. Per l'agenzia è un trionfo, il ritorno dipubblicità è immenso. Ma per Bette è un vero e proprio inferno...
Ordina per
  • 2

    Ripetitivo...

    Anche in questo ennesimo caso, la casa editrice italiana non ha tradotto letteralmente il titolo. L'originale "Everyone worth knowing" sarebbe stato molto più indicato.
    Bette, la protagonista, è molto ...continua

    Anche in questo ennesimo caso, la casa editrice italiana non ha tradotto letteralmente il titolo. L'originale "Everyone worth knowing" sarebbe stato molto più indicato.
    Bette, la protagonista, è molto simpatica, ironica e somigliante a un mix tra Bridget Jones e Scarlett Johansson in "Nanny's diary". Ne risulta una ragazza che non vuole in alcun modo mostrare il proprio lato romantico, sviluppato ampiamente grazie alla lettura di pagine e pagine di romanzi d'amore. Eppure, il mondo in cui è finita la assorbe completamente e, un po' per non deludere suo zio che le ha trovato il lavoro, un po' per soddisfazione personale, finisce in un vortice da cui difficilmente si riesce ad emergere, un universo in cui è il gossip a dettar legge.
    Ovviamente non tutto ciò che sembra così brillante, lo è davvero. Ed è il caso di Philip Weston, l'uomo desiderato da tutte che, in una modalità assurda, riesce a intrecciare la sua vita a quella di Bette, inserendola in un gioco di gossip, locali e scandali.
    Il genere del romanzo non è il mio preferito. I primi capitoli sono stati un po' lenti e il ritmo con cui si svolge la narrazione, con festini che si concludono sempre nella stessa maniera, mi ha un po' annoiata. Un raggio di luce lo ha costituito Sammy (in tutti i sensi), però a quel punto il romanzo ha già superato in buona parte la metà. E' una lettura leggera e poco impegnativa, da cui però mi aspettavo qualcosa di più.
    Recensione completa qui: http://sakomar.blogspot.it/2016/06/recensione-di-al-diavolo-piace-dolce-di.html

    ha scritto il 

  • 3

    LEGGERISSIMO

    La copertina è rosa shocking, e il contenuto un Harmony De Luxe!
    Ideale per “spegnere il cervello” per tre o quattro sere, e farsi trascinare nel glamour e nella moda.
    I miei personaggi preferiti? I g ...continua

    La copertina è rosa shocking, e il contenuto un Harmony De Luxe!
    Ideale per “spegnere il cervello” per tre o quattro sere, e farsi trascinare nel glamour e nella moda.
    I miei personaggi preferiti? I genitori della protagonista, intellettuali impegnati nel sociale e nell’ ecologia, professori universitari vegani, vestiti di caffettani e odorosi di patchouli, che partoriscono una figlia modaiola che fa la PIERRE a Manhattan!

    ha scritto il 

  • 2

    Mamma mia che disastro! Un libro veramente noioso, senza verve, prevedibilissimo con una trama inconsistente. Ho dato due stelle perché ci vuole del genio a scrivere una cosa così pessima e farsela an ...continua

    Mamma mia che disastro! Un libro veramente noioso, senza verve, prevedibilissimo con una trama inconsistente. Ho dato due stelle perché ci vuole del genio a scrivere una cosa così pessima e farsela anche pubblicare....

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per